Altro cemento, altre porcilaie in arrivo

L’annuncio del ministro delle Infrastrutture Altero Matteoli
dopo il sì della Conferenza unificata Stato-Regioni e del Cipe

Approvato il piano casa

“100mila alloggi in 5 anni”

Altero Matteoli

stor_16309653_51140

ROMA – Approvato il piano casa. La firma al decreto presidenziale fa seguito al parere favorevole espresso dalla Conferenza unificata Stato-Regioni e dal Cipe. “L’obiettivo è quello di

Continue reading

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Cappella: via col cemento

Piano casa: il primo atto di Cappellacci

bonus anche sugli alberghi

Entro metà luglio il ddl
che conterrà pure le modifiche
al piano paesaggistico
varato dalla giunta Soru.

°°° Ma è meraviglioso! Cappella paga la prima , anzi no: la seconda cambiale al suo proprietario. La prima era FAR CHIUDERE LE INDUSTRIE.

Mi chiedo perché ampliano gli alberghi: sono tutti desolatamente VUOTI!

Ah, già… deve circolare cemento, devono circolare tangenti. Che scemo…

CAPPELLA  SI DIVERTE

cappellacci

AMPLIAMENTI

piano_casa1

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Che figure di merda europee!!!


La Rai punisce un vignettista per una satira sul terremoto
Pubblicato giovedì 16 aprile 2009 in Spagna

[El Pais]

Immediato riequilibrio dei servizi trasmessi dall’Abruzzo, e sospensione cautelativa del disegnatore Vauro Senesi, autore di una vignetta satirica che criticava il Piano Casa del Governo Berlusconi associandolo all’alto rischio sismico in Italia. Il dirigente della Rai ieri ha preso queste due decisioni contro Michele Santoro, conduttore del programma Annozero, uno dei pochi spazi critici dei tre canali pubblici.

L’opposizione del Partito Democratico ha qualificato l’atto una “censura inaccettabile”, mentre il vignettista ha ricordato le purghe di Stalin: “ Sono ancora a San Pietrobugo, e la notizia si commenta da sola”.

Le decisioni del direttore generale della RAI, Mauro Masi, arrivano dopo le critiche cadute su Annozero da parte del primo ministro, Silvio Berlusconi e del presidente della Camera dei Deputati Gianfranco Fini, contro la trasmissione del giovedì, nella quale alcune vittime del terremoto dell’Aquila criticavano l’assenza di un piano di prevenzione della Protezione Civile e denunciavano la scarsa coordinazione degli interventi di emergenza nelle prime ore del sisma che ha ucciso 294 persone.

Vauro, il disegnatore satirico, è stato allontanato temporaneamente dal suo posto, e non potrà partecipare alla prossima trasmissione del programma. La sua vignetta, disegnata durante il programma, associava il potere letale del terremoto con il Piano Casa presentato recentemente dal Governo, che autorizza un aumento delle cubature del 20% nelle case delle famiglie e che nelle sue prime versioni non conteneva norme di prevenzione antisismica.

Riequilibrio informativo

Nel disegno si legge la scritta “Aumento delle cubature”, e un becchino sudato aggiunge: “Dei cimiteri”. Secondo Mauro Masi, la vignetta “è gravemente lesiva dei sentimenti di pietà dei morti”.

La RAI obbliga il programma ad “attivare i necessari e obbligatori riequilibri informativi” per correggere i servizi trasmessi dalla zona del terremoto, perché a suo giudizio hanno violato la dovuta equità. Masi assolve invece il dibattito che è seguito ai reportage, considerandolo equilibrato.

Uno dei sei consiglieri dell’opposizione della RAI, Nino Rizzo Nervo, ha paragonato il verdetto con un giudizio dell’Inquisizione. “Credevo che avessero nominato un direttore generale, non un Grande Inquisitore”.

[Articolo originale di Miguel Mora

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Piano casa. Mooolto piano…

Il segretario del Pd attacca: “Dopo aver letto la bozza del governo abbiamo capito
che è peggio di quanto annunciato da Berlusconi, impossibile il confronto”
Piano casa, no di Franceschini
“E’ palesemente incostituzionale”
Piano casa, no di Franceschini “E’ palesemente incostituzionale”

franceschini

ROMA – “Purtroppo abbiamo visto la bozza del piano casa, è peggio di quanto annunciato da Berlusconi. E’ palesemente incostituzionale, perchè la materia è di competenza regionale e invece con il decreto i comuni e le regioni sarebbero scavalcati”. Il leader del Pd, Dario Franceschini, è durissimo, sul provvedimento che sarà approvato nel prossimo Consiglio dei ministri.

“Ora che abbiamo visto la bozza – prosegue il leader dei democratici – è tutto drammaticamente più chiaro. Noi avevamo dato la disponibilità a vedere il piano nel merito e a discutere su misure di semplificazione burocratica, e di norme per la demolizione e la ricostruzione di vecchi edifici in periferia. E anche a un meccanismo di aumento dei metri cubi, dentro norme urbanistiche regionali e nel rispetto dei piani regolatori”.

Il piano di Berlusconi invece, incalza Franceschini, stravolge la legislazione vigente e così “non ci sono più nè norme urbanistiche nè piani regolatori, azzerati dal decreto legge”. Insomma, si tratta a suo giudizio di “una operazione priva di senso e una devastazione del territorio italiano”, che “non potrà più trovare una posizione di confronto da parte del Pd”. “Spero si fermino e ci ripensino”, conclude il leader del Pd.

°°° Voi sapete che io sono astuto… Ho capito come funziona questa ennesima minchiata di Mafiolo. Anzi… ho una visione… qui abiterà il mafionano:

castello


°°° E qui si sistemeranno i vassalli e i sudditi:

casa

gravity-defying-homes

casa1

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Giù le mani dalla Sardegna!

Gli uffici ministeriali chiamati in causa per il silenzio-assenso sui progetti
Berlusconi: contropiede alla crisi. Franceschini: chissà che storie ha raccontato alla Ue
Piano casa, allarme-soprintendenze
Toscana ricorso alla Consulta
di MARIA CRISTINA CARRATU’ e LUISA GRION
Piano casa, allarme-soprintendenze Toscana ricorso alla Consulta

ROMA – Per Berlusconi è “un contropiede” alla crisi apprezzato da tutta Europa, per Franceschini una delle “storielle” che il premier racconta quando va in giro. Il decreto sul piano casa, che dovrebbe arrivare al Consiglio dei ministri venerdì prossimo, continua a macinare polemiche, ad alimentare scontri fra maggioranza e opposizione e finisce ora anche al centro di un ricorso alla Consulta che la Toscana si prepara a portare avanti per stoppare il decreto. Un clima teso che preoccupa anche Bossi, convinto ora che il premier debba “trattare adeguatamente con le regioni, sentire cosa vogliono, altrimenti si mettono di traverso ed è guerra”.

Dalle soprintendenze, chiamate in causa per via del silenzio-assenso sui progetti previsto dopo 30 giorni, arriva l’allarme: “Sarà l’assalto e la devastazione del paese” ha commentato Cerasoli della Uil-beni culturali.

edile

scempi

scempi1

scemp2


°°° Anche noi in Sardistan sappiamo bene cosa sono gli scempi edilizi. Qui gli amici di Mafiolo hanno smontato e rubato centinaia di NURAGHI per farsi le piscine o le mura di recinzione nelle loro ville sulle coste. Hanno devastato dei posti da sogno con le loro porcilaie da arricchiti o con la speculazione selvaggia, con l’appoggio di sardi asini, massoneria, banda della Magliana e altre mafie. Ora, con uno dei fattorini di Arcore alla guida della REGIONE AUTOMA (nel senso che farà tutto e soltanto ciò che vorrà il PADRONE) dobbiamo assolutamente stare all’erta e IMPEDIRE anche un solo abuso. Non ce ne frega un cazzo delle leggi che farà il mafionano: LA SARDEGNA NON SI TOCCA!!! O saranno cazzi acidi…

bandito

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Scontro

Piano casa: Bossi, “Trattare con Regioni o sara’ scontro”

21 mar 22:12 Politica

BERGAMO – Umberto Bossi chiede a Silvio Berlusconi di trattare con le Regioni sul piano casa per rilanciare l’edilizia. In un incontro a Bergamo il leader della Lega ha spiegato: “Le Regioni hanno dei loro piani, se si mettono di traverso, si arrivera’ a una guerra, uno scontro”. Poi il senatur ha fatto un accenno anche al federalismo fiscale all’analisi in questi giorni del Parlamento. “Mi auguro che il Pd si astenga – ha detto Bossi – anche se c’e’ un po’ di difficolta’”. (Agr)

scontr

scontro

°°° Proprio stupido non è, almeno da quando la Corna gli ha fatto prendere l’ictus.

corna

bossi

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter