Il processo Ruby resta a Milano Insorge Ghedini: “Pm violano leggi”°°° Le leggi della mala, naturalmente.

E’ bizzarro che il consigliori del capo della malavita organizzata, il suggeritore di leggi liberticide e ad personam che gridano vendetta al cielo, si azzardi a delirare in questo modo dei più eroici magistrati italiani. Certo, costoro hanno commesso un gravissimo errore politico: non si sono mai fatti corrompere, come gran parte dei loro colleghi. E questo, per Burlesquoni e Ghedini, è intollerabile.

GHEDINI

ghedini3

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Gianni “Lecca” galantuomo?! Il consigliori del mafioso?!!! Ma che nido di vermi ricattati!!!

Destra, centro e anche sinistra
Politica fa quadrato attorno a Letta

gianni letta mezzobusto 304
«Io non metterei la mano sul fuoco su nessuno ma su Letta ce ne metto due»: il leader dell’Udc Pier Ferdinando Casini ha risposto così ad una domanda dei giornalisti sull’inchiesta sulla P4, a margine dell’inaugurazione della nuova aula nel Palazzo dei Gruppi parlamentari, scommettendo sulla assoluta estraneità del sottosegretario Gianni Letta ai fatti al centro delle indagini. «Gianni Letta – ha spiegato Casini – parla con tutto il mondo e tutto il mondo parla con Gianni Letta», ma detto questo «se c’è una persona emblema della correttezza e dell’onestà è Gianni Letta» che «ha sempre rifiutato di stare in Parlamento, dove è noto c’è l’immunità parlamentare» scegliendo di «servire il paese» senza «onori» o privilegi.

Sono solo le 11 del day after, dopo il clamoroso arresto di Gianni Bisignani. Ieri la

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Consigli per gli acquisti

Premier a cena coi giudici costituzionali, è polemica

Il 6 ottobre ci sarà l’udienza della Corte Costituzionale sul Lodo Alfano, ma intanto è già polemica dopo la notizia di una cena riservata del premier e del ministro Alfano a casa del giudice costituzionale Luigi Mazzella. Alla serata hanno partecipato un altro componente dell’Alta Corte Paolo Maria Napolitano, oltre a Gianni Letta e al presidente della commissione affari costituzionali Carlo Vizzini. La cena sarebbe avvenuta a maggio ma ne ha dato notizia ora l’Espresso: il giudice ha confermato dicendo che lui a casa invita chi vuole e ha negato che si sia parlato del Lodo Alfano. Continue reading

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter