L’Aquila. I soldi dei terremotati alle banche. Altro che Bertoladro!

Sisma L’Aquila, 5 milioni di aiuti via sms
finiscono alle banche, non ai terremotati

Terremoto Abruzzo, i soldi degli Sms imboscati dalle banche

I circa cinque milioni di euro donati dagli italiani per “dare una mano” alla ricostruzione dei luoghi colpiti dal sisma del 2009, sono fermi nei forzieri degli istituti di credito. La Etimos, accusata nei giorni scorsi su alcuni blog di aver gestito direttamente il patrimonio, ci ha sì guadagnato e spiega come li ha spesi

http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/06/16/terremoto-abruzzo-i-soldi-degli-sms-imboscati-dalle-banche/265450/

terremotoaq_interno nuova

 

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Burlesquoni spendaccione solamente con le zoccole. E i terremotati? E gli indigenti?

Una dozzina di auto in regalo alle ospiti
Il cassiere del premier spese 280mila euro

Doni costosi Valore medio, 20 mila euro. Ma c’è anche una Land Rover da 70 mila euro

L’inchiesta su Ruby

Una dozzina di auto in regalo alle ospiti
Il cassiere del premier spese 280mila euro

Doni costosi Valore medio, 20 mila euro. Ma c’è anche una Land Rover da 70 mila euro

MILANO – Oltre 280.000 euro spesi dal presidente del Consiglio per regalare almeno 13 automobili ad altrettante ragazze, alcune delle quali indicate dalla Procura come prostituitesi con il premier nella sua residenza di Arcore. «Meno male che Silvio c’è», o meglio che ci sono i suoi bonifici e gli assegni circolari emessi dall’amministratore del suo patrimonio personale, Giuseppe Spinelli: meno male non solo per le beneficiate, ma paradossalmente anche per i pm, perché, se dovessero invece basarsi solo sull’attendibilità intrinseca di Ruby, avrebbero non pochi problemi. Ma poco alla volta le indicazioni della ragazza marocchina – ospite di Arcore da minorenne almeno 7 notti nel 2010 e al telefono con il premier 67 volte in due mesi e mezzo, come testimoniano i muti tabulati telefonici -, stanno trovando, in mezzo a non poche smentite, una qualche indiretta conferma anche quando in partenza non sono proprio oro zecchino. Così, ad esempio, in uno dei suoi confusi verbali estivi, Ruby aveva attribuito al premier la «promessa di una Audi R8 in regalo che aveva già acquistato per me e mi fece vedere nella terza serata» ad Arcore.

Adesso, dalle verifiche degli inquirenti che dalle intercettazioni già avevano afferrato l’esistenza di qualche auto regalata a ragazze già retribuite con contanti e gioielli e affitti di appartamenti, emerge una prassi ricorrente. Due vetture, comprate in una concessionaria di Monza, entrambe Mini One intestate ad altrettante ragazze, risultano acquistate direttamente da bonifici aventi «Silvio Berlusconi» come ordinante presso il Monte dei Paschi di Siena. Altre quattro Mini, cinque Mercedes Smart Fortwo e una cabriolet Volkswagen New Beetle appaiono intestate a ragazze ma sono state pagate con assegni circolari emessi con soldi provenienti da conti della Banca Popolare di Sondrio nella disponibilità del «tesoriere» del portafoglio del premier, Spinelli.

Quasi sempre si tratta di valori intorno ai 20-24.000 euro, talvolta «solo» 12.000 euro. Ma c’è anche una Land Rover da 70.000 euro, intestata a una ragazza, sebbene pagata da Spinelli. Totale: intorno ai 280.000 euro. Più altre due auto, una Honda Jazz e una Mini, pagate in contanti dalle ragazze. E una Mini di cui mancano le carte per una sfortunata coincidenza: i titolari della concessionaria cagliaritana che la vendettero sono stati nel frattempo arrestati per un traffico di auto di lusso vendute senza Iva a vip e sportivi.

Luigi Ferrarella
Giuseppe Guastella

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Borghezio attacca i terremotati:”L’Abruzzo è un peso morto” °°° Lui invece, che ci costa milioni l’anno, sarebbe un peso vivo?

Ma ditemi se dobbiamo mantenere anche questi trogloditi fallati. Si sono rubati miliardi a pacchi, hanno devastato la nazione, hanno piazzato tutti i loro familiari di merda fino alla quinta generazione a succhiarsi lauti stipendi statali, hanno tagliato il 90% dei trasferimenti a tutte le amministrazioni “rosse” (le uniche che hanno sempre funzionato), e ora hanno anche la faccia come il culo di insultare i terremotati o i napoletani! Spero che la giustizia faccia il suo corso che i magistrati obesti  arrestino tutti questi sacchi di merda della lega ladrona e tutti i loro amici delle cricche berlusconiche che hanno devastato la Campania con i rifiuti tossici del nord e costruito case di cartone in tutta Italia.

NEGHER

borghezio

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

L’Aquila, il governo non paga gli albergatori: sospesi i servizi per i terremotati°°° IL GOVERNO DEL FARD

aquilaL’Aquila, il governo non paga gli albergatori: sospesi i servizi per i terremotati

 

Fu un vanto del governo del fare! Per mesi fu il motto di Silvio Berlusconi “non c’è più nessuno nelle tendopoli”.

Ma come sempre tutti i nodi arrivano al pettine .. la denuncia era arrivata già diversi mesi fa “Quando l’emergenza era gestita dalla Protezione civile abbiamo ricevuto i primi pagamenti. Ora che è tutto in mano alla Regione, non vediamo più un euro” , con il serio rischio di vedere gli albergatori in gravi difficoltà e la sciagurata possibilità, prima o poi (se fosse continuato questo andazzo), di chiusura!

Domani scade l’ultimatum di Federalberghi per risolvere la situazione e come annuncia in una nota il vicepresidente Mara Quaianni :

“Nonostante le rassicurazioni ricevute dal commissario Chiodi, a oggi non risultano ancora pervenuti i pagamenti delle nostre spettanze”

La situazione è diventata ormai talmente insostenbile che gli albergatori si vedranno costretti a sospendere i servizi di “pulizia, cambio biancheria e ristorazione agli ospiti aquilani”.

“Siamo dispiaciuti del fatto che a subire le conseguenze di tale incresciosa situazione saranno i nostri concittadini già come noi fortemente colpiti dal terremoto, ma non abbiamo purtroppo altri mezzi per sostenere le nostre ragioni che sono evidenti. Ovviamente – conclude – appena riceveremo quanto dovuto, riattiveremo i servizi che abbiamo assicurato, con grandi sacrifici e difficoltà finanziarie, sin dall’inizio del post-sisma”

Insomma un ulteriore dato a conferma del grande lavoro messo in opera dal governo del fare! e fortuna che il premier in piena campagna elettorale dichiarò “Ghe pensi mi”.
http://stopthecensure.blogspot.com/2010/10/laquila-il-governo-non-paga-gli.html

°°° Mi dispiace per i terremotati, ma sono quasi contento per le teste di cazzo che hanno creduto, ancora una volta, alle minchiate del mafionano  e hanno votato per due pregiudicati destronzi alle amministrative scorse.

 

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Segnalazione

Un’amica di FB mi segnala questo da L’Aquila:

IN MERITO AGRISERVICE

Le bugie di AGRISERVICE

aquila

debiti

Ho appreso dagli organi d’informazione della determinazione del Comune che ha messo i sigilli a parte della struttura Agriservice, sita in Viale della Croce Rossa, limitandone l’attività. Lungi da me entrare nel merito dell’iniziativa ma, ad onor del vero, mi preme smentire le dichiarazioni rilasciate dal

Continue reading

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

La vergogna, lo schifo

Con circa quaranta milioni di disperati e nuovi poveri in Italia, a causa del regime inetto e ladro di Burlesquoni; con l’economia a puttane; il turismo, la cultura e l’informazione massacrati; con gli almerghi e perfino i campeggi vuoti ovunque, tranne nelle regioni governate dai “comunisti” dove tutto funziona… nei sedicenti tg di regime si parla d’altro. Pur di non mostrare l’agghiacciante realtà, vanno a intervistare quattro comparse di merdaset che, beate loro, sono sempre in vacanza e non hanno problemi di soldi. Se non fossero comparse e figuranti, sarebbero sicuramente spacciatori o evasori fiscali.

E intanto, all’Aquila nelle tendopoli si muore di caldo e della più totale mancanza di servizi. Dove sono i terremotati che il Mafionano pedofilo doveva ospitare?

aquila

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Buongiorno a tutti!

Scusate, vagabondi, ma ero in giro per pagamenti e commissioni. Oggi inizio con una bella notizia: Carla Bruni mostra i dentini, schizza il mafionano, e se ne va da sola a parlare coi terremotati. Cosa che ha fatto anche Obama ieri e che ha fatto anche George Clooney. Mica luca barbareschi o gabriella carlucci…

este_10113313_35420

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter