Zoccole disperate, ministre fesse e ladre, italietta di fine regime.

La brambilla, quella con la testa vuota incendiata dalle pessime tinte che sembra un viado dopo una settimana di bagordi, ha querelato il Fatto Quotidiano e chiede TRE MILIONI  di euro di danni. Il suo magnaccia, un delinquente brianzolo diversamente altro e diversamente onesto, le mette a disposizione addirittura l’AVVOCATURA DELLO STATO! Tutto a spese nostre, tutto alla faccia nostra. La povera mentecatta perderà alla grande questo delirio legale, dato che il giornale ha semplicemente scritto la verità: ovvero che la zoccola incapace e dannosa (ha dimezzato con le sue cazzate il turismo nel nostro paese) ha sistemato parenti e affini all’Aci e in altre poltrone strapagate del suo ministero franato. Queste merde di destra continuano a devastare tutto e a derubare la nazione, ma tutti  – dal primo all’ultimo – hanno piazzato zoccole, amanti, gigolò e marchettari in genere, in posti sicuri e strapagati. Sarà un casino cacciarli via e farsi ridare il maltolto. Ma sarà ancora più difficile e doloroso ripristinare quel po’ di civiltà che avevamo grazie a Romano Prodi.

ber-mafioso

brambillik

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Lascia un commento