Alitalia: le grandi truffe del mafioso di hardcore. E’ tutto da rifare.

Prodi l’aveva già venduta al doppio del suo valore ad AirFrance, ricordate? Lui bloccò tutto, fece pagare i debiti a noi, fece licenziare un sacco di lavoratori e la regalò ai suoi compari. Oggi ha di nuovo un buco da 735 milioni.

Alitalia sul baratro, il salvataggio è da rifare

Le ipotesi: vendita scontata ad Air France o ritorno nelle mani dello Stato. La compagnia perde 630mila euro al giorno. Nei 4 anni di gestione privata “rosso” di 735 milioni. Rivalutazione Mille Miglia per tamponare le falle

http://www.repubblica.it/economia/2012/12/21/news/alitalia_salvataggio-49189043/?ref=HRER1-1

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Acqua e caraffe filtranti: occhio alla salute e alle truffe!

merse anomalie dopo le analisi dei Nas: più povere di calcio e altri sali necessari

Caraffe filtranti, primi indagati «Peggiorano la qualità dell’acqua»

Accuse della Procura di Roma. I produttori: nessun rischio. Problema del deterioramento del filtro

ROMA - Sulla guerra per l’acqua potabile (minerale o filtrata?) che ormai investe una decina di procure – da Torino a Sassari, passando per Terni, Velletri e Santa Maria di Capua Vetere – la prima iniziativa viene da Roma. Tre mesi dopo la denuncia di Mineracqua contro i marchi di caraffe filtranti Brita, Auchan e Viviverde (Coop), i magistrati romani hanno deciso l’iscrizione nel registro degli indagati dei produttori del filtro di ultima generazione, una sorta di depuratore in dotazione alle ormai popolari brocche filtranti che, dalla Germania dove sono nate, hanno ampliato la loro fetta di mercato. Malgrado la discreta fama di qualità delle acque di rubinetto nostrane, finora avrebbero venduto circa un milione di esemplari complice un design accattivante e prezzi popolari.

L’iniziativa del pm Mario Dovinola è supportata da una

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Truffe delle tv di o controllate da… Mafiolo

Bisognerebbe chiamare i carabinieri e stoppare tutte queste oltre 600 pseudo tv del mafionano sparse per l’Italia: truffano continuamente i vecchietti e le scimmiette decerebrate, spacciando delle cagate pericolose come “prodotti altamente efficaci”… “consigiati da…” associazioni fasulle e inesistenti di medici e farmacologi. sapete chi c’è dietro tutte queste cagate fuorilegge? Lo stesso ominicchio malavitoso che vende le deliranti “maghe” e cartomandi su mediavideo: SILVIO BERLUSCONI. Lo stesso delinquente che spaccia il mio programma RUBATO “Striscia la notizia”, pieno di dementi e incapaci, come una clava contro i suoi nemici (quindi contro il 99%, 9 del mondo civile) e TACE ASSOLUTAMENTE su questi faccendieri, truffatori e ciarlatani COME LUI!

ber-galera

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Altre truffe e rapine del mafionano

Verso un decreto da sette miliardi
Il Tesoro pensa ad doppio intervento

Il ministero dell’Economia, insieme all’ormai tradizionale “Milleproroghe”, potrebbe varare un dl. Nella manovra “in due tempi” tre miliardi dall’asta delle frequenze digitali.

°°° TRE MILIARDI?! ma se in tutto il mondo ci hanno fatto una media di 30 miliardi?! Ah, già… nel resto del mondo non c’è un mafioso che si fa i cazzi suoi. E comunque, da qui si capisce quanto siamo vicini alle elezioni: altre regalie e altre mazzette agli amici degli amici…

B-Obama-Silvio

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Le omissioni (e le truffe) di Tremonti

Luigi De Magistris:

Le omissioni di Tremonti

Il ministro dell’Economia Tremonti ha elaborato una manovra economica di classe che colpisce dipendenti pubblici, pensionati, precari, enti locali, cultura, preservando le rendite finanziarie, tutelando i ceti dominanti e gli “incriccati”. Ora rilancia l’avversione verso il Sud con un’operazione subdola e maliziosa. Afferma circostanze vere, omettendo fatti decisivi per una ricostruzione analitica. Sostiene che il Mezzogiorno è in deficit di sviluppo economico per incapacità dei politici meridionali di utilizzare i fondi europei. Qui termina la sua analisi. E’ vero che la classe dirigente del Sud – salvo eccezioni – non è stata in grado di utilizzare in modo efficace immani risorse pubbliche che avrebbero realizzato sviluppo e riduzione della disoccupazione. Vi sono responsabilità trasversali, del centro-destra e del centro-sinistra. Il ministro sa però che la responsabilità dell’utilizzo dei fondi europei – anche se erogati dalle Regioni – è del Governo nei confronti della Commissione europea. Il ministro dovrebbe sapere che al Sud la questione morale è divenuta questione criminale. Dovrebbe sapere – visto che appartiene ad un esecutivo che millanta il contrasto al crimine mentre, in realtà, lo favorisce – che al Sud si è creato un legame tra spesa pubblica e criminalità organizzata e che questo intreccio si consuma anche nella gestione di fondi di responsabilità diretta del Governo, come l’emergenza ambientale e grandi opere pubbliche. In questo ambito si consolidano forme di commistione tra controllori e controllati e si realizzano conflitti di interesse. La corruzione politico-imprenditoriale e forme di finanziamento illecito alla politica si consolidano proprio nella gestione illegale del denaro pubblico. Il laboratorio criminale creato da politici, prenditori di soldi pubblici e criminalità organizzata dei colletti bianchi è servente ai referenti politici nazionali. Dovrebbe conoscere – in quanto fondatore degli “scudati” – quali sono i canali di riciclaggio del denaro sporco che proviene dalla gestione illegale dei fondi pubblici. Si analizzi il ruolo che, in questo sistema criminale, hanno ricoperto sottosegretari alle Attività produttive (oggi Sviluppo economico) con delega al CIPE: da Galati a Cosentino passando per Miccichè (Calabria, Campania e Sicilia). Tanti prenditori di soldi pubblici che operano al Sud sono “padani” ed alcuni di loro hanno anche contribuito al massacro del territorio con il traffico dei rifiuti tossico-nocivi. Il blocco economico e sociale che una certa politica – intrisa di mafiosità – ha realizzato con l’utilizzo dei fondi pubblici è servente ad interessi corruttivi e mafiosi nazionali, per controllare la complessiva catena dei finanziamenti pubblici, i progetti, le opere, le consulenze; per decidere chi lavora creandosi vincoli di appartenenza prodromici anche al controllo del voto. Tremonti è solo un giocatore delle tre carte funzionale a spostare l’azione di un Governo “Lega-dipendente” verso il Nord.

forza mafia

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Le truffe dell’Istat, presieduta e diretta da servi di Merdaset

Pil, per l’Istat crescita al rialzo
La produzione industriale frena

°°° Appena ieri l’Ocse, che è un organismo infinitamente più serio e responsabile dell’istat, ci ha messi come fanalino di coda dei paesi più sviluppati… e oggi parte il contrattacco, basato su minchiate false, del maledetto mafionano. Ma non è un ossimoro solo il titolo?

Berlusconi-mammasantissima

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Abruzzo: la truffa di Berlusconi: Via i terremotati dagli hotel, il governo non paga.”

Via i terremotati dagli hotel
“La Regione non paga”

 Via i terremotati dagli hotel "La Regione non paga"

La denuncia di un albergatore di Alba Adriatica: «Quando l’emergenza era gestita dalla Protezione civile abbiamo ricevuto i primi pagamenti. Ora non vediamo più un euro». Così l’operatore ha accumulato debiti per 500mila euro e entro giovedì vuole che i terremotati liberino le stanze. E il suo caso non è l’unico.

°°° Ovviamente, le colpe le danno alla regione… che è in mano loro come la provincia dell’Aquila – grazie a brogli e propaganda fasulla -.

Ma se il governicchio non li manda i fondi, la regione da dove li tira fuori?!

LE  SCHIFOSE TRUFFE  DI SILVIO BERLUSCONI

b-idiota

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Salute e grano a tutti! Aeroporti sardi: ruberie e truffe

Un  amico  di  Oristano mi segnala:

L’aeroporto di Oristano Fenosu è un bluff colossale per mascherare uno sperpero di tantissimi milioni di soldi pubblici, stanziati da regione, provincia, comune etc. (azionisti di maggioranza della SOGEAOR) che andranno ad appannaggio di pochi. Sino ad ora, nonostante i massicci investimenti non si è visto nulla e la società di gestione viene continuamente ricapitalizzata per non fallire. In questi giorni leggiamo sui quotidiani locali della prossima apertura dello scalo al traffico commerciale; credimi è una mera propaganda elettorale che illude e imbroglia gli amici dell’oristanese. Oristano è troppo vicino a cagliari per potersi proporre come scalo con un significativo movimento di passeggeri : per movimento di passeggeri intendo un numero tale che consenta di ammortizzare gli altissimi costi di gestione che ha un aeroporto commerciale. Le compagnie aeree,se non foraggiate da soldi pubblici, preferiscono rotte più certe ma,di questi tempi, il piatto piange e piangerà ancor più.In questi giorni l’Enac sta ricevendo forti pressioni  per accelerare l’iter di certificazione dello scalo che,a mio parere, non è pronto. Alla fine verrà comunque certificato e allora si comincerà a mettere in discussione se sia stato utile avere uno scalo così vicino a Cagliari. Altra considerazione: per avere diritto ai finanziamenti della comunità europea uno scalo deve superare i 5 milioni di passeggeri, Cagliari che sta rincorrendo questo risultato figurati se si lascerà sfuggire compagnie importanti a favore di Oristano. Pensa quanto sarebbe stato più certo,utile alla crescita di Oristano e forse anche meno costoso, modernizzare la linea stradale e ferroviaria Oristano-Cagliari…

Ancora, ho letto che Fenosu sarà un’opportunità di lavoro. Cazzata colossale! Assumeranno pochi ragazzi e, per giunta, con contratto stagionale poiché lo scalo avrà lunghi periodi di inattività. Sarei potuto essere, ma non mi sembra il caso,ancora più tecnico; tuttavia se ti dotessero servire altre informazioni fammelo sapere. A presto.

°°° Da  sempre, amici miei, ci sono grandi ruberie negli aeroporti, quasi tutti gestiti da società di farabutti e mazzettari. Date uno sguardo a quella fogna di Elmas, dove se dovete prendere a nolo un’auto da una compagnia internazionale (e quindi affidabile) dovete scarpinare per un km… mentre all’interno dello  scalo ci sono i baracchini di illustri sconosciuti che però sganciano sugose mazzette ai gestori. Questa truffa di Fenosu esiste da quando ero ragazzino.  Magnano a quattro ganasce, vero Onida? e non succede mai niente. Anche perché, intorno è DESERTO! Non ci sono infrastrutture, non esiste accoglienza, né un progetto turistico o di qualsivoglia sviluppo.  Però la provincia (inutile) di Oristano anche lo scorso anno ha sperperato oltre UN MILIONE E MEZZO DI EURO per “promozione turistica”… Si è visto un solo turista in più? Macché! In compenso, si sono foraggiati gli amici e gli amici degli amici; e gli assessori e il presidente, che parlano a malapena l’italiano, si sono girati il mondo con le famiglie e portaborse lestofanti… ALLE NOSTRE SPALLE!

INSOMMA, AMICI MIEI, COME MALPENSA E’ UNA CASSAFORTE-MANGIATOIA  PRIVATA DELLA LEGA COSI’ GLI AEROPORTI SARDI SONO IL TROGOLO BEN IMBANDITO DEI POLITICANTI CHE STANNO AFFOSSANDO LA NOSTRA ISOLA. RICORDATEVELO IL 30 MAGGIO!

DA  SUICIDIO  COLLETTIVO.

Suicidi

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Piermarini e Della Giovampaola usavano i cellulari della ditta cagliaritana

Usavano utenze intestate all’Impresa raffaele Pellegrini, presieduta da De Pascale, numero uno dell’Ance Sardegna “l’associazione costruttori edili di Confindustria”.

Anche Mafiolo usa lo stesso trucco per le sue telefonate losche. Solo utenze intestate a compagni di merende. Perché?!

Uno che non ha nulla da nascondere,

USA IL PROPRIO TELEFONO. O NO?

fanculo

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter