Santoro. La povera meloni si vanta del “prestito d’onore” agli studenti. Cioè quello che fece Prodi nel ’97

PRODI LANCIA I PRESTITI D’ ONORE – La Repubblica

ricerca.repubblica.it › La Repubblica › 1997 › 07 › 24Condividi
24/lug/1997 – PRODI LANCIA I PRESTITI D’ ONORE. ROMA – “Era quasi una scommessa, ora proseguiamo”. Fa una pausa, Romano Prodi, guardando quei 
°°° La cosa stupefacente (trattandosi della cosca berlusconi la droga ci sta) è che i suoi scagnozzi e le sue peripatetiche a gettone continuano a ragliare di “cose che ha fatto il governo berlusconi”… cose che NON HA MAI FATTO, mentre sono tutte cose che AVEVA GIA’ FATTO PRODI E CHE LORO HANNO CANCELLATO.
Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Banditi ridicoli

A poche ore dalla puntata di Annozero con la D’Addario il direttore di Libero Belpietro

che è tra gli ospiti della trasmissione incontra il premier e ne riferisce gli umori

“Berlusconi indignato per Annozero”

E sulla Rai è scontro Cicchitto-Pd
Il capigruppo Pdl in una lettera chiede l’intervento del cda contro le trasmissioni “di sinistra”
Dura replica dei democratici: “E’ cominciata la liquidazione del servizio pubblico”

VELINA  STUDIA DA MINISTRA (cliccateci sopra)

blow

COCORITO  ROMANI  COL MEGAFONO  DEL  PADRONE

b-romani-megafono-

LA  MINISTRINA MELONI  MENTRE SPARA CAZZATE DELIRANTI SENZA RIDERE

santanchè

ROMA – E’ ancora scontro intorno a Santoro e alla sua tramissione, che stasera ospita in diretta Patrizia D’Addario. E a riferire l’umore nero del premier, poche ore prima della messa in onda, è il direttore di Libero Maurizio Belpietro, convocato nel pomeriggio – insieme a

Continue reading

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Cade un’altra pietra angolare

Il quotidiano della destra: Prestigiacomo e Meloni penalizzate nelle cerimonie pubbliche

premiate Carfagna e Gelmini, che hanno difeso il premier nei recenti scandali

G8, il Secolo contro Berlusconi “Con le first lady solo ministre fedeli”

Mara Carfagna e Maria Stella Gelmini

buonanotte1


SCUSATE, QUELLO ERA IERI NOTTE… EHM..

carf

ROMA – Ministre fedeli premiate dal premier, e ministre dissenzienti messe in ombra in occasione del G8. A criticare il taglio che Silvio Berlusconi ha dato al G8 “rosa”, quello che riguarda l’accoglienza alle first lady dei Grandi impegnate in un tour culturale e istituzionale in occasione del vertice dell’Aquila, è oggi il

Continue reading

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Mega colazione

Milano: si ribalta tir carico di prosciutto, disagi al traffico

02 Luglio 2009 07:57  CRONACHE (Corriere)

MELZO (MILANO) –

Disagi al traffico sulla strada provinciale 103, nel comune di Melzo, in provincia di Milano, a causa del ribaltamento di un tir carico di prosciutti. La merce – centinaia di cosce di maiale – e’ fuoriuscita dalla cella frigorifera. L’autista e’ rimasto leggermente ferito. Sul posto ci sono vigili del fuoco e vigili urbani che hanno chiuso la provinciale per consentire la rimozione del mezzo pesante e dei prosciutti. (Agr)

°°° Ora si aspetta che si ribalti un Tir carico di meloni e si potrà cominciare lo spuntino.

carico

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Cardi

Mi sono fatto una bella passeggiatina a pedane con la famigliola, comprensiva di cagnetta. Ho potuto ammirare un fervere di lavori di restauro, finanziati anche coi miei soldi, che il buon sindachetto ubaldo meloni ha elargito a cani e porci… ma non a me. Eh sì che io sono il più vecchio abitante inurbato del centro storico. Eh sì che la mia è una casetta in pietra del 1200, riattata nei primi del ‘700, e quindi avrei più diritti di altri. Ma tant’è… Comunque, ho preso un chiletto di cardi selvatici, che ho pulito dalle spine giù sulle panchine di Fundusei. Ora Lena e Melina stanno preparando involtini di carne e formaggio e mettendo a bollire i cardi. Buon appetito!

QUI CI SONO: IL PONTICELLO DI FUNDUSEI, LA MIA PIAZZETTA CON MELINA E LA SUA AMICHETTA GINEVRA, LA CASCATA E IL MULINO AD ACQUA DIETRO CASA, CON OLINDO, L’IMPASTO PER LE TAGLIATELLE, LE TAGLIATELLE E L’ARROSTINO DI PURQUà, LA MIA SECONDA, FAMIGLIOLA

fundusei

meli-ginni

mulino

cascata

conolindo

pasta

tagliatelle

arrosto

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Che ne sa?

Il segretario del Pd commenta la replica di Berlusconi all’attacco della moglie
“Cosa ne sa un miliardario della fatica delle donne italiane per affermarsi nel mondo del lavoro?”

Franceschini: “Il premier ha in mente
un modo fatto di lustrini, veline, denaro”

Il segretario del Pd Dario Franchini
ROMA – “Berlusconi ha in mente un mondo fatto di lustrini, veline e denaro. Un mondo del tutto diverso dall’Italia vera”. Dario Franceschini risponde così ai giornalisti che gli chiedono un commento alle parole di Berlusconi relative alla sua intenzione di presentare durante la campagna elettorale le cosiddette ‘veline’ al centro delle ultime polemiche.

“Berlusconi è nervoso… è comprensibile che lo sia… E’ meglio non innervosirlo ulteriormente”. Ironizza il leader Pd che fa riferimento alle parole di Veronica Lario aggiungendo che “preferisco attenermi alla saggezza popolare e dunque ripeto, a questo proposito, che non voglio mettere il dito tra moglie e marito”.

Franceschini attacca però quella che ritiene la visione del paese da parte del leader della maggioranza: “Cosa ne sa dell’Italia un miliardario che si sposta in aereo privato da una all’altra delle sue ville? Cosa sa della vera fatica che fanno le vere donne italiane per affermarsi nel mondo del lavoro?”. Proprio oggi il segretario del Pd ha presentato una proposta di legge popolare per favorire “la partecipazione delle donne alla vita economica sociale”, che prevede diverse misure a favore delle lavoratrici, tra le quali il congedo obbligatorio per maternità dei padri.

Sulle “candidate veline” “decideranno gli elettori italiani”, commenta il ministro per la Gioventù Giorgia Meloni. “Non entro nelle questioni personali – premette Meloni – sulla questione politica e sulle polemiche che ci sono state sulla composizione delle liste all’interno del Pdl, credo che alcune cose vengano anche forzate. Per le elezioni europee, ci confrontiamo con un sistema elettorale con preferenze dove, indipendentemente da chi viene messo in lista, chi ha i voti viene eletto e chi non ce li ha non viene eletto. Quindi la scelta competerà al popolo italiano e ciò mi rasserena abbastanza”.

“I volti che ci piacciono per il Parlamento Europeo – commenta il ministro per le Politiche europee, Andrea Ronchi – sono quelli dei giovani preparati e appassionati, con la faccia pulita, che ho incontrato qui oggi alla presentazione dell’iniziativa meritoria voluta dal ministro Meloni. Passione e competenza, unite alla volontà di costruire l’Italia di domani: è questa la gioventù che ci piace”.

Un breve commento alla vicenda anche da parte di Sinistra e Libertà, che oggi ha presentato le proprie liste per le elezioni europee Il 40% è donna, ben quattro le capoliste: la Verde Monica Frassoni e la socialista Pia Locatelli, eurodeputate uscenti, la pacifista Lisa Clark e la giornalista Giuliana Sgrena. Altro che “ciarpame”, chiosa la verde Grazia Francescato: “Sono donne di grandi qualità e rappresentano la nostra storia: loro hanno la velina, e noi Evelina (scherza con riferimento alla candidatura di Eva Catizone, ex sindaco di Cosenza, ndr) e in quella ‘e’ iniziale c’è tutta la differenza”.

°°° Giusto! Che ne sa mafiolo della fatica delle donne? Lui NON ha MAI conosciuto una donna: solo zoccolette un tanto al chilo e sciacquette decerebrate. E nemmeno loro hanno mai dovuto faticare con la sua lumachina inutile.

francesc

swiggy_buttholerd

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter