IL RATTO PERDE IL PELO MA NON IL VIZIO. MI RIPETO: QUESTI IMPROPONIBILI E IMPRESENTABILI DI DESTRA HANNO PIU’ CARCERATI CHE VOTI. (l.s.)

PONZA

Arrestato il coordinatore di Fratelli d’Italia: Danilo D’Amico in manette per mazzette
di Clemente Pistilli
Il consigliere di maggioranza bloccato dai carabinieri mentre intascava cinquemila euro sotto agli uffici comunali per un appalto. Il sindaco Franco Ambrosino: “Siamo sbigottiti”.

«L’hanno preso. Sono arrivati con la motovedetta. Hanno preso Danilo mentre intascava una tangente». Erano circa le 13 di oggi, 21 giugno, quando a Ponza, una delle capitali del turismo balneare in Italia e ambita meta estiva del jet set internazionale, si sono diffuse le prime voci sull’arresto del consigliere comunale Danilo D’Amico, leader locale di Fratelli d’Italia e, come lui stesso precisa sui social, dirigente provinciale del partito di Giorgia Meloni a Latina. Un’indiscrezione che è iniziata a circolare lungo corso Pisacane, la via dello struscio, e sulle banchine del porto e che è ben presto rimbalzata anche sulla terraferma. Dopo tre ore la conferma dal comando provinciale dell’Arma: il politico è finito in manette con l’accusa di concussione.

D’Amico, che in passato ha denunciato di aver subito due aggressioni e che il sindaco Franco Ambrosino aveva delegato ai lavori pubblici, era seduto sulla balaustra di piazza Pisacane, davanti al bar sottostante gli uffici comunali. In camicia bianca e pantaloni blu, stava parlando con un uomo quando, messa la mano in tasca, è scattato un carabinieri in borghese e lo ha bloccato, mentre un secondo carabiniere monitorava la scena.
https://roma.repubblica.it/cronaca/2024/06/21/news/ponza_arrestato_danilo_damico_fratelli_ditalia_mazzette_corruzione-423268930/?ref=RHVS-BG-P2-S1-T1

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter