L’italietta di Mafiolo: Spese dei gruppi consiliari in Lombardia “Non mostriamo le fatture. Cazzi nostri”

I bilanci di tutti i partiti che siedono al Pirellone sono certificati dalla Corte dei Conti, ma in realtà non dicono nulla perché composti da sole voci aggregate. E infatti basta chiedere ai politici di esibire le ricevute e gli scontrini per avere una risposta molto chiara: “Non ve le facciamo vedere, questione di privacy”. Il capogruppo Pdl Paolo Puccitelli: “Io non tiro fuori un bel niente, ci sono cose che sono riservate, personali”. Il Pd Stefano Tosi: “Nessun dettaglio online, altrimenti i giornalisti se ne approfittano”. Infine Stefano Galli della Lega Nord: “Come spendiamo i nostri soldi sono cazzi nostri” .

°°°La destra italiota è una vera e propria associazione a delinquere, insomma. Con tutta l’arroganza e la protervia dei criminali più incalliti. Noi lo scriviamo da 20 anni, ma fino all’anno scorso non tutti ci credevano: questa cosca è lì NON per fare politica e pensare al bene comune, ma solamente per arricchirsi alle nostre spalle. E ci pigliano pure per fessi!

Consiglio-regionale-lombardia

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Da Formigoni “onore e solidarietà” al manager nei guai per appalti sanità

Formi, le parole corrette sono: “omertà e associazione a delinquere”. Non continuate a travisare l’italiano come ha sempre fatto il mafionano, che dice “amore”  ma professa l’odio e libertà al posto di “delinquere in santa pace”. Grazie.

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter