Ok, Silvio, torniamo alla lira e falliamo tutti in due mesi: te compreso.

Se ci fosse una scala per misurare il grado di populismo che un politico può raggiungere nel suo gioco al rialzo per conquistare il favore del pubblico, la pazza idea di Berlusconi di uscire dall’Euro si classificherebbe chiaramente tra le prime posizioni. Berlusconi ha dimostrato più volte di essere una macchina macina-tormentoni. Ora che il parito gli si sta dissolvendo sotto i piedi – e così i consensi – ha bisogno di istillare nuova linfa al suo popolo. Il costituzionalismo lo ha scaldato poco. E allora via con l’idea di stampare l’Euro attraverso Bankitalia, altrimenti ciao ciao Eurozona. Bene, siccome il populismo è una brutta bestia, proviamo a fare i conti con cosa significherebbe, nella realtà, un’uscita del nostro paese dall’Euro.

1 CORSA AGLI SPORTELLI
Ne vedremmo, di file agli sportelli di banche e poste. Il primo pavloviano riflesso di

Continue reading

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter