Trentino, i legaioli banchettano con un orso? Ma le scimmie si cibano di plantigradi?

Pdl e Lega si spaccano sull’orso
“No al banchetto di carne”

L’iniziativa del Carroccio in Trentino provoca lo sconcerto nel Popolo della Libertà. Frattini: “Sconcertante, è un animale in via di estinzione”. Brambilla: “Il partito intervenga”. Prestigiacomo: “Evento barbarico”.  Insorgono Lav e Wwf. “Intervengano  Nas e Forestale”. Ma uno dei promotori inisiste: “Carne non italiana, vengano tutti al banchetto”

di FLAVIO BINI

Pdl e Lega si spaccano sull'orso "No al banchetto di carne"

ROMA – Da un lato la Lega Nord, capeggiata dal deputato Maurizio Fugatti, segretario del Carroccio in Trentino. Dall’altro i ministri del Popolo della Libertà e uno platea di associazioni ambientalistiche indignate. In mezzo, l’orso bruno. E’ infatti l’animale – specie a rischio – l’oggetto del contendere dell’ultima frizione tra i due alleati di governo. Superato lo scoglio della manovra 1 e trovato l’accordo per la riforma fiscale voluta dal Seantur, è scoppiato un nuovo caso. Al centro della polemica, una manifestazione organizzata in Trenitino dal Carroccio, in occasione della quale è previsto un banchetto a base di carne di orso. Obiettivo dell’iniziativa, protestare contro il programma Life Ursus, che prevede l’insediamento degli animali nelle montagne trentine.

“Un occasione per stare insieme”. Accade tutto in poche ore. Prima l’annuncio del deputato leghista, che con una punta di involontaria ironia annuncia l’immenente “lauto banchetto” organizzato per domenica “nel pieno rispetto del territorio e del naturale equilibrio fra uomo e animale”. E come se non bastasse, la puntualizzazione: “Sarà l’occasione per stare insieme all’aperto e rivivere antiche tradizioni gustando prelibati piatti tipici trentini i cui eccellenti sapori rischiano di sparire dalle nostre tavole”.

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Lascia un commento