ANCHE OGGI SONO CADUTO NELLA SCALA DELLA MORTE. E SONO QUATTRO.

Nonostante la mia attenzione e scendendo di lato per andare a Decimo per farmi medicare il braccio, dove hanno inserito due cannule, visto che dovrò dializzare a vita, su uno scalino scivoloso sono volato. Ho picchiato forte la nuca e il bacino. Ora vedremo cosa diranno le lastre. Il costo per il condominio e il suo amministratore sta arrivando a un milione di danni. Non si può riempire un palazzo di 8 piani pieno di vecchi, con alcuni invalidi al 100% come me, di barriere ARCHITETTONICHE. Intanto, nello sforzo per rimettermi dritto, mi sono saltati alcuni punti.

La prima caduta: due costole incrinate e lussazione del gomito.

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter