Giustizia. La mafia e la P2 procedono nella devastazione italiana.

Giustizia, sì responsabilità per i magistrati

Con un blitz in commissione la maggioranza, grazie anche al voto della Radicale Bernardini, riesce a far passare la norma che prevede per le toghe la responsabilità a “ogni violazione manifesta del diritto”.

La Commissione Giustizia della Camera ha dato parere favorevole all’emendamento depositato dalla Lega al ddl comunitaria che estende la responsabilità dei magistrati “ad ogni violazione manifesta del diritto”. Il parere favorevole all’emendamento Pini (Lega) è stato approvato con i voti favorevoli della sola maggioranza, oltre a quello della radicale Rita Bernardini, eletta nel Pd. La Commissione Giustizia ha invece bocciato il parere formulato da Pd, Idv e Udc che puntava a “limitare i danni” introdotti dalla proposta di modifica della Lega.

Il parere voluto dalla maggioranza ha però un’osservazione, che come tale non è assolutamente vincolante. In questa, si dice che, comunque, il magistrato, perchè possa essere chiamato a rispondere di ogni “violazione manifesta del diritto”, deve aver commesso tale violazione con intenzionalità e si deve fare riferimento “al grado di chiarezza e di precisione della norma violata”. In più si fa riferimento alla “scusabilità” o “iniscusabilità” dell’errore di diritto”. Ma si prevede anche che la toga caduta in errore, per rispondere delle sue azioni, debba aver “ignorato manifestamente la giurisprudenza della corte di giustizia delle comunità europee”.

Per Luca Palamara, presidente dell’Anm,”appare evidente che ha avuto inizio la stagione delle riforme punitive. Ancora una volta assistiamo a un intervento episodico, contingente, svincolato da quelle che sono le reali emergenze della giustizia e dettato esclusivamente dalla volontà di intimidire i magistrati nello svolgimento della loro attività. E’ un emendamento che contestiamo anche per le modalità e i tempi con i quali è stato presentato e che non hanno tenuto in alcuna considerazione i punti di vista della categoria interessata”.

Giulia Bongiorno, presidente della Commissione, ha bollato come intimidatoria la norma. “E’ assolutamente necessario intervenire sulla materia della responsabilità civile dei magistrati, ma questa norma, così com’è stata confezionata dalla maggioranza, ha solo il sapore punitivo e intimidatorio nei confronti della magistratura”, ha detto il deputato di Futuro e Libertà in merito all’emendamento presentato dalla Lega alla legge comunitaria che di fatto estende la responsabilità dei magistrati “ad ogni violazione manifesta del diritto”.

”Era da tempo che il Commissione Giustizia – aggiunge Bongiorno – stavamo esaminando la materia attraverso diversi provvedimenti. Ora, se verrà approvata questa proposta di modifica, tutto il nostro lavoro, fatto finora, sarà vanificato. Se si fosse voluto cambiare davvero la materia – sottolinea il consiglio giuridico di Fini – si sarebbero dovuti indicare dei criteri. Dilatando invece in questo modo la fattispecie non si capisce più dove siano i paletti. E pertanto sarà solo una norma che creerà del caos interpretativo tra i magistrati e avrà il sapore punitivo nei loro confronti”.

“E’ poi del tutto erroneo – avverte Giulia Bongiorno – sostenere che, con questo provvedimento, ci si rifà alla disciplina comunitaria. C’è modo e modo per intervenire su questa materia, ripeto, e questo non mi sembra senz’altro quello migliore. L’indeterminatezza voluta da questa proposta di modifica rende la norma sulla responsabilità dei magistrati punitiva ed illogica”. “Se si fosse voluto fare davvero un intervento serio sulla materia – conclude l’esponente di Fli – si sarebbe dovuta scrivere una norma che individuasse i criteri per i quali i magistrati sono chiamati a rispondere”.

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Quale festa? Stiamo seppellendo l’Italia in mano alla mafia e alla P2.

Quale festa?

Dopo soli centocinquant’anni l’Italia sta per finire. In molti partecipano alla distruzione: un capo di governo e capo popolo ricco di misteriosa ricchezza, membro di una misteriosa organizzazione detta P2, da cui ha ereditato fino ai dettagli il programma e il modo di governare; la criminalità organizzata che ha ormai invaso e infettato ogni parte d’Italia; la corruzione che, per esempio, consente di comprare pubblicamente maggioranze parlamentari, se quelle di prima si esauriscono; e una corte sterminata, diffusa fra politici, giornalisti e manager che si

Continua a leggere

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Nucleare, P2, cosca mafiosa…

Nucleare: il mondo riflette, l’Italia no.

°°° Veramente, ehm… l’Italia si è già dichiarata contraria a larghissima maggioranza. E’ la cosca mafiosa della P2 che insiste. Le mazzette sono golosissime. E sono le ultime della loro misera esistenza. Lo sanno…

meglio tutti

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

MENTRE QUI I DELINQUENTI DELLA P2 PROCEDONO NEI LORO DELIRI E NELLA POLITICHETTA DA BAGAGLINO, IL MONDO CORRE A MILLE…

Nucleare: Oettinger, pensare a un futuro senza

Dopo la tragedia giapponese Bruxelles, 5 mar – La tragedia giapponese deve indurre l’Europa a porsi il problema se in futuro “si possono assicurare le nostre necessita’ energetiche senza energia nucleare”. E’ questa la valutazione del commissario Ue all’Energia Guenther Oettinger espressa in una intervista alla tv tedesca Ard. Aps

b-centrali

b-centrali2

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Ci risiamo con P2 e P3, che sono sempre più forti e devastanti.

A Napoli I pm Woodcock e Curcio indagano su una presunta associazione segreta

Manager e politici, sospetti su una loggia Nell’inchiesta sfilano testimoni eccellenti

Il ruolo di Bisignani e di un carabiniere mai rientrato dall’Africa

A Napoli I pm Woodcock e Curcio indagano su una presunta associazione segreta

Manager e politici, sospetti su una loggia Nell’inchiesta sfilano testimoni eccellenti

Il ruolo di Bisignani e di un carabiniere mai rientrato dall’Africa

ROMA – È arrivata a popolarsi di «testimoni eccellenti» l’inchiesta della Procura di Napoli su una presunta associazione segreta ribattezzata P4, costituita per «interferire sull’esercizio delle funzioni di organi costituzionali, di amministrazioni pubbliche, anche ad ordinamento autonomo, di enti pubblici anche economici, nonché di servizi pubblici essenziali di interesse nazionale».

Nei giorni scorsi i pubblici ministeri Francesco Curcio e Henry John Woodcock hanno ascoltato come persona informata sui fatti il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Gianni Letta. E sono andati a

Continua a leggere

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Scuola, 200mila contro la Gelmini. Lai: “Solo vecchi slogan”°°° Brava, ridacci la vecchia scuola, stronza!

Scuola, 200mila contro la Gelmini

Il ministro: “Solo vecchi slogan”

I cortei città per città
http://www.repubblica.it/scuola/2010/11/17/news/protesta_scuola-9212321/

°°° Questa capra arrogante e ignorante continua a fare il gioco della P2 e della P3. La cosca vuole solo persone ignoranti da gestire con le sue televisioni di merda.

LA FAMIGGHIA

Famiglia-Berlusconi

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Berlusconi: come si diventa straricchi derubando i concorrenti e gli italiani tutti, tramite P2, mafia e P3.

“La causa fiscale Mondadori
fu spostata in modo illegittimo”

Cassazione, i pm romani accusano l’ex presidente Carbone. Il contenzioso fra l’Agenzie delle entrate e la casa editrice di 173 milioni di euro
http://www.repubblica.it/cronaca/2010/10/22/news/la_causa_fiscale_mondadori_fu_spostata_in_modo_illegittimo-8319724/?ref=HREC1-7

b.gangster

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Stupri, Consulta choc: niente carcere per violenza sessuale e prostituzione minorile.

Stupri, Consulta choc:
«Carcere non obbligatorio»

La Corte Costituzionale cancella la norma che imponeva la detenzione in carcere per chi è indagato per violenza sessuale e prostituzione minorile.

°°° Quanto si vede che è infarcita di picciotti della P2 e della P3, eh?

LA  FAMIGGHIA

Famiglia-Berlusconi

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Cosa mi rappresenta?

Amici,  ma cosa  mi rappresenta chi  ci  vuole  “vendere” la  nostra sardità come un  pregio? Dove  sarebbe questo  pregio? Nell’aver  votato per  Cappellusconi  e quindi  per la mafia – la P2 -i  cementificatori  del  poco  che  rimane ancora  integro  in  Sardegna? O  per  avere  un  piccolo gangster  brianzolo che  la  fa da padrone IN CASA  NOSTRA, abitando  ville immense comprate  coi  soldi della banda  della magliana, la mafia  e  la camorra. No,amici, finché non  ci  uniamo e lo  buttiamo  fuori, con tutte le zoccolee idrogati – ALMENO  DA CASA NOSTRA-  io  mi  vergogno  di essere  sardo!

B-kiss...seloincula

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter