Al cittadino non far sapere quanto ruba la cosca del Cavaliere. Silenzio sul processo alla cricca.

Da “La Stampa

ANEMONE ALL'USCITA DAL CARCERE

Dopo le prime due udienze rinviate per motivi tecnici, entra nel vivo il processo alla cosiddetta «Cricca» per gli appalti dei grandi eventi tra cui il G8 della Maddalena e i Mondiali di Nuoto di Roma.

Il processo vede imputati imprenditori, funzionari pubblici e professionisti accusati di aver creato un «sistema gelatinoso» attraverso cui venivano gestiti, al di fuori delle normali regole degli appalti pubblici, i lavori affidati dalla Protezione Civile all’epoca gestita da Guido Bertolaso, indagato.

Deus ex machina del meccanismo corruttivo sarebbe Diego Anemone, imprenditore che aveva a libro paga parecchi funzionari. Mercoledì, davanti al tribunale collegiale di Perugia, verranno affrontate le questioni di costituzione di parte civile e saranno discusse le eccezioni delle difese, compresa quella sulla competenza territoriale già sollevata davanti al giudice per le udienze preliminari.

bertolasoBERTOLASO

Nella scorsa udienza avevano annunciato di volersi costituire parte civile il ministero dell’Economia e Finanze, il Comando generale della

 

Continue reading

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

La “pazza idea” di un mentecatto malavitoso:Sgarbi, Bertolaso e Brambilla guideranno un partitino ciascuno. E arriveranno al 5%.

Se va bene! Dai, ragazzi, ci sarà da ridere ancora con questo lugubre Carro di Tespi senza più potere.

http://www.unita.it/italia/animalisti-artisti-grillini-br-ecco-le-liste-civiche-del-cav-1.419158

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Terremoto, Bertoladro indagato per i bagni nelle tendopoli. Ma si è rubato pure i WC?!

L’ex capo della protezione civile Guido Bertolaso è indagato per abuso d’ufficio insieme ad altre quattro persone nell’ambito di una inchiesta della procura della Repubblica di Roma sulle procedure di gara, i costi e la gestione dei bagni chimici messi  nelle numerose tendopoli dopo il terremoto del 6 aprile 2009.

L’inchiesta aperta dalla Procura dell’Aquila era stata trasferita a Roma per competenza territoriale in quanto i fatti contestati si sarebbero svolti nella Capitale.

Secondo quanto trapela dal palazzo di giustizia dell’Aquila, gli investigatori sospettano presunte irregolarità nella procedure di proroga dell’affidamento del servizio da parte di una commissione della Protezione civile all’azienda cui è stato affidato l’incarico dopo il terremoto. L’appalto ammonta a circa 34 milioni e ha visto prevalere la ditta Sebach. Le indagini furono avviate in seguito all’esposto di una ditta esclusa dalla fornitura.

Bertolaso, condannato per il sisma

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Percolato nel mare della Campania. Indagato anche Guido Bertolaso

Vincenzo Iurillo


Le accuse spaziano dall’associazione per delinquere alla truffa. Destinatari, tra gli altri, l’ex governatore Pd della Regione Antonio Bassolino, il prefetto Catenacci e l’ex vice del capo della Protezione civile, Marta di Gennaro

Percolato nel mare della Campania
Indagato anche Guido Bertolaso

Guido Bertolaso, ex capo della Protezione civile

C’è anche Guido Bertolaso tra i 41 destinatari dell’avviso di conclusa indagine firmato dai pm di Napoli Giuseppe NovielloPaolo Sirleo per lo scandalo del percolato versato nel mare della Campania. Il nome dell’ormai ex “uomo della provvidenza” sbuca a sorpresa in extremis tra le carte dell’inchiesta. A gennaio non risultava tra gli indagati, quando scattarono gli arresti per la sua ex vice Marta Di Gennaro e per il suo predecessore al commissariato per l’emergenza rifiuti, il prefetto Corrado Catenacci. Lo risulta adesso, insieme ad altri indagati ‘nuovi’, tra cui il prefetto ed ex commissario Alessandro Pansa, l’ex amministratore delegato di Fibe-ImpregiloMassimo Malvagna, un altro dirigente di Impregilo, Armando Cattaneo, l’ex sub commissarioCarlo Alfiero. Nomi che vanno ad aggiungersi a quelli di Catenacci, Di Gennaro e dell’ex governatore della Campania Antonio Bassolino.

La chiamavano ‘emergenza-percolato’, quel liquido nauseabondo e velenosissimo prodotto dalla fermentazione dei rifiuti in discarica o dal residuo di scarto della

Continue reading

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Macché fatalità, colpa dei tagli e della pessima politica! Alluvioni, è ora di “indignarsi”

A chi toccherà ora? E’ questione di giorni o di ore. Sono morti annunciate, quelle delle alluvioni in Liguria e Toscana. Ogni anno si ripete una storia già scritta e nulla cambia. Colpa della natura incontrollabile? Macché. La colpa è solo dell’uomo. L’uomo che ha costruito in quella maniera barbara, senza rispettare alcuna regola edilizia. L’uomo che s’indigna per la crisi economica, ma non scende in piazza per i tagli al ministero dell’Ambiente (90%)

L’INTERVISTA 1 - Il pianificatore territoriale Caniatti: “I morti si potevano evitare. I tagli al fondo di prevenzione del dissesto idrogeologico rendono più fragile tutto il territorio”

L’INTERVISTA 2Il geologo Zampetti: “Per frane in pericolo l’82% dei comuni italiani. La città più a rischio? Reggio Calabria”

°°°OVVIO, QUANDO CANAGLIE COME BERLUSCONI E BERTOLADRO PENSAno solo a rubare e a devastare, invece che mantener fede al giuramento solenne di fedeltà e di impegno per il bene comune… ecco che si ha solo devastazione, miseria e… MORTI.
Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

I Pm: soldi e sesso a Bertolaso in cambio degli appalti per il G8 °°° Ma davvero?!

I Pm: soldi e sesso a Bertolaso in cambio degli appalti per il G8

I magistrati perugini si apprestano a chiedere il rinvio a giudizio dell’ex capo della protezione civile per corruzione

Bertolaso e l’alloggio a Roma: «Mi fu concesso dal cardinale Sepe» (15 giugno 2010) Conclusione delle indagini: I favori elargiti dal costruttore romano Anemone

PERUGIA - Secondo i Pm l’ex capo della Protezione Civile Guido Bertolaso ha ottenuto soldi e sesso in cambio della concessione degli appalti per il G8 alle ditte del costruttore romano Anemone. L’appartamento in via Giulia, a Roma, pagato da Diego Anemone «dal gennaio 2003 all’aprile 2007», 50mila euro in contanti «consegnati brevi manu da Anemone il 23 settembre 2008», la «disponibilità» al Salaria Village «di una donna di nome Monica allo scopo di fornire prestazioni di tipo sessuale»: sono «i favori e le utilità».

VERSO IL RINVIO A GIUDIZIO – Sono questi in sintesi gli elementi raccolti dalla procura di Perugia a carico di Bertolaso. I capi di imputazione sono contenuti nell’avviso di conclusione indagini con cui i magistrati perugini si apprestano a chiedere il rinvio a giudizio di Bertolaso per corruzione.ere il rinvio a giudizio di Bertolaso per corruzione.

°°° Qualche altro nodo comincia a venire al pettine…

ber-mafioso

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Rifiuti, camion bloccati -Ma Bertolaso decreta: “Emergenza finita”°°° Ma quanto sono buffoni questi delinquenti?

Rifiuti, camion bloccati -Ma Bertolaso decreta: “Emergenza finita”
Ieri la gaffe: “Eruzione del Vesuvio? Non sarebbe tragedia”

http://napoli.repubblica.it/cronaca/2010/10/31/news/rifiuti_tensione_a_taverna_del_re-8602951/

°°° Amici, ho quasi 64 anni e ho combattuto molto, anche fisicamente: contro i fascisti, contro i questurini, contro i clericali… ma un periodo così merdoso e con così tanti delinquenti al potere non credo che ci siano mai stati né in Italia  e né in tutto il mondo.

b.gangster

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter