Ma quando la smetteremo di essere un paese di omofobi e visionari?

Fregene, effusioni saffiche in spiaggia: denunciate due ragazze per atti osceni

Si sono appartate in una spiaggia del villaggio dei pescatori, a Fregene, per un momento di intimità.
Ma quei baci un po’ troppo spinti, secondo alcuni testimoni, hanno causato una denuncia per atti osceni in luogo pubblico.
Protagoniste due ragazze romane di 29 e 34 anni.
Ora la procura di Roma ha notificato l’avviso di conclusione delle indagini preliminari, atto che di norma prelude ad una richiesta di rinvio a giudizio, nei confronti delle due ragazze. L’accusa è di atti osceni per «aver posto in essere atti esplicitamente sessuali mediante baci e palpeggiamenti in un luogo pubblico».Era una domenica di metà maggio dello scorso anno, le due ragazze erano in spiaggia insieme a molte altre persone che approfittavano delle prime belle giornate per recarsi al mare. Le due giovani hanno deciso a un certo punto di spostarsi, andandosi a sedere in una zona riparata dal vento e lontano da sguardi indiscreti. Alcuni hanno notato la cosa e, probabilmente anche per i tanti bambini che giocavano sulla spiaggia, hanno deciso di chiamare le forze dell’ordine.

L’avvocato Gianluca Arrighi, che assiste le due ragazze, ha dichiarato: «Innanzi tutto la procura di Roma è territorialmente incompetente e il procedimento avrebbe dovuto essere incardinato presso la procura di Civitavecchia. Per quanto riguarda il merito dei fatti le due ragazze hanno già fornito agli inquirenti la loro versione dell’accaduto. Si erano spostate per ripararsi dal vento e non certo per consumare atti sessuali, a meno che non si vogliano considerare tali, ancora oggi, un bacio e una effusione tra due donne. Adesso attendiamo le ulteriori determinazioni della procura e, se ci sarà un processo, lo affronteremo serenamente e a testa alta».

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

“Vendola? Una signorina con turbe psichiche”°°°Guardate la faccia di questo beota!

L’assessore del Pdl: “Vendola?
Un gay con turbe psichiche”

Bufera sulle dichiarazioni shock del responsabile ai Trasporti del Comune di Lecce che dà del ‘signorina’ al governatore. Accusato di omofobia, spiega che “non si può passare un’anormalità per normalità perché di questo andazzo sta morendo la nostra società”

L'assessore del Pdl: "Vendola? Un gay con turbe psichiche"Giuseppe Ripa (Pdl)

“Tutta colpa della signorina Vendola”. Irrompe così su Facebook Giuseppe Ripa, assessore alla mobilità del Comune di Lecce. E sì che di cose da fare ne avrebbe, vista l’ennesima falsa partenza del filobus che viaggia con diversi anni di ritardo, su cui incombe una scottante inchiesta per tangenti. Ma il politico del Pdl scelto dal sindaco Paolo Perrone per governare il traffico cittadino preferisce esibirsi in una orazione pubblica sull’identità sessuale del presidente della Regione. Accusato pubblicamente di omofobia dalla vice di Vendola, Loredana Capone, nel tentativo di chiarire peggiora la sua posizione: “In natura esistono solo due tipi di generi umani: l’uomo e la donna. Il resto viene classificato scientificamente come ‘turbe della psiche’ patologia che rientra nelle competenze della scienza sanitaria in

Continue reading

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

L’età della pietra: Ospedale milanese: “No ai donatori di sangue gay”

Questo delinquente di berlusconi, coi suoi sodali della cosca governativa, ci sta riportando all’800. Razzismo, abolizione del diritto al lavoro, bavaglio all’informazione e alla magistratura non VENDUTA A LUI, omofobia, corruzione, devastazione e ladrocinio come mission… certo che gli osservatori stranieri hanno ragione a classificarci QUARTO MONDO!

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Omofobia e razzismo del regime

Sul sito del ministero sparito ogni riferimento alla lotta contro l’omofobia
Eliminata anche una commissione per i diritti delle persone GLBT
Pari opportunità, ma non per i gay
Carfagna cancella la pagina web
Il dicastero: “Era stata istituita dal precedente ministro, l’attuale non ha ritenuto di mantenerla”
L’Arcigay: “E’ evidente che manca la volontà politica di affrontare la questione”
di MARCO PASQUA
http://www.repubblica.it/2009/05/sezioni/politica/sito-pari-opportunita/sito-pari-opportunita/sito-pari-opportunita.html

°°° Ennesima prova dell’inadeguatezza di gangster e zoccole al potere. Ci hanno trascinato agli ultimi posti del mondo in TUTTI I SETTORI DELLA VITA UMANA E SOCIALE. BASTAAAAAAAAAAAAAA! ANDATEVENE A CAGARE, LERCI FACCENDIERI.

APTOPIX ITALY BERLUSCONI

b-pappone


STA PER ARRIVARE LA BURRASCA…

tempesta

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter