I casini di Berlusconi

Il quotidiano britannico cita un documentario, “Il Corpo delle donne”

che contrappone la grande Anna Magnani alle attuali veline, e parla di “nuovo femminismo”

Il Guardian: premier rischia per rabbia donne

Il Pais: si comincia a preparare il dopo-premier

Il giornale spagnolo ricorda il flop di ‘Porta a Porta’, la brusca discesa nei sondaggi
e accredita il ministro dell’Economia Giulio Tremonti come il più probabile successore di Berlusconi

Il Guardian: premier rischia per rabbia donne Il Pais: si comincia a preparare il dopo-premier

Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi

CRIBBIO! MI SONO DI NUOVO CAGATO ADDOSSO…

b-cagato

ROMA – Dalla stampa estera nuove critiche al presidente del consiglio Silvio Berlusconi. Secondo il Guardian, “il ‘sexist’ (sessista) Berlusconi affronta

il boomerang della rabbia delle donne italiane”. Il quotidiano britannico scrive che “una nuova generazione di donne italiane stanno trovando voce dopo una ‘estate di squallore’ nella politica italiana”. El Pais si concentra sulla battaglia politica. “L’Italia – secondo il quotidiano spagnolo – comincia a preparare il ‘giorno dopo’ di Berlusconi”.

Il Guardian contrappone attricette e veline che amano farsi fotograre seminude e in forma perfetta alla grande Anna Magnani, ricordando una sua celebre frase rivolta a un truccatore che stava cercando di rendere meno evidenti rughe e segni dell’età: “Lasciamele tutte, ci ho messo tutta la vita per averle”.

L’attrice romana è ricordata in un breve documentario, dal titolo “Il Corpo delle donne”, che critica aspramente, sottolinea il giornale britannico, il sessismo che dilaga nelle tv commerciali italiane. Di rimonta del femminismo, in contrasto con il ‘velinismo’, ricorda il Guardian, parlano in questi giorni molti giornali italiani.

Mentre El Pais analizza invece l’attuale situazione del Pdl, sostenendo la tesi che il ministro dell’Economia Giulio Tremonti si stia già in pratica candidando alla successione di Berlusconi alla guida del partito. Quando questo accadrà, è difficile dirlo; quel che è certo è che, scrive il quotidiano spagnolo, citando il presidente ed ex direttore dell’Ansa Giulio Anselmi, “E’ cominciata la fase finale del berlusconismo”. Tra i segni del declino la scarsa audience della prima puntata di Porta a Porta, dedicata al terremoto in Abruzzo, e la perdita di ben 21 punti nei sondaggi.

Il servizio è affiancato da un’intervista a Dario Fo, premio Nobel per la letteratura, intitolata: “Ha perso il senso della misura, è un caso clinico“.

(20 settembre 2009)

°°° ANCHE  STING HA FIRMATO PER : “SIAMO TUTTI FARABUTTI”

sting1

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Lascia un Commento