Il cinema e la tv uccisi dal mafionano ignorante e volgare.

Mi chiama la mia agente, una 15na di anni fa, per una fiction. Mi mandano il copione, lo correggo, vado a fare il provino e al posto del regista treovo una povera disperata. “Ma perché fate scrivere le sceneggiature a stranieri che non conoscono l’italiano?” chiedo. E Lei “Guardi che lo sceneggiatore è italianissimo e amico di Piersilvio!” fa lei, tutta incazzata. Ah, ecco. Ho preso e me ne sono andato. Avevo bisogno di soldi, ma non a quel prezzo.

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Le deliranti minchiate che il mafionano ripete come un mantra in tutte le tv.

com’è sempre accaduto nel corso di questi rovinosi diciassette anni, la sua propaganda politica affonda mestamente di fronte all’evidenza dei fatti. Come la manipolazione della realtà è stata il suo “metodo di governo”, la menzogna è tuttora il format della sua campagna elettorale. Dagli ultimi due Truman show andati in onda sulla Rai a Porta a Porta e su La7 a Servizio Pubblico, è possibile tracciare un “decalogo” delle falsità più clamorose. Le nuove, dieci bugie dell’imbonitore di Arcore.

http://www.repubblica.it/politica/2013/01/12/news/dieci_falsi_berlusconi-50364702/?ref=HRER1-1

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Il nano spara le solite minchiate in tv e viene smentito in diretta e dalla storia.

Poche persone, i soliti fancazzisti decerebrati che guardano Vespa, lo hanno seguito in tv. Lui non se n’è accorto, ma l’Italia è cambiata profondamente e ormai anche le scimmiette che un tempo stavano dalla sua parte ormai lo vedono per quello che è: un vecchio delinquente bolso e patetico.

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Gasparri:”Benigni, uso improprio della tv”°°°Questi dementi dovrebbero chiedere il permesso per esistere e ancora ragliano.

Uno degli esseri più idioti del pianeta si permette di criticare una delle menti più illuminate dell’arte internazionale. Beh, la cosca del popolo dei ladri ci ha abituato a questi exploit rancorosi e impotenti.

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Ancora con la bufala che il Pompetta possiede TRE tv. Sono almeno 600, ragazzi!

Quelle che non ha rubato o assorbito le ricatta in mille modi, soprattutto quando era a capo della cosca governativa. Poco fa mi ha chiamato un amico dall’estero e mi fa: “Ero in vacanza dai miei, in Italia, e ho visto un mare di cagate e di persone squallidissime nelle tv rai e in quelle private, ma è possibile che nessuno chiami uno come te?

Gli ho spiegato che tutte queste tv, sotto gli occhi di tutti, sono una enorme discarica di troie usate e di marchettari senza mestiere né talento. Basterebbe vedere la situazione in Sardistan: a parte quella del nano (videolina), che viene mantenuta dalla regione automa, gli altri videocitofoni (le guardano in sette) sono tutti al fallimento: hanno quasi cancellato l’organico, non pagano quei pochi rimasti, mandano in cassa integrazione quelli che non possono licenziare, regalano la pubblicità (che fa cagare quanto i loro programmazzi). Insomma, di quali tv parliamo?

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter