Pastori sardi in rivolta, per ora pacifica…

Da Cagliari ad Alghero, pastori
in rivolta bloccano la Sardegna

Trattori nelle strade del capoluogo. Davanti all’aeroporto di Alghero gli agenti in assetto antisommossa bloccano gli accessi ai manifestanti.

°°° Con buona pace di kossfiga, c’è un regime di polizia che  a lui  piaceva tanto. Io spero solo che i pastori e gli allevatori vadano finalmente fino in fondo. Arrivando anche a dispedere i celerini, qualora  questi dovessero insistere a proteggere i delinquenti a discapito di chi lavora e sputa sangue.

BASTA FARSI INCHIAPPETTARE DAI FARABUTTI DELLA FILIERA!

cane.scimmia

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Toscana: quando ci sono amministratori VERI e non asini e ladri come in Sardistan

Il cemento può attendere

di Vittorio Emiliani

 Qualcosa di sostanziale sta cambiando, in meglio, nell’urbanistica toscana, fin dalle dichiarazioni del neo-presidente Enrico Rossi: «le villette a schiera non sono il futuro della nostra urbanistica». Meno lottizzazioni, insomma, e più impegno nel recupero/restauro, in una politica per la qualità. Strategia confermata dalla scelta di un assessore di solida competenza come la docente Anna Marson per ridare forza alla pianificazione regionale e locale. Troppo prossimi, oggettivamente, i Comuni agli interessi immobiliari locali per poter usare incisivamente lo strumento della tutela paesaggistica. Troppo indebitati, purtroppo, per non turare le falle di bilancio spingendo l’acceleratore dell’edilizia e degli oneri di urbanizzazione.
Così è venuto il primo stop alle 32 licenze edilizie a Montespertoli e poi quello al regolamento urbanistico di Rio Marina nell’Isola d’Elba. Stop al quale il sindaco elbano ha reagito commentando che così «si fa morire l’Elba». Una lamentela ben nota contro gli “immobilisti”, contro gli “imbalsamatori del paesaggio”. Amministratori locali che non riescono a guardare lontano, che ormai non vedono più il tanto, troppo cemento sparso a blocchi e blocchetti in uno dei paesaggi più strepitosi del mondo, “fatto a mano” – quello agrario, determinante per il resto – nei secoli passati e che in alcune zone (nel Chianti, o Chiantishire) si sta difendendo anche con l’evitare l’asfaltatura delle strade poderali, anche col ricostituire – se ne occupa Paolo Baldeschi docente a Firenze – fondamentali terrazzamenti collinari.
Inutile dire quanto un paesaggio integro sia essenziale per il turismo culturale, per l’enogastronomia, per l’agriturismo, per lo stesso export agro-alimentare (negli Usa e in altri mercati “maturi”). Ma il berlusconismo del mattone facile ha aperto falle anche a sinistra. Sulla costa, negli anni scorsi, si sono moltiplicate lottizzazioni proposte da interessi forti. La polemica più recente è quella scoppiata a Capalbio. Essa non ha davvero niente a che fare coi Vip: riguarda la tutela di 12 chilometri di spiaggia libera a dune dietro cui c’è, intatta, la straordinaria Oasi di Burano, gestita dal Wwf. Nuovi stabilimenti balneari esigono nuove strade e nuovi parcheggi, o la dilatazione di quelli esistenti. Per non parlare di un porto turistico alla foce del Chiarone, di un villaggio turistico e di un resort. Se ne discuterà lunedì in Comune. Perché non lo si è fatto prima di deliberare? La Toscana può conquistare sul campo la leadership della pianificazione attenta e intelligente. Tutto il Paese se ne gioverebbe.

°°° Che consolazione per me: dico queste cose da oltre 40anni e credevo di essere davvero uno stupido. Evidentemente, qui in Sardegna mi sono scontrato sempre e soltanto con una marea di teste di cazzo, ignoranti e in malafede, di destra e di pseudo sinistra. Quindi sono loro i delinquenti ottusi e non io lo stupido o il sognatore… Bene. Dio solo sa quanto avremmo bisogno qui di amministratori decenti, dato che abbiamo i paesi e le città più brutti del mondo: case non finite, nessun arredo urbano, case fatiscenti, nessun piano regolatore organico e intelligente. La Sardegna è stata rovinata per decenni da asini, massoni e ladri, e da… geometri insulsi.

ARREDO  URBANO  A CAGLIARI

divieto

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

La devastazione di Berlusconi anche a Cagliari

Vogliono abbattere il teatro Alfieri. Un po’ perché agli amministratori ignoranti non frega un cazzo della Cultura e un po’ perché il proprietario dello stabile, berlusconiano avido e carogna, vuole godere del “piano casa” per speculatori (ennesimo scempio ideato dal delinquente di Hardcore) e quindi vuole sfruttare il 20% in più di cubatura per farci chissà quale cagata di ipermercato o di parcheggio. Cosa resterà dell’Italia dopo il passaggio di questa agghiacciante orda barbarica?

ANCHE  LA  FRUTTA  SI  RIBELLA

melaccia

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Castelli a Cagliari

Amici, come vi avevo anticipato, il coniglio razzista, impotente, e ladro: bossi,  si è ben guardato dal venire a Cagliari a sparare i suoi deliri da povero minus habens. Ha mandato uno dei più  decerebrati esemplari del suo porcile: castelli.

Costui è un millantatore ignorante, come  da regolamento destronzo, che si spaccia per ingegnere, per economista, per esperto costituzionalista, per giurista, ecc. In realtà, è solo un miserabile giurato delle loro gare di rutti, espressione preminente e forse unica della loro incultura.

Ah, dimenticavo, naturalmente a Cagliari è stato abbondantemente sommerso dai fischi e da secchiate di merda. Buon pro.

CASTELLI  SALUTA   ROMANAMENTE LA  MARIJUANA

castelli

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Salute e grano a tutti! Aeroporti sardi: ruberie e truffe

Un  amico  di  Oristano mi segnala:

L’aeroporto di Oristano Fenosu è un bluff colossale per mascherare uno sperpero di tantissimi milioni di soldi pubblici, stanziati da regione, provincia, comune etc. (azionisti di maggioranza della SOGEAOR) che andranno ad appannaggio di pochi. Sino ad ora, nonostante i massicci investimenti non si è visto nulla e la società di gestione viene continuamente ricapitalizzata per non fallire. In questi giorni leggiamo sui quotidiani locali della prossima apertura dello scalo al traffico commerciale; credimi è una mera propaganda elettorale che illude e imbroglia gli amici dell’oristanese. Oristano è troppo vicino a cagliari per potersi proporre come scalo con un significativo movimento di passeggeri : per movimento di passeggeri intendo un numero tale che consenta di ammortizzare gli altissimi costi di gestione che ha un aeroporto commerciale. Le compagnie aeree,se non foraggiate da soldi pubblici, preferiscono rotte più certe ma,di questi tempi, il piatto piange e piangerà ancor più.In questi giorni l’Enac sta ricevendo forti pressioni  per accelerare l’iter di certificazione dello scalo che,a mio parere, non è pronto. Alla fine verrà comunque certificato e allora si comincerà a mettere in discussione se sia stato utile avere uno scalo così vicino a Cagliari. Altra considerazione: per avere diritto ai finanziamenti della comunità europea uno scalo deve superare i 5 milioni di passeggeri, Cagliari che sta rincorrendo questo risultato figurati se si lascerà sfuggire compagnie importanti a favore di Oristano. Pensa quanto sarebbe stato più certo,utile alla crescita di Oristano e forse anche meno costoso, modernizzare la linea stradale e ferroviaria Oristano-Cagliari…

Ancora, ho letto che Fenosu sarà un’opportunità di lavoro. Cazzata colossale! Assumeranno pochi ragazzi e, per giunta, con contratto stagionale poiché lo scalo avrà lunghi periodi di inattività. Sarei potuto essere, ma non mi sembra il caso,ancora più tecnico; tuttavia se ti dotessero servire altre informazioni fammelo sapere. A presto.

°°° Da  sempre, amici miei, ci sono grandi ruberie negli aeroporti, quasi tutti gestiti da società di farabutti e mazzettari. Date uno sguardo a quella fogna di Elmas, dove se dovete prendere a nolo un’auto da una compagnia internazionale (e quindi affidabile) dovete scarpinare per un km… mentre all’interno dello  scalo ci sono i baracchini di illustri sconosciuti che però sganciano sugose mazzette ai gestori. Questa truffa di Fenosu esiste da quando ero ragazzino.  Magnano a quattro ganasce, vero Onida? e non succede mai niente. Anche perché, intorno è DESERTO! Non ci sono infrastrutture, non esiste accoglienza, né un progetto turistico o di qualsivoglia sviluppo.  Però la provincia (inutile) di Oristano anche lo scorso anno ha sperperato oltre UN MILIONE E MEZZO DI EURO per “promozione turistica”… Si è visto un solo turista in più? Macché! In compenso, si sono foraggiati gli amici e gli amici degli amici; e gli assessori e il presidente, che parlano a malapena l’italiano, si sono girati il mondo con le famiglie e portaborse lestofanti… ALLE NOSTRE SPALLE!

INSOMMA, AMICI MIEI, COME MALPENSA E’ UNA CASSAFORTE-MANGIATOIA  PRIVATA DELLA LEGA COSI’ GLI AEROPORTI SARDI SONO IL TROGOLO BEN IMBANDITO DEI POLITICANTI CHE STANNO AFFOSSANDO LA NOSTRA ISOLA. RICORDATEVELO IL 30 MAGGIO!

DA  SUICIDIO  COLLETTIVO.

Suicidi

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Assessore (Cagliari)Pellegrini… un povero pellegrino

Questo immane cervellone, un vero lumicino della scienza, assessore alla Qultura del comune di Cagliari (il paesone più morto e ignorante del mondo), dice che l’anfiteatro romano del capoluogo sardo – bistrattato e violentato da decenni di malgoverno della destra –

E’  SOLO  UN RUDERE…

O COGLIONE!!! Ma perché il Colosseo o i Fori Imperiali cosa sono? Li buttiamo a mare? MABACCAGAI, ignorante!

fanculo

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Salute e grano a tutti!

Oggi pomeriggio il mio amico Alan Bigiarini mi deve fare un’intervista telefonica per Radio Italia 5. Gli amici toscani ed emiliani-romagnoli sono avvisati.

A  CAGLIARI, IN DIECI ANNI,  IL  SINDACHETTO MASSONE E DESTRONZO  NON HA  COPERTO  NEMMENO  LE  BUCHE  NELLE STRADE, ANZI…

buche  Cagliari

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Cagliari, Sardegna: turismo zero!

E’  davvero ridicolo e osceno che questi ladroni della regione e delle amministrazioni locali continuino a lamentarsi per l’assenza di turismo. Ma cosa cazzo hanno fatto per richiamare e trattenere i turisti? NIENTE!

ASSOLUTAMENTE  NIENTE!

Li ho riempiti di progetti potentissimi, ma loro non sanno nemmeno leggere i progetti di altri… figuriamoci crearne ex novo!

Siamo nella merda, amici. Le fabbriche inquinanti chiudono, falliscono, delocalizzano… E MENO MALE! Ma nessuno di questi asini, nessuno dei banditi alla regione o alle province si scuote il culo e si preoccupa.

NESSUNO  CAPISCE  CHE LA NOSTRA MIGLIOR  INDUSTRIA POTREBBE (DOVREBBE)  ESSERE IL TURISMO!

UN TURISMO LENTO, SAPIENTE, COLTO,  CHE DURI DODICI MESI L’ANNO!!!

LORO  SE NE FOTTONO… Certo: loro hanno lauti stipendi, laute mazzette, laute prebende. Piazzano amanti, familiari ed  amici a fottersi altri soldi NOSTRI in qualche ente inutile… e però si lamentano. Non si rendono conto, questi delinquenti, che stanno fottendo l’unico nostro capitale per il presente e per il futuro dei nostri figli e dei nostri nipoti. Questi  pensano a cementificare il più possibile. Ma cosa cazzo ti cementi, che abbiamo oltre la metà delle case VUOTE in Sardegna?!

Venite nello sfacelo dell’interno: oltre metà delle abitazioni sono fatiscienti e vuote. La gente scappa da anni. E non torna nemmeno per le feste: perché qui NON C’E’  NIENTE!

DESERTO  SARDISTAN  E LAVORI SOCIALMENTE  INUTILI

governo del fare.cazzate

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Cagliari, avanza l’ignoranza

Il sindachetto massone di Cagliari, a capo di una giunta destronza di “scienziati” butta altri soldi (tanti) della comunità nell’immondezza e PAGA – coi nostri soldi – una sfilata dedicata a… BARBIE!!! Un grande evento “culturale” dedicato a un pupazzetto – decisa da pupazzetti inanimati – e pagata coi soldi di decine di migliaia di pupazzetti.

BARBIE  DE  NOANTRI

marina

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

MAGICHE ARGILLE a Cagliari

MAGICHE ARGILLE STORIA, CHIMISMO, E SPETTACOLO

Percorsi didattici in mostra. Tutto… sull’attrice ARGILLA.

Natura da conoscere.

CAGLIARI

da domenica 3 al 6 GENNAIO 2010

MAGICHE ARGILLE STORIA, CHIMISMO, E SPETTACOLO

Percorsi didattici in mostra. Tutto… sull’attrice ARGILLA.

Natura da conoscere.

CAGLIARI

da lunedì 4  al 6 GENNAIO 2010

Gli spettacoli: Cinema, documentari, teatro, reading, musica etnica

LUNEDI’ 4 GENNAIO 2010

ORE 18.00  CAFFE’ SAVOIA – Cagliari

Inaugurazione Mostra.

Presentazione del libro raccolta fotografica .

MAGICHE ARGILLE ed.LULU.COM

ORE 21.30

Gruppo Stria Primitiva :

Anna Brotzu (voce), Andrea Congia (chitarra), Antonio Pinna (percussioni)

MARTEDI’ 5 GENNAIO 2010
ORE 21.30

Centro Comunale d’Arte e Cultura ex Vetreria di Pirri


Conferenza-intervista del sociologo FERNANDO ARIEL DEL VAL
Professore Titolare di Sociologia,Universidad Complutense de Madrid
sul tema ” Argilla e società”,
ORE 22.30
Proiezione documentario storico sulla Sardegna del ‘900
MERCOLEDI’ 6 GENNAIO 2010
ORE 21.30

Centro Comunale d’Arte e Cultura ex Vetreria di Pirri

“CULOBIANCO”  AL COMIZIO DEL FEDERALE

culobianco comizio

Cinema con LUCIO SALIS dentro e fuoridal film.
Proiezione dell’opera SOS LARIBIANCOS seguirà
LUCIO SALIS LIVE
by MAGICHE ARGILLE
org.fiera e convegni

SADALI (CA)

arg

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter