Marco Travaglio

Fenomeni paranormali

Strani fenomeni paranormali s’intensificano su tutto il territorio nazionale. Al Tg1 scompaiono le notizie su Puttanopoli (tranne quelle diffuse dall’autorevole «Chi»). A Bari l’auto della testimone Barbara Montereale prende fuoco, nel solco di una lunga tradizione che vede chiunque dia noia ad Al Pappone cadere vittima di strani incidenti di autocombustione (celebre l’autoesplosione della villa di Chiara Beria d’Argentine dopo un servizio dell’Espresso sulle toghe sporche). Da La7 e da Rai2, causa cortocircuito, sparisce la satira di Crozza e Gnocchi. E sul Corriere un misterioso prestigiatore fa scomparire la vignetta di Vauro, già punito dalla Rai per Annozero e poi oscurato dalla Bignardi. Escludendo che la cosa sia opera del direttore galantuomo De Bortoli, defenestrato anni fa per leso Previti, si attende di conoscere il nome del genio che ha censurato la vignetta («Berlusconi non ha scheletri nell’armadio», con uno scheletro che tenta invano di entrare nell’armadio del premier, ma lo trova occupato da donnine). È lo stesso genio che ora spiega la censura con un’arrampicata sui vetri a base di «questione di stile» e di «gusto», con un finalino mortificante: «Il Corriere non è una buca delle lettere». Infatti il Corriere ha riservato una pagina a un articolo (!) della Carfagna e, ieri, mezza pagina a un’imbarazzante intervista con Angelo Rizzoli, quello che consegnò il Corriere alla P2. Tre anni fa il Corriere s’era scagliato contro la fatwa islamica al vignettista danese che irrideva a Maometto. Ma, del resto, chi sarà mai questo Maometto di fronte ad Al Pappone?

bdimissioni1

bavaglio

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Vediamo…

Dunque, vediamo come si può tradurre in italiano questa ennesima porcheria che vede coinvolto “Papi Gambacorta”. Persino uno dei suoi domestici, fighetta Feltri, dice che Burlesquoni – a causa della rimozione della prostata per un tumore nei primi anni 90 – non è in grado di avere rapporti sessuali con le donne.

La mancanza di erezione non comporta certo la mancanza di desiderio. Si fa sesso con le mani, con la lingua, con le parole.. con i falli finti. Oppure con gli occhi: guardando qualche stallone che se le tromba al posto suo.

Ma io mi domando chel senso ha, a quasi 75 anni (portati malissimo) ostentare tanto la propria inesistente virilità ( conclamata nulla) in ogni occasione pubblica e privata? Mai un discorso politico o progettuale. Questo vecchio bandito parla pedissequemente di figa, di calcio, di comunisti, di complotti, toghe rosse, di quanto è amato nel paese e nel mondo (manco fosse vero…) e di quanto va d’accordo con Bossi. Dimenticavo: è stonato come una campana ma pretende di cantare delle canzonette ridicole che scrive lui e racconta malissimo barzellette vecchie. Sempre uguale. Di una noia mortale. Finite queste giaculatorie… IL NULLA. E trova ancora delle scimmiette decerebrate che gli danno retta! Non c’è da stupirsi, visto che in 30 anni le sue tv del menga e quelle controllate da lui (il 99% di quelle presenti in Italia) hanno cresciuto quasi due generazioni di cerebrolesi educati a soldi, gnocca a straffogo e pallone….?

berlusconi-napoleone1

berlusconi-padrino

apotropaico

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Cagliari, città morta

Boom di turisti – niente servizi
città bocciata dagli stranieri

■ ■ Ristoranti e siti storici chiusi,
trasporti pubblici a singhiozzo,
commenti negativi dai gruppi
che ieri vagavano per il centro

°°° Capito, amici? Poi sarei io disfattista! La verità è che Cagliari è lo specchio della Sardegna che ho trovato, dopo tanti anni di vagabondaggio per il mondo. Una città massacrata dagli speculatori, dai faccendieri, dagli affaristi, dai fascisti, dai forzidioti. L’unico sindaco VERO, era il mio carissimo amico Salvatore Ferrara. Io nel 1973/4 stavo fondando e lanciando Radiolina e recepivo ogni giorno i problemi dei cittadini. Puntualmente, li giravo al sindaco e Salvatore interveniva IMMEDIATAMENTE e li risolveva! L’illuminazione di una strada, la manutenzione dei giardini di una scuola, la messa in sicurezza di un cornicione pericolante, la mensa malfunzionante di una casa di riposo. Salvatore era davvero al servizio dei cittadini. Oggi, e da allora, Cagliari è preda di saccheggio della destra ladra e ignorante, ma anche di molta sinistra arrogante e poltroniera. Pensate che hanno fatto fuori Soru anche per poter cementificare, coi soliti palazzacci-porcilaia, addirittura la necropoli di Tuvixeddu: un’area di interesse storico mondiale!!! Cagliari è regredita di cinquant’anni. insomma. Come quasi tutta la Sardegna. Qui non esiste più niente: zero cultura, zero spettacolo, zero turismo. Niente di niente. Politicanti improvvisati, operatori turistici da dimenticare, noia e disservizi. E prezzi da capogiro per avere in cambio malagrazia e impreparazione. Ecco come siamo finiti.

QUI SOTTO UNA VEDUTA DI CAGLIARI E UNA DELLA NECROPOLI DI TUVIXEDDU, che vorrebbero ricoprire con colate di cemento e alveari abitativi:

cagliari

tuvixeddu

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter