Il Partito dei Ladri tessera anche i morti. Non gli basta più derubarli.

In Veneto persone decedute iscritte al Pdl
Sequestri dei carabinieri in via dell’Umiltà

Dopo gli iscritti fantasma in Emilia Romagna continua la campagna di tesseramento facile del partito di Berlusconi in vista dei congressi

L’homepage del sito del Pdl di Vicenza

Tessere del Pdl intestate a persone che non avrebbero mai fatto richiesta di adesione al partito e che in alcuni casi erano già defunte.Dopo il caso dell’Emilia Romagna che rischia di finire in tribunale, sembra destinato ad ampliarsi anche il fronte vicentino della storia dopo che i carabinieri si sono presentati alla sede nazionale del Partito della Libertà, in via dell’Umiltà, a Roma, e hanno sequestrato altre 29 tessere.

Accade alla vigilia del congresso del Pdl nella città veneta, in programma il 12 febbraio al teatro comunale per decidere la nuova leadership locale a cui punterebbe l’eurodeputato e vice coordinatore provinciale Sergio Berlato. E il tutto viene calato in un’inchiesta più ampia avviata di recente dal pubblico ministero di Vicenza Paolo Pecori. Inchiesta in base alla quale già altre iscrizioni erano sotto verifica da parte della magistratura per stabilire se rientrassero tra quelle sulla cui autenticità ci sono dubbi.

Secondo le informazioni finora riscontrate, un primo sequestro effettuato della settimana scorsa e il secondo, più recente, riguardano persone che mai hanno compiuto la scelta di iscriversi al partito dell’ex premier Silvio Berlusconi e a suffragio di ciò mancherebbe anche prova del versamento dei 10 euro previsti per l’adesione. Inoltre i carabinieri starebbero conducendo controlli specifici su una decina di tessere che risulterebbero sottoscritte da persone già passate a miglior vita al momento dell’iscrizione.

Il deputato Gregorio Fontana, che ha ricevuto i militari vicentini e che ha consegnato loro il materiale richiesto, ha dichiarato che “da parte nostra c’è la massima collaborazione alle indagini” che ipotizzano il reato di falso continuato in scrittura privata per poco meno 8 mila tessere su un totale di 16 mila. Quasi la metà, infatti, quelle che sembrano denotare stranezze, non ultima l’assenza della fotocopia di un documento d’identità valido. E adesso occorre capire se davvero – come ritiene la procura di Vicenza – qualcuno abbia preso l’elenco dell’associazione cacciatori veneti riportando generalità e dati anagrafici senza averne diritto.

Dagli accertamenti, tra le ulteriori eccentricità al vaglio degli inquirenti, compare anche il fatto che tra gli iscritti siano finiti sindaci, amministratori e politici locali di altri partiti, tra cui la Lega Nord eRifondazione Comunista. Tra loro compare inoltre il nome di Massimo Calearo, eletto in parlamento nel 2008 per il Partito Democratico passando in seguito ad Alleanza per l’Italia (Api) di Francesco Rutelli e proseguendo il suo pellegrinaggio transpartitico anche attraverso i responsabili di Domenico Scilipoti.

Nel frattempo, sulla scia delle indagini della magistratura, una trentina di iscritti (veri) al Pdl ha annunciato che non parteciperà al congresso di Vicenza. In parallelo ulteriori verifiche sono in corso in altre città del Veneto. In particolare a Treviso sono nel mirino 1.172 tessere su un numero complessivo di poco più di 5.500. Tante sarebbero infatti quelle che, come accaduto a Vicenza, non sarebbero corredate da copia di carta d’identità. A Verona, invece, il fenomeno avrebbe riguardato un numero inferiore di moduli, 214 su 11 mila, mentre a Belluno si è già deciso di dichiarare nulle 208 tessere che sarebbero state pagate con un unico versamento postale.

°°° Distinguere il vero dal falso?! E che cce vo’ il falso, ma proprio il più falso del mondo si chiama silvio burlesquoni.
Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Roma. Metro C, l’incompiuta più costosa d’Europa. Ma con Rutelli i cantieri finivano addirittura prima della scadenza. Come mai?

Metro C, l’incompiuta più costosa d’Europa

La spesa a Roma è salita a oltre 5 miliardi. Un «cantiere» iniziato nel ’90. A Madrid sono bastati 36 mesi

 

La galleria della metro C (Omniroma)La galleria della metro C (Omniroma)
ROMA - «Non è inopportuno ricordare che il cantiere di piazza Venezia è nel centro della città storica… per cui dovranno essere adottate tutte le tecniche disponibili per garantire la tutela del patrimonio archeologico, indipendentemente dai loro costi e dai tempi». Firmato Angelo Bottini, soprintendente per i beni archeologici di Roma. Questo avvertimento, spedito il 19 dicembre 2007 alla società Roma metropolitane, aiuta a capire perché la linea C della metro della capitale è destinata ad aggiudicarsi il record dell’opera pubblica più costosa e più lenta d’Europa. Probabilmente anche del mondo. Se mai si completerà. Perché il rischio che rimanga a metà, senza cioè la parte più importante del tracciato che dovrebbe collegare il Colosseo con piazzale Clodio passando per San Pietro, è più che concreto.
°°° Lo ripeto per i distratti: Rutelli, come politico nazionale è una pippa, ma è stato il miglior sindaco di Roma. Non ha mai rubato una lira né ha permesso a nessuno di farlo; ha cambiato il volto della città al 1000% in meglio e da cloaca massima, sporca, disorganizzata e volgare, l’ha trasformata nella metropoli più allegra, ordinata e pulita del mondo. Io c’ero, prima – durante – e dopo, e posso testimoniarlo. Oggi, con la destra al comune e alla regione, siamo tornati indietro di 50 anni, coi disagi di Calcutta e la delinquenza del Bronx.
Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

“L’ex tesoriere della Margherita ha sottratto 13 milioni al partito”

Indagato Lusi: bonifici a se stesso e immobili di prestigio. Il parlamentare ha già confessato e promesso di restituire i soldi. La frode tra il 2008 e il 2011. Denaro allo studio della moglie come “consulenza”

"L'ex tesoriere della Margherita  ha sottratto 13 milioni al partito"  

http://www.repubblica.it/politica/2012/01/31/news/lusi_margherita_sottrazione_fondi-29056231/?ref=HREC1-52

°°° E’ anche questo schifo dei mega finanziamenti ai partiti che deve finire. I partiti devono essere come i giornali tipo Il fatto o Il Male e come le compagnie tatrali: se la gente paga per iscriversi o per leggere o per assistere CAMPI, altrimenti devi morire! Perché noi dobbiamo mantenere nel lusso per molte volte una pletora di magnaccia e teste di cazzo inutili?

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Roma, far west. La sicurezza (e la Roma VERA)che se n’è andata con Rutelli…

Far West a Roma, un altro agguato
Pregiudicato ucciso in pieno giorno

Far West a Roma, un altro agguato Pregiudicato ucciso in pieno giorno La sparatoria nel quartiere di Primavalle. L’uomo, un trentenne con precedenti per droga e rapina, è stato colpito da almeno 4 colpi di pistola. Trasportato in ospedale, è morto dissanguato. E’ l’ennesimo episodio di questo genere nella Capitale

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Il figlio di Rutelli

Francisco Rutelli è steso sulla sabbia con suo padre, nella spiaggia per nudisti di Capocotta. Il ragazzino guarda le persone che sono intorno a lui e chiede a suo padre: “Perché ci sono degli uomini che hanno il pipino verso l’alto e altri che lo hanno verso il basso?”. Imbarazzato il padre risponde: “Beh… quelli che lo hanno verso l’alto sono ricchi, quelli che ce l’hanno verso il basso sono poveri. La risposta soddisfa Francisco, che però continua a guardarsi intorno. Poco dopo, suo padre gli domanda: “Ciccio, hai visto tua madre?”. “Sì, era dietro un cespuglio che parlava con un uomo povero,  che poi è diventato ricco e ora gli sta succhiando tutti i soldi. Credo.”

pazienza

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Rutelli

ROMA. Una donna si presenta al posto di Polizia per denunciare un’aggressione. Il poliziotto le chiede: “Cosa e’ successo?”. E lei, agitata: “Lavoro nella segretaria dell’onorevole Rutelli; questo pomeriggio ero rimasta sola in ufficio quando si è spenta la luce e un uomo mi ha violentata”. Il poliziotto le chiede: “Ha qualche sospetto su chi possa essere stato?”. “Penso sia stato Rutelli”. “E come mai ne è così sicura?”. “Beh… ho dovuto fare tutto da sola!”.

SEGRETARIE  DI  OGGI

fuckyou

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

L’inciucio, Cicciobello, ciucciatemelo

L’associazione presentata a Roma: “Inizia un percorso politico diverso”

Firmano l’atto di nascita anche Cacciari, Dellai, Lanzillotta, Tabacci e Vita

“Cambiamento e buongoverno”

comincia la nuova stagione di Rutelli


LA MOTO DI RUTELLO PER LA NUOVA STRADA

moto-capezzone

“Non siamo un club di riflessioni culturali e nemmeno un partitino di scontenti”
Casini vede l’ex sindaco di Roma: “Le nostre strade s’incontreranno”
ROMA – Se qualcuno aveva ancora dubbi che

Continue reading

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Rutelli, fuori dalle palle!

L’ex leader della Margherita conferma di voler lasciare i democratici

“Il centrosinistra sta ripercorrendo le strade del passato, è un errore”
Pd, Rutelli annuncia lo strappo
“Percorso diverso, con persone diverse”

°°° Ecco il nuovo mastella. Un perdente nato che è stato un ottimo sindaco di Roma, ma che come politico nazionale ha dimostrato tutta la sua mediocrità. E’ in cerca di un posto al sole o di soldi e prebende da parte di Mafiolo? O forse gli bastano le regalie del suocero di Casini? Sta di fatto che, con questa mossa imbecille e volgare, forse vanifica tutti gli sforzi che la società civile sta facendo per cacciare la mafia dal potere. VERGOGNA, CICCIOBELLO!

RUTELLI, IN BIANCO, PARTECIPA ALL’AMMUCCHIATA CASINI-MONTEZEMOLO

ammucchiata


Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter