Cameron, un’altra testa di cazzo come Burlesquoni: vuol dare il welfare ai privati!

il premier britannico cameron

Tutti contro Cameron
Vuol dare la salute ai privati

di Gabriel Bertinetto – Smantellare il sistema pubblico per consegnare il business sanitario ai privati. E’ il progetto del premier britannico. Tutti contro. E gli stessi  conservatori frenano.
Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Cameron, un altro coglione sfuggito alla lega.

Cameron: no alla tobin tax europea
“Francia, Germania e Italia per conto loro”

°°° Ci vuole poco a capire che è un massone idiota. Il casino mondiale l’hanno creato proprio quelli che lo hanno fatto eleggere e quindi… Ma gli inglesi ultimamente scovano solo teste di cazzo per fargli fare i premier?

airbag

UNA BELLA IMMAGINE DI CAMERON


Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Mentre la cosca burlesquoni si ispira a lui, in GB Cameron crolla nei consensi.

Londra, finisce la “luna di miele”
Crolla la popolarità di Cameron

IMG

La ‘luna di miele’ di David Cameron con i suoi elettori è già finita. È quanto emerge da uno studio pubblicato oggi dal quotidiano britannico The Independent, dopo una comparazione dei sondaggi compiuti a gennaio sulla situazione politica nel paese. La popolarità del primo ministro, secondo quanto si legge, è scesa a livelli mai raggiunti finora, come fu per Margaret Thatcher nel gennaio del 1980. Lo studio, compiuto da John Curtice, professore alla Strathclyde University, conferma che la maggior parte degli elettori britannici non è contenta del lavoro svolto dal leader dei conservatori a capo dell’esecutivo. «È la prima volta dalle elezioni dello scorso anno che Cameron raggiunge un livello così basso. Questo significa che la luna di miele del primo ministro sembra finita», ha commentato Curtice. Il professore ha analizzato i sondaggi compiuti da ComRes, Icm, Ipsos Mori e YouGov nell’ultimo mese: i Laburisti posso contare al momento sul 42% delle preferenze (due punti in più rispetto a dicembre 2010), mentre i Tory sono scesi al 35 per cento (tre punti in meno). I Liberal-democratici si assestano invece sul 12%, mentre gli altri partiti sono accreditati dell’11 per cento delle preferenze

9 febbraio 2011
Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter