Sergio De Gregorio e lo scoop del ’95: “Screditare Buscetta per colpire i pm”

La confessione dell’ex senatore del Popolo della LIbertà, che nel 1995, da giornalista del settimanale Oggi, era sulla nave Veracruz per “beccare” il pentito in crociera e “salvare” Silvio Berlusconi e Giulio Andreotti

Speravo di incontrare Sergio De Gregorio. Lo conosco dagli anni Settanta, giovanissimi cronisti aNapoli. Avevamo un amico in comune, il grande inviato Giuseppe Marrazzo. Poi ci siamo persi di vista, storie diverse. Ma è dal 1995 che avevo un domanda da fargli, da quando l’ex senatore comprato da Silvio Berlusconi, inviato del settimanale Oggi, intervistò e pubblicò le fotografie diTommaso Buscetta in crociera nel Mediterraneo. “Da chi hai avuto la soffiata?”. Ho sempre pensato che fossero stati i servizi segreti e oggi Sergio De Gregorio lo ammette candidamente: “La ebbi probabilmente da qualcuno dei servizi di sicurezza dello Stato che non era d’accordo con quella operazione”.

1995. Stava per cominciare il processo Andreotti ed era partita la campagna di delegittimazione dei collaboratori di giustizia. Tommaso Buscetta è il pentito più importante di Cosa Nostra. Dopo la morte di Giovanni Falcone aveva fatto il nome di Giulio Andreotti e, rileggendo Gli Intoccabili diPeter Gomez e Marco Travaglio, mi torna in mente che il 15 luglio 1995 la Procura di Palermo aveva interrogato don Masino per un’inchiesta minore, che prende il nome da una banca palermitana, la Cram. Qualcuno teme che Buscetta racconti qualcosa anche sul conto di Marcello Dell’Utri e Silvio Berlusconi. “Così in tempo reale scatta quella che i pm del processo Dell’Utri definiranno “la trappola”. Subito dopo l’audizione davanti ai pm siciliani, don Masino parte con la famiglia per una crociera nel Mediterraneo. Viaggia in incognito, con nome e documenti di copertura forniti dalle autorità americane sulla motonave Veracruz. Durante la crociera, viene avvicinato da Sergio De Gregorio. L’ex senatore, all’epoca giornalista, anticipa al telefono in un’intervista alCorriere della Sera di aver incontrato per il settimanale Oggi Tommaso Buscetta e i Buscetta vengono precipitosamente prelevati dai Nocs in alto mare e messi in sicurezza.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/09/28/sergio-de-gregorio-e-scoop-del-95-screditare-buscetta-per-colpire-pm/726740/

Sergio De Gregorio e lo scoop del ’95: “Screditare Buscetta per colpire i pm”

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Chi deride Ingroia che parla del rilancio dell’economia battendo la mafia e sequestrandone i beni non ha capito nulla.

Sarebbero mille miliardi l’anno da investire in welfare, creazione di nuovi posti di lavoro, dimezzamento delle tasse, richiamo per tanti investitori stranieri, investimenti massicci in servizi, infrastrutture, su scuola-ricerca-università, etc. Ripeto, chi non capisce questo è stupido o è complice.

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

I mafiosi Burlesquoni, dell’utri e cosentino contro l’eroe Ingroia e il Grasso alle elezioni. Guardie e ladri.

Il procuratore Grasso si candida col Pd
Berlusconi rilancia Dell’Utri e Cosentino

°°°Ancora una volta il delinquente berlusconi silvio si distingue per la sua arroganza mafiosa. Ma stavolta piglierà una tramvata mostruosa.

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter