Frattini e lega: come rubare quattrini e Bruxelles e non contare una mazza.

Allergia a Bruxelles, una malattia da leghisti che però ha colpito anche chi dovrebbe avere solidi anticorpi, leggi Franco Frattini, un passato recente da commissario europeo. I dati delle presenze dei nostri ministri ai consigli Ue del 2010 parlano chiaro: il titolare degli Esteri si è presentato alle riunioni con i colleghi – assieme all’Ecofin, le più importanti del lotto perché indicano la linea politica della Ue – solo cinque volte su 11. Un risultato deficitario per il ministro di un Paese che fatica terribilmente a farsi rispettare in Europa, forse anche perché per contare nel club bisogna frequentarlo.

Promosso invece Giulio Tremonti, presente dieci volte su 11, e pure Giancarlo Galan, che da quando è all’Agricoltura si è fatto vedere in quattro riunioni su cinque Discorso inverso per il predecessore Zaia: mai visto quest’anno a Bruxelles. Male anche il compagno di partito e ministro Roberto Maroni: al Consiglio Interni si è presentato due volte su sei. Un’allergia contagiosa.

°°° La destra italiota non si è mai occupata di politica. Non la capisce e non le interessa. A questa cosca di ladroni interessa solo fottere soldi, da qualunque parte si trovino. Per vie legali (con leggi ad hoc), ma soprattutto per vie illecite e illegali. Sono o non sono la peggior cosca mafiosa che abbia mai infestato l’Europa o no?

NATALE DI MERDA, GOVERNICCHIO DI MERDA

BN. era berlusconi-gorilla

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter