Santoro. La povera meloni si vanta del “prestito d’onore” agli studenti. Cioè quello che fece Prodi nel ’97

PRODI LANCIA I PRESTITI D’ ONORE - La Repubblica

ricerca.repubblica.it › La Repubblica › 1997 › 07 › 24Condividi
24/lug/1997 – PRODI LANCIA I PRESTITI D’ ONORE. ROMA – “Era quasi una scommessa, ora proseguiamo”. Fa una pausa, Romano Prodi, guardando quei 
°°° La cosa stupefacente (trattandosi della cosca berlusconi la droga ci sta) è che i suoi scagnozzi e le sue peripatetiche a gettone continuano a ragliare di “cose che ha fatto il governo berlusconi”… cose che NON HA MAI FATTO, mentre sono tutte cose che AVEVA GIA’ FATTO PRODI E CHE LORO HANNO CANCELLATO.
Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Per chi ignora: Equitalia e’ stata costituita dal Governo Berlusconi con il DL 203 del 30 settembre 2005. Non da altri.

Per non parlare dell’Imu, odiosa tassa imposta da lui che ora dice di voler abolire. Le tasse col mafionano sono aumentate di 4 punti solo negli ultimi tre anni e il Pil è -4. Con Prodi, che aveva abbassato di mezzo punto l’imposizione fiscale e ridotto l’accide sulla benzina, il Pil era a + 4. I conti erano in ordine, non chiudevano 100mila azienda ogni anno come è avvenuto con Belrusconi. Prodi non ha mai rubato, mai corrotto, ed era lo statista più consultato del mondo. Burlesquoni è l’essere più schifato e deriso del mondo.

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Ricordo l’esodo di massa ai tempi di Prodi, che sistemò tutto e tutti senza tanto chiasso.

Qualcuno ha dimenticato le carrette del mare stracariche che arrivavano due al giorno? Quegli immigrati, da disperati che erano sono stati tutti integrati e oggi portano oltre 10 miliardi nelle casse dell’Inps ogni anno. Poi sono arrivati i razzisti delinquenti di Pdl e lega ed è scoppiato il casino. VERGOGNA, nanodimerda!

http://inchieste.repubblica.it/it/repubblica/rep-it/2013/01/02/news/rifugiati_emergenza_nord_africa-49807862/?inchiesta=%2Fit%2Frepubblica%2Frep-it%2F2013%2F01%2F02%2Fnews%2Frifugiati_vergogna_italiana_2-49814216%2F

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Alitalia: le grandi truffe del mafioso di hardcore. E’ tutto da rifare.

Prodi l’aveva già venduta al doppio del suo valore ad AirFrance, ricordate? Lui bloccò tutto, fece pagare i debiti a noi, fece licenziare un sacco di lavoratori e la regalò ai suoi compari. Oggi ha di nuovo un buco da 735 milioni.

Alitalia sul baratro, il salvataggio è da rifare

Le ipotesi: vendita scontata ad Air France o ritorno nelle mani dello Stato. La compagnia perde 630mila euro al giorno. Nei 4 anni di gestione privata “rosso” di 735 milioni. Rivalutazione Mille Miglia per tamponare le falle

http://www.repubblica.it/economia/2012/12/21/news/alitalia_salvataggio-49189043/?ref=HRER1-1

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Facciamo il paragone tra lo statista Prodi e il delinquente incapace berlusconi? Spread, per dirne una, dal 37 a 587.

berlusconi_prodi_2008-300x199.jpg

Palazzo Chigi: 8 maggio 2008.  E’ in corso una cerimonia ufficiale: da una parte c’è Romano Prodi che lascia, dall’altra c’è Silvio Berlusconi che arriva. E’ il passaggio di consegne del governo, dopo la vittoria elettorale del centrodestra.

In quel momento lo spread tra Btp e Bund è un parametro che conoscon0 solo gli addetti ai lavori. Soprattutto è un parametro che non fa paura: quando Prodi lascia e Berlusconi arriva il differenziale è a 37 punti.

Palazzo Chigi: 8 novembre 2011. Berlusconi è appena tornato dal Quirinale dove ha spiegato al capo dello Stato Giorgio Napolitano che si dimetterà solo a legge di stabilità approvata. Lo spread, dopo giorni di pressione, si appresta a sfondare quota 500. Lo farà la mattina successiva, quella del 9 novembre, il giorno in cui, per la prima volta, il rendimento supera anche la soglia del 7%.

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter