Il pesce, se non è fresco, va spesso accompagnato dal limone.

Un limone nell’ano lui, un capitone lei: due 60enni in ospedale a Terracina per un gioco erotico
Vittima di un gioco erotico, finisce all’ospedale una coppia di coniugi

Erano venuti sul litorale pontino per trascorrere una vacanza. Alla fine sono stati ricoverati al Fiorini di Terracina con un limone e un pesce vivo incastrati nelle parti intime

di Redazione 28/11/2011
L'ospedale Fiorini di Terracina

L’ospedale Fiorini di Terracina

Erano venuti sul litorale pontino per trascorrere qualche giorno di vacanza tra Terracina e San Felice e sono finiti in ospedale. Protagonista della stravagante, ma anche pericolosa vicenda, una coppia romana intorno ai 60 anni che, una volta in vacanza, aveva pensato di

divertirsi praticando qualche gioco erotico. Ma le cose non sono andate come i due speravano e alla fine sono rimasti incastrati con un limone e un capitone vivo infilati nelle loro parti intime.

I due, infatti, sono dovuti correre d’urgenza al Fiorini di Terracina e con qualche imbarazzo raccontare quanto era successo. Ma la situazione, che potrebbe anche generare qualche sorriso, è da subito risultata preoccupate, soprattutto per la donna. Il pesce vivo rimasto infilato nella vagina, infatti le aveva procurato delle lesioni interne che le stavano facendo perdere molto sangue. Non c’era molto da fare, bisognava operare con urgenza. Per intervenire è stato necessario anestetizzare l’animale al fine di poterlo tirare fuori.

Per la signora sono stati necessari circa 40 punti di sutura; non certo meglio è andata all’uomo che, anche lui, ha dovuto subire un’operazione per asportare il limone dall’ano.

°°° Ehhh… HANNO, ano, FATTO MALE I CALCOLI. CHE, SI SA, FANNO SEMPRE MALE.

 

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Lascia un commento