In Italia B. ha fatto solo leggi PRO MAFIA e quindi Pro domo sua, ma all’estero…

Gran Bretagna arriva lo scudo fiscale: ma il conto per gli evasori sarà più caro che in Italia

Sarà applicata anche una sanzione una tantum per sanare tutte le tasse non pagate in passato. Un trattamento ben diverso rispetto a quello riservato da Tremonti agli evasori italiani che, a partire dal luglio del 2009, hanno pagato un’aliquota del 5%, senza l’applicazione di alcuna penale o sanzione

Gli inglesi che hanno nascosto miliardi di sterline in Svizzera pagheranno al fisco britannico il 50% sui redditi generati oltrefrontiera. A rivelarlo è il Financial Times che in un articolo, pubblicato ieri, parla di “accordo senza precedenti tra Svizzera e Gran Bretagna, che renderà legali i patrimoni non dichiarati”. Lo scudo fiscale all’inglese dovrebbe entrare in vigore nel corso del mese di maggio e dal quotidiano finanziario di Londra viene visto come una mezza sconfitta: “negli ultimi due anni i governi a livello internazionale hanno combattuto contro i paradisi fiscali per cancellare il segreto bancario e denunciare pubblicamente gli evasori. Ora la rotta è cambiata”. I paradisi fiscali restano al loro posto, ma almeno si cerca di limitare i loro danni, portando a casa il massimo possibile dagli evasori.

Grazie all’accordo con le autorità svizzere il governo inglese dovrebbe riuscire a recuperare 3 miliardi di sterline (3,3 miliardi di euro): oltre alla tassazione al 50% dei redditi generati sui conti svizzeri, sarà applicata anche una sanzione una tantum per recuperare tutte le tasse non pagate in passato. Un trattamento ben diverso rispetto a quello riservato dal ministro Tremonti agli evasori italiani che, a partire dal luglio del 2009, hanno rimpatriato 104,5 miliardi di euro pagando una misera aliquota del 5%, senza l’applicazione di alcuna penale o sanzione. Alle casse del Tesoro lo scudo ha fruttato 5,6 miliardi di entrate. Se si fosse seguita la strada inglese, avremmo forse potuto portare a casa molto di più, grazie alle tasse sui capitali esportati all’estero. Utopia irrealizzabile? Considerando quello che si preparano a fare gli inglesi sembra proprio di no. Grazie all’accordo, le autorità di Berna tasseranno i patrimoni britannici in Svizzera per conto del governo inglese. I ricavi saranno poi trasferiti a Londra, mentre i nomi degli evasori continueranno a rimanere segreti. “La mossa del governo inglese sarà considerata controversa da molti perché finirà per trattare meglio gli evasori offshore rispetto ai cittadini onesti che pagano le tasse in patria”, scrive il Financial Times. “Ma sarà salutata con favore da alcuni settori della società, perché è un’azione pragmatica per recuperare entrate fiscali da investitori che, molto probabilmente, non sarebbero mai stati toccati”.

Le trattative tra Gran Bretagna e Svizzera dovrebbero arrivare alla fase conclusiva entro la fine della settimana. In cambio della tassazione degli asset inglesi, la Svizzera chiede di migliorare l’accesso al mercato britannico da parte delle banche private elvetiche che non hanno una filiale in Inghilterra. Un accordo simile starebbe per essere siglato anche tra Svizzera e Germania. “La disponibilità della Svizzera a negoziare in trattative di questo tipo sarebbe stata impensabile fino due o tre anni fa”, ha dichiarato al Financial Times Andrew Watt, direttore dello studio di consulenza Alvarez & Marsal. “Anche se a molti può sembrare inadeguato, anche se è solo un piccolo spiraglio di luce, rimane un risultato sorprendente”.

In base a quanto riporta il Financial Times, alcuni investitori britannici si preparerebbero a spostare i loro capitali dalla Svizzera ad altri centri finanziari, come Singapore, Hong Kong, Dubai e gli Stati Uniti. Gli italiani, invece, starebbero ricominciando a esportare in massa i propri capitali nelle banche del Ticino. In attesa del prossimo scudo.

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Dopo lo scudo fiscale del mafioso: Scoperta maxi-evasione fiscale a San Marino

Scoperta maxi-evasione fiscale a San Marino

Da inizio anno 330 verifiche dela Finanza: «Oltre un miliardo di euro sottratto al Fisco».
Il sistema: capitali “sporchi” lì dirottati per poi farli rientrare “puliti” nel territorio italiano.

°°°  Sapendo che lo stesso berlusconi deve allo stato almeno mille miliardi di euro: per quello che ha rubato all’erario (con contratti di favore per merdaset-mondadori-medusa-assicurazioni e banche, con aggiotaggi vari e insider trading insistito e reiterato)  e per tasse mai pagate (a cominciare dalla Siae e dalla cifra ridicola che versa per le concessioni tv), immaginate un po’ quante centinaia di miliardi di euro delle mafie e della cricca  sono spariti ogni anno dall’Italia. Solo per i suoi condoni mafiosi dovrebbe essere condannato a dieci ergastoli.

B.testina

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Scudo: incompatibile per la UE

LO SCUDO INCOMPATIBILE CON LE NORME EUROPEE

b-osso

vergogna1

di Giuseppe Scassellati Sforzolini 09.10.2009 (la Voce)

Prevedere la sospensione dell’obbligo di segnalazione delle operazioni sospette, come fa il cosiddetto scudo fiscale nella sua ultima versione, è una violazione della direttiva europea anti-riciclaggio. E secondo la

Continue reading

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Scudo fiscale, Di Pietro attacca

“E’ la legge di un parlamento mafioso”

Il leader dell’Idv: il ddl tutela “i ladri e a rimetterci sono i pensionati e gli operai”. E accusa: “Un provvedimento criminale”. Fini e Schifani ribattono: “Così si lede il prestigio delle istituzioni”

°°° E dove sarebbe il prestigio delle istituzioni? Forse nelle leggi vergogna imposte a voti di fiducia? Nei comportamenti e nella storia fuorilegge di silvio berlusconi? Dove? Nei mafiosi e pluricondannati e nel ciarpame che Mafiolo ha portato in parlamento e nei ministeri? DOVE!?

Fini e schifezza, ma andate affanculo!

B-Boia

ASINO_CAVALLO

berlusconi_ficco

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Porcate, porcate, porcate

Lo scudo sana anche ville auto e yacht

yatch01g

Sanatoria solo per
quelli registrati nell’Ue

STEFANO LEPRI
ROMA
Anche le case e gli yacht ignoti al fisco potranno essere regolarizzati con lo «scudo», purché si trovino, o siano registrati, in un paese dell’Unione europea. Man mano che l’estensione effettiva del provvedimento si precisa, risulta chiaro che non somiglia affatto a quelli adottati dagli Stati Uniti e dalla

Continue reading

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Torniamo nella merda

Scontro sullo scudo fiscale

“Un condono incivile”

Dopo le anticipazioni della bozza per il rientro dei capitali Pd e Idv all’attacco. “Inconcepibile in nessun Paese europeo”. “Riciclaggio di Stato”.

°°° Ecco pronto l’ennesimo regalo alla mafia, e quindi a se stesso, del vostro amato ducetto malavitoso. Questo scarto di verme continua imperterrito a commettere reati su reati, infischiandosene allegramente della distruzione in cui ci sta precipitando sempre di più e fottendosene anche dello schifo che suscita in tutto il mondo civile…

mafia1

berlusconi-clown

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Da Marco Travaglio

Io oblio, tu taci, egli auspica

Il Senato sta per approvare la legge bavaglio-guinzaglio per la cronaca giudiziaria e per le intercettazioni della magistratura. L’on. Carolina Lussana (Lega Nord) prepara il bavaglio anche per Internet, vietando

Continue reading

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter