Sono vicino a Bersani, anche se non lo giustifico, ma un frillo come Al Fano non gli arriva ai coglioni.

Angiolino Anfame: “Bersani è prigioniero della Fiom”… manco che la Fiom fosse equiparabile alla sua mafia!

Come si permette di trattarlo con disprezzo? Chi cazzo sarebbe questo siciliano devastato da Burlesquoni e complice della malavita? Cosa ha mai fatto per trattare da pari a pari o addirittura con sufficienza un amministratore, un GALANTUOMO, e un ottimo ministro come Bersani?

PEZZO DI MERDA, HAI LASCIATO UNA DEVASTAZIONE TOTALE. DEGNO FIGLIO DEI TUOI GENITORI MAFIOSI.

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Ospedali, svaniti 45mila posti letto. Così i pazienti restano in barella

http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/02/21/sanita-45mila-posti-letto-meno-dieci-anni-capacita-ospedaliera-ridotta/192791/

°°° CAPITE COSA INTENDO QUANDO PARLO DI DEVASTAZIONE TOTALE DEL DELINQUENTE BERLUSCONI? Ha ridotto così la sanità, la scuola, la cultura, la giustizia, l’economia e l’artigianato, l’industria e il turismo. Uno sfacelo totale. Ci ha lasciato un Paese disperato, orribile a causa dei condoni a manetta per favorire le mafie, il disastro idrogeologico è dietro ogni angolo e… siamo pieni di opere incompiute, grazie alla sua cosca e alle sue cricche, che si sono rubati miliardi nostri SENZA PORTARE NESSUN BENEFICIO AI CITTADINI!

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Dopo la devastazione di bush, blair e burlesquoni. Tre B come BACCAGAI!

Adesso l’elemosina si fa in Rete

I nuovi clochard cercano benefattori sul Web

I clochard ora raccolgono soldi
sulle piazze virtuali con paypal

ENRICO CAPORALE (AGB)

Toglietemi tutto ma non il pc. Aumenta il numero di senzatetto web-dipendenti. Nell’era di Internet e della comunicazione di massa anche l’elemosina si fa in Rete. Niente più cappelli, tazzine o scatoloni. I soldi si raccolgono con la paypal. Dalle piazze cittadine alla piazza virtuale. Qui i nuovi clochard s’incontrano, pubblicano poesie e vanno a caccia di donatori.

Lyndon e Josè vivono in Spagna. Hanno 30 e 50 anni. Trascorrono in strada la maggior parte del tempo. «Facciamo ridere la gente, ci piace vivere così», raccontano su

Continue reading

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Cosa resta di Berlusconi? Solo menzogne e devastazione.

Cosa resta di Berlusconi?
Solo menzogne e devastazione.

Molto abbiamo dimenticato, erano spot, appunto. Invece andrebbe ricordato quel che ha fatto il quarto governo Berlusconi proprio per capirne le ragioni. Il ghe pensi mi sui rifiuti di Napoli dal risultato imbarazzante.

Via i fannulloni dai posti pubblici ed entra il Trota. Via le prostitute dalle strade, ma avanti nei palazzi del potere. Sì al nucleare in Italia, appena prima della tragedia di Fukushima. Mai Alitalia in mani straniere, e si è visto come è andata. Ici kaput, le tasse saranno abbassate…

Un’inchiesta fatta di numeri e fonti tra le più accreditate. Un’inchiesta puntuale su un premier che vantava l’investitura diretta del popolo, a cui ha tolto il potere di scegliere chi eleggere. Le mille contraddizioni di un governo che ha saputo usare le leve mediatiche ma non si cura di quelle reali.
b.decollato

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Burlesquoni per i posteri sarà solo sfascio, devastazione, corruzione, ridicolo e leggi ad personam.

L’irresponsabilità genetica del Pdl

di Maria Novella Oppo

Singolare accoppiata a Ballarò: seduti entrambi alla destra rispetto agli spettatori, c’erano Maurizio Lupi e Anna Maria Bernini, tutti e due del Pdl. Si vede che nessun leghista era disponibile a metterci la faccia, nel giorno del tracollo. Lupi, all’inizio, appariva leggermente meno molesto del solito, ma poi si è messo a urlare contro l’ex presidente della Confindustria Luigi Abete, pretendendo di accollargli la responsabilità del debito pubblico italiano. Perché la caratteristica più singolare di questa generazione berlusconiana, è che non si attribuisce la responsabilità di niente: le colpe sono tutte degli altri, dei governi precedenti, del resto del mondo, se non addirittura della minoranza. Del resto, benché siano al potere da tempi insopportabili per il Paese, non hanno fatto niente, se non votare leggi ad personam, intrecciare politica e affari, dossieraggi e ricatti, festini e intrallazzi. Una irresponsabilità genetica da cui nasce pure il titolo del Giornale, «Maledettissima Grecia», rigurgito dell’infame «spezzeremo le reni alla Grecia».

b.cristo1

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

La destra continua con la devastazione e le ruberie anche in Lombardia: ‘ndrangheta e cemento.

Rispunta la legge ammazza-parchi
“Arriva un’altra colata di cemento”

La Lega Nord e il Pdl ripresentano lo stesso testo che il Pirellone aveva bocciato
Galli: “Adesso siamo pronti a dire sì”. L’allarme dell’opposizione e degli ambientalisti

di ANDREA MONTANARI

Rispunta la legge ammazza-parchi "Arriva un'altra colata di cemento"

Torna in consiglio regionale la battaglia sulla nuova legge sui parchi dell’assessore regionale pidiellino Alessandro Colucci. A nemmeno un mese dall’ultimo scivolone del centrodestra quando, a sorpresa, undici franchi tiratori (tra leghisti e pidiellini) avevano rinviato il testo in commissione, la maggioranza che governa il Pirellone ci riprova. Anzi, giovedì ripresenterà in aula la

Continue reading

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter