Masi e la devastazione continua della Rai. Ormai è sempre più la discarica di Merdaset.

ANNOZERO – Puntata del 7/04/2011

Silvio, la sai l’ultima? Che mò sò cazzi!“, quale adorabile ironia avrà portato manifestanti particolarmente creativi a fare dell’amabile abitudine del Premier di prodigarsi nel racconto di ardite barzellette (l’ultima, sulla mela dal gusto particolare…), spunto per uno striscione che anticipi al primo ministro quanto avverrà nelle prossime settimane, sempre che il parlamento non partorisca qualche provvedimento salvifico…

A proposito di ca***, sembrano proprio ‘amari’, quelli riservati dall’ormai celeberrimo dg Rai Mauro Masi, per Fabio Fazio, Giovanni Floris, Milena Gabanelli e, ovviamente, Michele Santoro.

“Ci sono tutti i segnali di un Masi impegnato a riguadagnare credibilità agli occhi del centrodestra mettendo in discussione il ritorno, nel palinsesto 2011-2012, di Annozero, Ballarò, Report e di Che tempo che fa” rivela il consigliere Rizzo Nervo, proseguendo: “Le Reti sono già impegnate sui nuovi palinsesti e infatti la Direzione risorse televisive, affidata a Lorenza Lei, ha chiesto a Masi se avviare le trattative. Ma il direttore generale ha avocato a sé tutto. Vedo profilarsi l’apoteosi del suo metodo: rinvii, rinvii, rinvii. Mettendo in pericolo la stesura dei palinsesti da presentare agli inserzionisti pubblicitari a fine maggio”, osservando, infine: “E con forte contrasto rispetto alla straordinaria rapidità con cui è stato chiuso il contratto di Giuliano Ferrara“. Dunque, il dg, posto a capo dell’azienda di stato, priverebbe volentieri il network dei programmi che nelle ultime stagioni hanno ottenuto maggiori consensi (di pubblico e critica) e, a sostegno di quando ho appena affermato, le parole del consigliere che snocciola con disinvoltura i dati riguardanti gli introiti generati dalle trasmissioni suddette: “La trasmissione di Fazio costa in un anno 10 milioni e 450 mila euro e ne ricava in pubblicità 17 milioni e 600 milaBallarò costa 3 milioni e 500 mila, ne guadagna quasi 8. Report rende il doppio di quanto costa…“, si direbbe che, pur di compiacere Silvio e diffondere i valori (?) del credo politico di appartenenze, Masi non badi proprio a spese…

Sarà un vezzo dei promotori della libertà, ma anche Silvio ha ampiamente dimostrato di non risparmiarsi, portando la sua proverbiale generosità a giustificazione di innumerevoli doni a squisite donzelle. A tal proposito, Michele Santoro, questa sera, torna ad occuparsi delle ‘innocenti evasioni’ del Premier, ma per i temi e gli ospiti nel dettaglio, vi invito a proseguire nella lettura.

Dal comunicato stampa Rai: Alla vigilia della prima udienza sul caso Ruby, il Parlamento approva l’ammissibilità del conflitto d’attribuzione: la decisione è rimandata alla Corte Costituzionale. Ora la maggioranza accelera sul processo breve e va allo scontro con la magistratura. L’opposizione insorge e promette una mobilitazione continua in Parlamento e in piazza. “Stiamo passando ogni limite. Questa non è solo un’offesa alla Costituzione e alla legge, ma all’intelligenza delle persone” dichiara Rosi Bindi.

Ma il Parlamento ha il potere di sostituirsi alla magistratura? E se questo avviene, qual è l’impatto sulla tenuta delle Istituzioni?

Ospiti di Michele Santoro: Rosi Bindi, Presidente del Partito Democratico, Giorgio Stracquadanio del Popolo della Libertà e i giornalisti Maurizio Belpietro, Direttore di Libero, Giovanni Valentini di Repubblica e Gian Antonio Stella del Corriere della Sera.

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

SCUOLA: UNA DEVASTAZIONE CHIAMATA “RIFORMA”. Come chiamare “turisti” gli sfollati d’Abruzzo…

Studenti e precari in piazza
contro la riforma Gelmini

http://www.repubblica.it/scuola/2010/10/08/dirette/scuola_proteste_in_tutta_italia-7841419/?ref=HREA-1

°°° Anche tutta la scuola in piazza, oltre a disoccupati, cassintegrati e operai. Ma l’autore di questo sfacelo continua a blaterare contro i magistrati ed è sicuro di durare altri tre anni. Se non è malato di mente questo omuncolo…

squola

 

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

La devastazione della scuola pubblica operata da Berlusconi

L’amianto nelle scuole
ha fatto 33 morti

Il pm Raffaele Guariniello: «A Torino, l’eliminazione di pannelli, coperture e rivestimenti fatti d’amianto è partita prima che altrove»
La tragica eredità della mancata prevenzione del passato
alberto gaino (la Stampa)

torino
Amianto nelle scuole torinesi: sono saliti a 33 – con gli ultimi cinque verificatisi nel corso del 2010 – i casi di morte di insegnanti o personale amministrativo o di sorveglianza segnalati all’ufficio di Guariniello dall’Osservatorio sui tumori di origine professionale. Il magistrato: «L’attività di bonifica di pannelli, coperture e rivestimenti di amianto negli edifici scolastici a Torino è stata avviata molto prima che altrove. E quasi completata. Queste morti rappresentano l’onda lunga della mancata prevenzione dei decenni scorsi».

I mesoteliomi, pleurici (soprattutto) e peritoneali che hanno preso la vita di tutte queste persone non lasciano dubbi sull’origine della malattia: l’«esposizione» alle fibre di amianto che si staccano, vengono respirate, penetrano nei polmoni, minano lentissimamente il fisico in questo caso di maestri, professori, due custodi, un’impiegata amministrativa e un’operatrice scolastica. Ad un certo punto della loro vita si sono improvvisamente ammalati. Il tipo di lavoro svolto ha portato gli investigatori di Guariniello alle scuole.

Colpisce che alcune scuole abbiano avuto 2, in un caso 3 decessi. Poi è vero anche che

Continue reading

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Bossi, maroni, berlusconi: di tutto blaterano tranne che dei problemi che hanno creato e della disperazione dei cittadini

Queste merde non si rendono nemmeno lontanamente conto della batosta che piglieranno alle urne. La gente, di cui si riempiono le fauci immonde, ne ha le palle piene delle loro ruberie, dello sfascio che hanno creato, e delle loro chiacchiere vuote, lontane distanze siderali dalle esigenze degli italiani e dell’Italia. Solo Nichi Vendola parla di cose terrene, di lavoro, precariato, famiglie a rischio, anziani e disabili abbandonati da questo regime, di debolezze del paese, degli ultimi e dei dimenticati, dell’ambiente devastato da questa cosca e dalle loro cricche affiliate. Soltanto Vendola propone il sogno di un’altra italia possibile. E per questo farà il pieno di voti, dal nord al sud… sempre che la nomenklatura perdente e poltronista del Pd non faccia le barricate. Vi invito tutti a riflettere su queste cose e spero che tutti, insieme a me, facciate tanto casino per portare più voti possibile a Nichi.

L’ITALIETTA DI BERLUSCONI: SOLO FAME,MISERIA, E DEVASTAZIONE

aquila_chiesa01g

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Colpevoli della devastazione italiana

Penso che ci siano molti colpevoli di questo sfascio totale che ci fa inorridire ogni giorno di più.  Certo, ci sono i grandi delinquenti che sono i mandanti: Berlusconi, Bossi e Fini (complice del mafionano per almeno 17 anni di fila). Poi ci sono i loro killer: i bondi, gasparri, cicchitto, la russa, calderoli, castelli, capezzone, vespa, feltri, belpietro,paragone,minzolini, mimun, rossella, liguori,ecc.

MA C’E’ UN ALTRO GRANDE COLPEVOLE

di cui nessuno parla mai:

L’INDIFFERENZA  DI DECINE DI MILIONI DI PERSONE “PER BENE”  CHE SI FANNO SCIVOLARE TUTTA QUESTA MERDA ADDOSSO… IN SILENZIO.

b-bloccaprocessi

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

La devastazione di berlusconi e tvemonti continua

Anche Omsa trasloca in Serbia
licenziati 350 lavoratori

Decisa la chiusura dello stabilimento di Faenza, dipendenti a casa. La Golden Lady Company ha formalizzato un accordo con il ministro dell’Economia serbo.

°°° Ogni volta che berlusconi si compra il potere l’Italia crolla. Le aziende scappano, gli investitori stranieri girano alla larga, e le aziende italiane falliscono e chiudono come prima di un uragano devastante. Perché? Ma perché questi cialtroni, oltre che mafiosi e ladri sono inaffidabili e incompetenti assoluti! Cresce la malavita, cresce l’evasione fiscale, cresce a dismisura la spesa pubblica… ma diminuiscono i servizi, sparisce il lavoro, crollano le entrate.

Ora, pare che persino molte delle scimmiette che si erano fatte coglionare anche due anni e mezzo fa si stiano svegliando dal letargo. Le famiglie sono in mezzo a una strada, le tasche sono vuote, il domani è buio pesto e berlusconi continua a pensare ai cazzi suoi e delle sue cricche. I cittadini non gli interessano: non ha più nulla da rubargli.

ber.vattene

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Lucca, licenziato uccide due dirigenti, poi si suicida. °°° Meno male che Silvio c’è!

Lucca, licenziato uccide
due dirigenti, poi si suicida

Era un ex dipendente della Gifas Electric di Piano del Quercione
Aveva perso il lavoro alcuni mesi fa. Oggi si è presentato in azienda e ha chiesto di essere ricevuto dal direttore e dal vicedirettore, ha estratto la pistola e li ha uccisi. Poi si è tolto la vita con la stessa arma

°°° Spero che da un momento all’altro qualche disperato si organizzi e faccia saltare la testa al colpevole di tutta questa devastazione sociale e culturale.

b.caduta

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter