Un pentito di mafia: “Le stragi del ’93 chieste da Berlusconi e da Dell’Utri”

http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/02/28/un-pentito-di-mafia-le-stragi-del-93-chieste-da-b-e-da-dellutri/194251/#.T00MS9UkEq8.facebook

°°° Mi son levato la soddisfazione, nelle ultime serate che la mafia mi ha consentito di fare in teatro e in due programmi televisivi (Zelig, ad esempio) di fare questa battuta, tagliata inopinatamente in tv:

“Arcore, anni 90. Berlusconi arriva alla reggia, seguito da dell’utri, e si chiudono in tutta fretta nello studio. Burlesquoni intima al suo segretario di non essere disturbato per nessun motivo. Passa qualche ora e la porta dello studio si spalanca. Il segretario ha i capelli dritti e balbetta: “Do-dottore… dottore…”

“Cribbio! – esclama il boss – Ma non sono stato chiaro? Non avevo detto che non volevo essere disturbato?!”

“Sì, padrone, mi scusi… ma è successa una cosa terribile!”

“E che sarebbe questa COSA TERRIBILE?”

“Dottore… ehm… è saltato in aria il giudice Falcone, con la moglie Francesca Morvillo e tutta la scorta…”

Burlesquoni resta un attimo basito, poi fissa dell’utri e fa:

“CAZZO! Ma sono già le sei meno un quarto?!”

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Lascia un Commento