Burlesquoni:«Farò il condono trombale» veramente, ehm… non te lo vorrei ricordare, ma sei impotente totale da 22 anni. Come va la pompetta?

Le protesi peniene

Quando le altre strategie terapeutiche non sono praticabili si ricorre alle protesi. L’introduzione delle terapie orali con inibitori delle fosfodiesterasi ha limitato molto l’utilizzo di questa strategia chirurgica.

L’inserzione di una protesi è comunque utilizzata da più di 50 anni. Il primo impianto fu fatto utilizzando una sezione di cartilagine costale su di un uomo che aveva avuto il pene amputato. L’uso di materiali non sintetici comportava però un riassorbimento della sostanza usata e quindi furono messi a punto dei materiali sintetici inerti.

Due tipi di protesi si sono sviluppate in questi anni: le semirigide e le gonfiabili.

Le protesi semirigide, rispetto alle gonfiabili, sono dispositivi meno costosi, facili da impiantare e difficilmente vanno incontro a deterioramenti meccanici.

Tra queste ricordiamo la semplice protesi di Small – Carrion e quella di Subrini, costituita da due elastometri di silicone. Queste protesi danno una adeguata rigidità per la penetrazione, ma non possono essere facilmente mascherabili.

Le semirigide più correntemente utilizzate hanno un anima metallica centrale così che il pene può essere facilmente messo in qualsiasi posizione e per questo sono dette “malleabili”.

Erezione. Protesi gonfiabileNel 1973, per venire incontro alla crescente domanda di protesi più “fisiologiche” e quindi maggiormente accettabili da un punto di vista psicologico ed estetico, Scott introdusse la prima protesi peniena gonfiabile. La protesi di Scott è costituita da due cilindri per i corpi cavernosi, un serbatoio e una pompa.

Le caratteristiche positive di questa protesi erano bilanciate in negativo da una serie di complicanze quali la fuoriuscita di liquido dai cilindri, l’aneurisma degli stessi, le più facili infezioni.

Una seconda generazione di protesi gonfiabili è stata introdotta nel 1983. Apparentemente simili alle protesi di Scott ma prodotte con un materiale più resistente ed anelastico: il bioflex poliuretano . In questo modo gli aneurismi del cilindro e le rotture diventavano evenienze più rare.

In questi ultimi anni un’altra famiglia di protesi idrauliche (le bicomponenti) sono state utilizzate per conciliare la facilità dell’impianto, la riduzione dei costi e una migliore rigidità. In questa famiglia di protesi si hanno sempre i cilindri mentre la pompa e il serbatoio sono assemblati e possono essere posizionati nello scroto.

E’ molto importante informare i pazienti candidati a un impianto protesico su tutte le scelte, i problemi e le possibili complicanze delle diverse protesi in commercio.

 

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

L’omuncolo più ridicolo e impotente del mondo le spara grosse

INTERCETTAZIONI

B: va bene senti io sono qua assediato da quando hanno visto che sono stato dichiarato da Playboy il politico più sexy sul libro che è venuto fuori il trenta…ha riportato questa cosa qui…io non ho scampo con questi qua. Ieri sera avevo la fila fuori dalla porta della camera…erano in undici…io me ne son fatto solo otto perchè non potevo fare di più…non si può arrivare a tutto. Però stamattina mi sento bene sono contento della mia capacità di resistenza agli assedi della vita…che cosa ci tocca fare la notte del primo dell’anno. Senti io ho qua tutti i letti occupati…non so come fare a dirti venite. Il due viene anche Emilio…queste non vanno via neanche con le cannonate…il prezzo è buono, il vitto anche. Sai ieri sono state sulle automobile tre ore…hanno fatto le gare non le tiravi più giu. T: ma quante ragazze ci sono? B: quaranta T: tutte sono venute B: no…tutte no! Erano 67 quelle…intanto ho comprato una casa qui vicino per ampliare i posti…dodici posti in più.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/09/16/bari-inchiesta-sulle-escort-le-intercettazioni-e-gli-interrogatori/157988/

°°° Io so per certo, perché nei 4 anni passati alla Fininvest ho conosciuto (mi hanno voluto conoscere) praticamente tutti e tutte, che il nano ricattava già dagli inizi qualunque portatrice sana di fica e che a letto era ridicolo e basic già da giovane. Più pedofilo che latrin lover (o GELATIN LOVER , come ora) e incapace quanto velocissimo. “Dove ce l’hai? Dai quà… aaahhhaaahhn.” Fine. Il classico “maschio” egoista e impreparato che le donne ucciderebbero senza rimorsi.

FIDANZATA DEL MAFIONANO

b.fidanzata

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Burlesquoni:«L’anagramma del mio nome è “unico boss virile”»°°° Boss senz’altro, ma virile… bauscia!

Questo omuncolo ridicolo e patetico era penoso a letto anche da giovane. Lo raccontano alcune zoccole miracolate con qualche comparsata nelle sue tv. Da circa 22 anni è pure senza prostata e impotente totale. Ma come tutti i coatti di periferia gli piace molto sparare CAZZATE e… pagare delle povere mignotte solo per dire che è un grande scopatore. In realtà le fa spogliare e giocare tra loro. Lui guarda per un po’ e poi si addormenta. Quando non si caga addosso sul letto.

BURLESQUONI

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

L’ESTADO DI SAN PAOLO. “Berlusconi in Brasile, notte con sei ballerine”

L’ESTADO DI SAN PAOLO
“Berlusconi in Brasile
notte con sei ballerine”

Il giornale cita le dichiarazioni di una lap-dancer: “Mi hanno anche promesso un programma tv in Italia”. Una cena a base di prodotti italiani

ROMA – “Festa privata anima la visita di Berlusconi in Brasile”. Con questo titolo il sito estadao.com.br 1 riferisce che durante la sua recente visita a San Paolo il presidente del Consiglio ha trovato il tempo, “malgrado la sua fitta agenda di incontri con imprenditori e con il presidente Lula”, per un party con sei ballerine nella suite in un hotel di lusso

Le ragazze non sapevano per che cosa erano state ingaggiate: “Ci avevano detto – racconta una di loro – che avrebbero presentato il progetto di un programma televisivo italiano e che volevano delle brasiliane”. Le ballerine da portare al cospetto del Cavaliere sono state scelte da un certo Valter, che si è qualificato, in buon portoghese, come “un imprenditore italiano” e ha parlato appunto di prospettive di lavoro nella televisione italiana. Almeno questo sostiene il giornale, fra i piu’ autorevoli del paese.

A raccontare come è successo lunedì scorso nella suite presidenziale occupata a San Paolo da Silvio Berlusconi è Alexandra Valença, celebre ballerina 28enne di lap dance che si sarebbe esibita, per la cifra di 2mila reali brasiliani (poco meno di mille euro) davanti al premier italiano nella sua stanza presso l’Hotel Tivoli São Paulo Mofarrej. Bustier e giarrettiera rossa, la ragazza ha ballato per dodici minuti, alternando lap dance e tango, prima che il presidente si intrattenesse in una cena in compagnia di sei ragazze. La festa si sarebbe svolta nella notte di lunedì, secondo giorno di visita del presidente del consiglio.

Il giornale aggiunge altri particolari. La tavola della suite era imbandita con formaggi, salumi e prosciutto di Parma. Spumante, vino bianco e rosso circolavano nella stanza. La ballerina si è presentata sulle note della canzone Não Enche, di Caetano Veloso. Alexandra è andata via subito dopo la cena, ma la festa è continuata per tutta la notte.

Alexandra ha poi detto. “Durante la cena mi è stato presentato il progetto di un programma in un canale della televisione che Berlusconi possiede in Italia. Mi ha detto che voleva portare lì delle brasiliane. Ho capito che il programma sarebbe andato in onda tra 10 o 15 giorni”. Su Berlusconi Alexandra aggiunge: “Ah, è simpaticissimo”.

L’Estado di San Paolo scrive ancora: Oltre alla proposta lavorativa nella televisione durante l’incontro sarebbero emerse anche altre possibilità di lavoro in Italia per le ragazze, sotto forma di contratti “nel mondo della pubblicità, per esempio”.

°°° Victor Hugo non aveva idea di come fossero davvero miseri i miserabili come silvio berlusconi. Un vecchio mafioso impotente costretto a blandire con false promesse di lavoro delle oneste ballerine, per avere un po’ di fica sotto gli occhi…

Berlusconi Donne

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Impotente?

Ascoli, stuprata a sedici anni

la madre sente tutto al cellulare

Arrestati due 18enni. L’avrebbero fatta ubriacare e poi violentata. La donna, che l’aveva chiamata al telefonino, ha ascoltato impotente


°°° Ma… chiamare la polizia o i carabinieri? Ah, giusto, sono pochi e scazzati…

IN CASO DI STUPRO, INTERVENITE SUBITO!

non demorde

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Annozero, CLAP, CLAP, CLAP

ANCHE SE SOTTOTONO…

E Santoro porta

la D’Addario in tv

di CURZIO MALTESE

LA  LIBERTA’ D’INFORMAZIONE  AGGREDITA DALLA MAFIA

governo e donne

Ci voleva Annozero per far cadere la censura televisiva su Silvio Berlusconi e alcuni suoi intimi, da Vittorio Feltri a Patrizia D’Addario. Milioni di spettatori hanno potuto finalmente vedere il premier alle prese con una

Continue reading

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Chiedo…

… ai servi ridicoli e pericolosi che si spacciano per “GARANTI DELLA PRIVACY” che difendono i reati di berlusconi… Dove eravate quando si fotografava la barca di D’Alema (comprata in sei persone che se la spartiscono in periodi diversi: cosa che  POTEVA fare qualunque cittadino con uno stipendio DECENTE)? Oggi non si potrebbe fare nemmeno in SESSANTA amici! Grazie alla devastazione di Mafiolo.  Avete mai visto foto delle vacanze troiesche di Prodi o di Ciampi? NO. E allora? Che cazzo c’entra la privacy con i deliri esibizionistici di un vecchio sporcaccione cocainomane e impotente, ma esageratamete parossistico nel voler CANCELLARE la sua impotenza, la sua vecchiaia decrepita, la sua miseria, la sua inutilità e la sua malavitosità?

IO MI RICORDO DI PERSONE SERIE:

falcone-borsellino

prodi

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Complotto!

Nato il 15 maggio 1956 a Vsetín (Distretto di Vsetín) , è stato sposato con Pavla Topolánková. Successivamente alle indiscrezioni uscite nell’agosto 2006, nel gennaio 2007 dovette ufficialmente confermare la sua relazione con Lucie Talmanová (deputata al Parlamento e sua collega di facoltà), per la gravidanza che tutti i giornali già attribuivano a Topolanek. Ha quattro figli, dei quali, l’ultimo maschio, avuto con l’attuale partner.

°°° Insomma, pure il portatore sano di una mezza erezione, come abbiamo visto nelle foto pubblicate da EL PAIS e rilanciate da mezzo mondo, grida al complotto. Ma chi mai si metterebbe a complottare contro due nullità assolute come Topolanek e burlesquoni? Non sono nessuno e alcuna persona al mondo perderebbe un minuto del suo tempo per ordire un complotto nei loro confronti. Sarebbe come complottare contro emilio fede. La verità è molto più semplice e le arrampicate sugli specchi dei due vecchi maniaci ne sono la prova più lampante: ubriachi, imbottiti di cocaina e viagra, si sono organizzati una bella orgia. Punto. Topolanek, da vecchio puttaniere, ha gradito e assaggiato; burlesquoni, da vecchio maniaco pedofilo, ma rigorosamente impotente, ha guardato. Punto. Poi, le chiacchiere stanno a zero.

TOPOLINOK

mirek_topolanek

MAFIOLEK

berlusconi-viagra

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter