Berlusconi, da Palazzo Chigi ai tribunali… quanto mi dispiace, signora mia!

Da Palazzo Chigi ai tribunali
Ecco cosa aspetta Berlusconi

processi berlusconi infografica
Non è più Presidente del Consiglio, ma resterà in ogni caso un parlamentare: cambia così la quantità e la qualità degli impegni che Silvio Berlusconi potrà eventualmente invocare per chiedere il legittimo impedimento, prerogativa però che non decade, per quanto “attenuata” e su cui di recente la Corte Costituzionale ha stabilito sia il giudice a sindacare, riguardo ai processi a suo carico. In altre parole, se prima gli impegni del Presidente del Consiglio erano fitti e anche imprevedibili, potendosi fissare anche ‘ad horas’, ora la situazione è ben diversa. Sono quattro in tutto, solo a Milano, i casi che lo coinvolgono e lo aspettano: il caso Ruby, il processo Mills, la vicenda Mediaset e quella relativa al nastro dell’intercettazione Fassino- Consorte.

Il cosiddetto caso Ruby, aggiornato al

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Salute e grano! Il boss convoca la cupola dei servi a casa sua…

Quando mi facevo sfruttare dalla fininvest (’86-’90) venni invitato un paio di volte per  “i venerdì di Arcore”. Ogni venerdì, infatti, l’allora “imprenditore televisivo”  berlusconi dedicava il venerdì agli affari dell’azienda, mentre il resto della settimana era dedicato – come abbiamo scoperto dal1994 ad oggi – ai traffici sporchi, alla corruzione, al riciclaggio, e ai delitti in genere.

Il venerdì berlusconi invitava tutti i vertici e gli alti dirigenti e, a fine riunione, amava intrattenersi a cena con le gnocche più zoccole e con qualcuna di noi star. Ho sempre rifiutato gentilmente gli inviti. Non so perché, ma presumo per il mio sesto senso che mi bloccava: come quando rifiutai filmacci da bar sport o  ricchi contratti e sontuosi anticipi da impresari che poi avrei scoperto legati alla  malavita. Sensori.

Io non ci andavo, unico  tra tutti i fortunati papabili, ma potevo capire che il nano megalomane volesse ergersi a Lorenzo il Magnifico, anche se c’era una piccola differenza tra il Bronzino, il Vasari, Leonardo da Vinci e… boldi, greggio, gerriscotti.

Tutto questo per dirvi che andava bene che un tycoon ospitasse  alla sua reggia (allora nessuno sapeva che avesse rubato anche  i possedimenti  e la villona di Arcore, trasformandola in Hardcore…), ma NON VA AFFATTO BENE  e non accade in nessun Paese civile che il boss…  il presidente del consiglio,  convochi a casa propria i ministri, i grandi commis di stato,  e i capoccia malavitosi vari.

C’E'  PALAZZO CHIGI per queste riunioni. Uno dei più sontuosi e sfarzosi palazzi del mondo.

Ma noi sappiamo benissimo che silvio berlusconi non ha nessuna cultura istituzionale, nessuna cultura etica, nessuna cultura democratica, NESSUNA CULTURA…

I ministri non sono che suoi domestici senza nessuna autonomia e senza nessuna autorità, i suoi parlamentari, scelti accuratamente, sono un piccolo parco buoi cooptati solo ed esclusivamente per fare numero e…  per presentare qualche legge porcata scritta da previti-gelli-ghedini, usata talvolta come ballon d’essais: se va, bene, altrimenti il boss si dissocia e fa ritirare la legge.

Basso impero e bassa macelleria, amici. MENO MALE CHE STA PER FINIRE!

SILVIO  L’APROSTATA

B.D'Addario

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Il delinquente convoca i ministri a casa sua… ma dove si è mai visto?

Dunque, amici… PRIMA questo merdaiolo riciclatore e corruttore ci fa spendere centinaia e centinaia di milioni di euro per rifare l’arredamento di palazzo Chigi: non gli piaceva. (Si sa l’omuncolo è personcina di estremo gusto…) DOPO però non ci passa nemmeno e convoca i suoi servi, sedicenti ministri, a casa sua, per impartire i nuovi ordini. Ma in che cazzo di barzelletta macabra stiamo vivendo?!

b.manette

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Quando il pesce puzza dalla testa e la testa sta a Palazzo Chigi

Rc auto, in Italia premi record
Il doppio di Francia e Germania

I dati nella relazione annuale dell’Isvap: da noi si pagano in media 407 euro contro i 172 dei francesi. Nel 2002-2009, l’incremento dei prezzi delle assicurazioni è stato il triplo rispetto al resto d’Europa.

°°° Questo succede quando i ladri al potere autorizzano tutti i loro compagni di merende a rubare.

b.aforas

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

BANDA LARGA

Banda larga, insorge il popolo della Rete, anche  Confindustria

contro lo stop di Palazzo Chigi

°°° Che volete, amici?  Per Berlusconi, che dispone del BONDI LARGO,  la BANDA LARGA non è che un’ampia BANDANA. E lui crede di aver risolto i suoi problemi tricologici con la nutria morta che si appiccica la mattina, quindi la banda larga non serve più.

IL BONDI  LARGO

bondi


Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter