Il cinema e la tv uccisi dal mafionano ignorante e volgare.

Mi chiama la mia agente, una 15na di anni fa, per una fiction. Mi mandano il copione, lo correggo, vado a fare il provino e al posto del regista treovo una povera disperata. “Ma perché fate scrivere le sceneggiature a stranieri che non conoscono l’italiano?” chiedo. E Lei “Guardi che lo sceneggiatore è italianissimo e amico di Piersilvio!” fa lei, tutta incazzata. Ah, ecco. Ho preso e me ne sono andato. Avevo bisogno di soldi, ma non a quel prezzo.

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

E certo che nessuno guarda più questa televisione di merda. Ma si va sempre meno a teatro e al cinema.

E siamo in pochissimi a leggere libri. Perché? Perché, quando potevo lavorare, la gente pagava per venire a vedere noi artisti fare qualcosa che loro non sapevano fare. Oggi in tv, nei teatri e nei film, ci sono zoccole e marchettari che sanno fare meno cose del pubblico e dunque… perché la gente dovrebbe spendere soldi e perdere tempo? Insomma, silvio berlusconi ha ucciso anche la cultura.

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

La morte del cinema italiano: addirittura ezio greggio, che non ha nulla a che vedere con lo spettacolo, figuriamoci col Cinema!

LA BIENNALE APRE CON L’ANTEPRIMA MONDIALE DI “BOX OFFICE 3D”, IL NOIOSISSIMO, TRASHISSIMO FILM DI EZIO GREGGIO PROIETTATO NELL’ARENA DEL CINEMA DEI MAESTRI, CON IL  sedicente COMICO SEDUTO ACCANTO A MULLER E BARATTA CON GLI OCCHIALINI 3D – A PARTE LA CLAQUE DI GREGGIO, NESSUNO RIDE AL MINESTRONE DI PARODIE, DAL “CODICE DA VINCI” A “ERRY FOTTER”, CON GIOCHI DI PAROLE TRA FIBONACCI E LI MORTACCI – ALLA VISTA DI “VIAGRATAR” È PARTITO IL PRIMO “VERGOGNA!”.

cervello marcio

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

La mafia di burlesquoni che chiude cinema e teatri per fare sale giochi.

Scontro Guzzanti-Capezzone
tensione per l’ex Cinema Palazzo

Tafferugli e spinte questa mattina durante la conferenza stampa della società Camene che gestisce la storica sala di San Lorenzo, occupata da 3 mesi contro la sua trasformazione in un casinò. Il portavoce del Pdl in veste di rappresentante dei costruttori: “Attrice miliardaria”. Sabina cacciata fuori dall’hotel Nazionale mentre le vecchiette del quartiere rimangono bloccate dai carabinieri

di ALBERTO CUSTODERO e CORRADO ZUNINO

Scontro Guzzanti-Capezzone tensione per l'ex Cinema Palazzo Sabina Guzzanti fuori dall’hotel Nazionale

Qualche spinta, pesanti scambi di battute e tafferugli. Cresce la tensione in piazza Montecitorio. All’Hotel Nazionale, verso mezzogiorno, era in corso una conferenza stampa sull’ex Cinema Palazzo, la sala di San Lorenzo ribattezzata “Vittorio Arrigoni” in piazza dei Sanniti, occupata da

Continue reading

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Mafiolo ammazza il cinema, ma grazie al cinema straziato dalle sue tv ha fatto gli unici soldi puliti.

Verdone furioso: premier “mangia” con nostri film che ha razziato per sue tv…

”Bondi non si e’ battuto. che si dimetta o no e’ assolutamente ininfluente: il dato di fatto e’ che questo governo ha fatto del suo meglio per mortificare la cultura”.

E’ quanto afferma il regista Carlo Verdone secondo cui ”cinema, teatro, musica, lirica: sono settori che, a differenza della televisione, non interessano a questo governo”.

”Voglio ricordare a Tremonti – aggiunge Verdone – che la sua battuta sulla cultura che non si mangia non vale in assoluto e non vale soprattutto per il premier perche’ nella sua ascesa di imprenditore televisivo Berlusconi ha razziato i magazzini delle case di produzione e con i nostri film ha riempito i palinsesti delle sue tv private”.

CERVELLO DI MAFIONANO FRITTO

B.cervello

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

La badante di Bondi e suo figlio: Ministeri di famiglia. Capito chi ha ucciso il Cinema italiano?

La badante di Bondi & figlio, Ministeri di famiglia

Il figlio di Manuela Repetti, deputata Pdl e compagna del ministro della Cultura Sandro Bondi, lavora per la direzione generale del cinema del dicastero. Lui, laureando in architettura, non risponde, la madre tergiversa, il direttore conferma

Possibile che Fabrizio Indaco, figlio di Manuela Repetti, deputata del Pdl e compagna di Sandro Bondi, lavori per il

Continue reading

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Dino e Silvana: quando il Italia esisteva il Cinema e tutto il mondo imparava da noi.

Su Raistoria, di quando si poteva fare televisione, vedo la storia di Dino De Laurentis e di Silvana Mangano e di consaeguenza della Storia del Cinema. Pensare che oggi siamo in mano a berlusconi e bondi da 20 anni… è come pensare che Pinocchio venisse usato per il caminetto di gasparri o della santanché, che sniffavano cocaina – su una pelle di puro operaio (ricercatore, studente, insegnante, artista, intellettuale, ecc.) – coi vari fede, lelemora, ecc. Mi si frantuma il cuore.

bionico

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Come la cosca berlusconi ha ucciso la più grande industria culturale italiana: il Cinema

Cinecittà di cemento: via il cinema
arrivano i costruttori

http://www.unita.it/news/culture/104255/cinecitt_di_cemento_via_il_cinema_arrivano_i_costruttori

°°° Io però non me la prenderei solo con questi banditi del regime: il più malavitoso, ignorante e rozzo che si sia mai visto in una democrazia occidentale. Come disse il grande Petrolini a uno del loggione che fischiava: “Io non ce l’ho con te… io ce l’ho con quelli che ti siedono vicino che non ti buttano di sotto!”. Ecco, amici, io ce l’ho che quelle scimmiette decerebrate che hanno votato e che magari rivoterebbero questi delinquenti che hanno devastato loro, le loro famiglie e l’Italia intera!

cazzotto

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter