La malavita ci riprova con la legge bavaglio per continuare ad agire indisturbata, vero Silvio?

Nuova legge bavaglio, altolà Pd e Udc

Zagrebelsky: “Norme che neanche il fascismo…”

Ma il Pdl insiste per approvare la cosidetta legge salva-Sallusti: “È la direzione giusta”. L’allarme della Fnsi. Il democratico Chiti che aveva sottoscritto il ddl con Gasparri vuole ritirare la firma

http://www.repubblica.it/politica/2012/10/22/news/nuova_legge_bavaglio_altol_pd_e_udc_non_faremo_passare_quel_testo-45039306/?ref=HREA-1

 

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

La Severino, ostaggio del nano, vuol fare la legge bavaglio ma non quella anticorruzione che interessa tutti noi!

Intercettazioni, la Severino
“Riforma difficile ma va fatta”

Il disegno di legge anticorruzione, invece, è destinato al “binario morto” in Parlamento.

°°°No, ciccia, hai capito male. L’Italia è nella merda e respinge gli investitori esteri e nazionali perché è un paese corrotto, non perché pubblica le intercettazioni dei criminali. Queste idiozie lasciale dire alla cosca del delinquente diversamente alto, non offendere la nostra intelligenza. Grazie.

 

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Berlusconi all’attacco sulle intercettazioni.Torna il progetto della legge bavaglio°°° Da bravo bandito.

Giustizia, il governo va avanti
il premier rivuole la legge “bavaglio”

Il Cavaliere riunisce il governo, chiede tempi rapidi, rilancia sulle intercettazioni e punta sul vecchio testo senza le modifiche dei finiani. Sul tavolo anche il ripristino dell’immunità parlamentare. Anm: “Riforme punitive. Non ci intimidiscono”

Giustizia, il governo va avanti il premier rivuole la legge "bavaglio"

ROMA – Giustizia, il governo insiste 1. Con il Consiglio dei ministri che approva all’unanimità la relazione del ministro della Giustizia Angelino Alfano sul ddl che contiene la riforma costituzionale della giustizia. E con l’annuncio di un Cdm straordinario che sarà convocato nei prossimi giorni per l’approvazione definitiva della riforma. Un comitato formato da ministri ed esperti si riunirà per approfondire i contenuti del testo. Da quello che filtra il premier punta anche a riprendere in mano il ddl sulle intercettazioni fermo alla Camera dei deputati, tornando però al testo originario, la cosidetta legge-bavaglio, vale a dire la versione precedente le modifiche imposte anche da finiani e centristi. Al momento tuttavia non è ancora chiaro se il ritorno al testo precedente le modifiche comporti degli emendamenti che facciano tornare al provvedimento così come era stato approvato dal Senato oppure se, pur modificandone l’impianto, il testo debba comunque essere sottoposto a un nuovo voto a Palazzo Madama.

Per Luca Palamara, presidente dell’Anm, si tratta di “un copione già visto: ogni volta che emergono vicende giudiziarie che coinvolgono il premier, prima arrivano insulti, poi seguono iniziative legislative punitive per i magistrati”. “Noi non ci faremo intimidire – ha aggiunto il leader del sindacato delle toghe – e continueremo ad applicare la legge con serenità, imparzialità, in maniera eguale per tutti e a spiegare quali sono le

Continue reading

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Porcate nascoste nel ddl contro la libertà di stampa e di indagine: legge bavaglio

Quante porcate sono contenute in questo obbrobrio anticostituzionale, schifato da tutti gli organismi internazionali e da tutti i Paesi civili? Eccovene una, che serve al mafionano per tenersi abbarbicato alla poltrona ed evitare la galera, grazie all’aiuto della cosca chiesastica:

L’art. 1 comma 25 stabilisce infatti che se si dovesse indagare,
quindi anche intercettare, un ecclesiastico del culto cattolico, il pubblico ministero deve prima informare l’autorità ecclesiastica competente, un vescovo se l’indagato è un prete, addirittura la
Segreteria di Stato vaticana, cioè una autorità straniera, se
l’indagato è un vescovo! La norma è attuativa di un punto del Concordato del 1984 in vigore tra l’Italia e la Chiesa cattolica, fondamento normativo della mole di privilegi sociali, giuridici ed economici
divorati quotidianamente dalle gerarchie ecclesiastiche.

papocchio

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Legge bavaglio, Berlusconi insiste… ma può scappare a cagare!

Legge bavaglio, Berlusconi insiste
“Modifiche, ma approvarla”

Il premier chiede al Pdl di mobilitarsi: “Impedire che subisca la sorte che tocca alle leggi che non piacciono alla sinistra e ai suoi pm”.

°°° Giusto. Infatti deve piacere solo a voi delinquenti e ai vostri giudici comprati!

L’ITALIA DI BERLUSCONI: UNA MERDA

B.troiaio

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter