La parola al miglior statista europeo e miglior PDC italiano della storia: Matteo Renzi.

Enews 615, venerdì 31 gennaio 2020

Enews 615, venerdì 31 gennaio 2020

Buongiorno a tutti!
Domani e domenica, a Cinecittà, si tiene la prima Assemblea Nazionale di Italia Viva (qui per le info logistiche).

Il titolo è semplice: Buon Governo versus Populismo.

Buon Governo come nelle immagini senesi del Lorenzetti che faranno da sfondo ai nostri lavori.

Per sconfiggere il populismo occorre la serietà, occorrono i risultati, occorre il riformismo.
Parola noiosa, questa: riformismo. Una parola che non scalda. Ma è una parola che serve per sconfiggere la parola populismo.

E il populismo fa danno ovunque: nell’economia, nella giustizia, nella salute.

Del resto, lo vediamo anche in queste ore per il Corona Virus: è facile, facilissimo, suscitare il panico con un approccio populista. Più difficile è governare, specie in passaggi complicati. In queste ore, viviamo il paradosso di persone in fila per comprare le mascherine, le stesse che magari fino a qualche giorno fa sui social si professavano NoVax.

Il mio suggerimento è quello di affidarsi alle persone competenti. Su tutti, invito a seguire le raccomandazioni del  e naturalmente ad ascoltare i consigli delle persone serie, a cominciare dal professor Roberto Burioni.

Torniamo a noi, torniamo all’Assemblea di Italia Viva.

Siamo a Cinecittà, nel luogo dove i sogni prendono forma.
Partiamo domani alle 11.30 con la mia relazione introduttiva.

Quindi discuteremo di Piano Shock, Tasse, Europa, Agricoltura, Famiglia, Export, Prescrizione e molto altro. Al centro le proposte, non gli organigrammi.

Domenica chiuderemo i lavori con la replica che inizierà alle 11.30.

Chi vuole contribuire economicamente all’Assemblea ci fa un grande regalo: versamenti anche di soli cinque, dieci euro sono oggi l’unica strada per Italia Viva per finanziarsi.

Chi vuole seguirci in streaming potrà farlo anche sulle pagine social mie e di Italia Viva.

Per gli interessati, stasera sono ospite di Lilli Gruber a “Otto e Mezzo”.

Pensierino della sera. Mi ha commosso il canto dell’addio dei parlamentari europei nell’ultima seduta prima della Brexit. Si chiude un pezzo di storia lungo 45 anni. Ma oggi l’Europa deve iniziare a scrivere il futuro. Altrimenti la Brexit sarà l’inizio della fine.

Ci vediamo domani,

Un sorriso,

P.s.: Il PIL fa meno 0.3%. La situazione è molto complicata e le vicende internazionali, dalla Cina ai dazi alla Libia, rischiano di peggiorare il quadro. Bisogna cambiare passo subito a cominciare dallo sblocco dei cantieri con #ItaliaShock. Ne parliamo domani. Darsi una mossa, subito.

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Lascia un Commento