Maggioranza (?) affaristica

Forze armate e privatizzate

di Gianluca Di Feo (Espresso)
Tutta la gestione della Difesa passa in mano a una società per azioni. Che spenderà oltre 3 miliardi l’anno agli ordini di La Russa. Così un ministero smette di essere pubblico

http://espresso.repubblica.it/dettaglio/forze-armate-e-privatizzate/2117172&ref=hpsp

°°° Leggete  attentamente questo articolo, amici, e scoprirete immediatamente perché  “questa maggioranza è coesa”. Sono degli sporchi affaristi, volgari banditi,  e lucrano miliardi alle spalle dello Stato, cioè NOSTRE! E leggete anche qui sotto: il pliricondannato Ligresti è amico e complice della famigghia  La Russa. Non è solo Mafiolo il criminale, amici, il più pulito di questa cosca ha LA ROGNA!!!

La Russa junior cresce nella galassia Ligresti

larussa

A legare le due famiglie è una vecchia consuetudine. Il collante, del resto, sono state le comuni radici siciliane. E più precisamente Paternò, cittadina in provincia di Catania che ha dato i natali sia ad Antonino La Russa sia a Salvatore Ligresti. Il rapporto tra il padre dell’ attuale ministro della Difesa, scomparso nel dicembre del 2004 dopo essere stato per cinque legislature senatore nelle file del Msi, e il presidente onorario di Fondiaria Sai risale agli anni ‘ 60. Un legame che i due patriarchi hanno trasmesso a figli e nipoti. Come nel caso di Antonino Junior Geronimo La Russa (nella foto). Il ventottenne figlio di Ignazio dopo avere fatto ingresso nel dicembre dello scorso anno nel cda di Premafin, la finanziaria dei Ligresti, ha aggiunto adesso un ulteriore tassello alla consolidata amicizia con Paolo, il terzogenito di Salvatore. Lo scorso 21 ottobre è stato infatti nominato consigliere in Gilli, griffe italiana di borse e accessori ideata da Giulia Ligresti. Il ruolo di Geronimo fa così il paio con quello di suo zio, Vincenzo La Russa, ex parlamentare ed ex eurodeputato. Nella galassia del gruppo Ligresti il fratello maggiore di Ignazio ricopre da tempo l’ incarico di membro del consiglio di amministrazione e membro dell’ esecutivo di Fondiaria Sai, oltre che quello di consigliere in Immobiliare Lombarda, la controllata attiva nel settore real estate che ha concluso l’ operazione di delisting alla fine di ottobre.

Ducci Andrea

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Lascia un commento