ALLARMANTE! Italiani, i più ignoranti sul sesso

Italiani, i più ignoranti sul sesso

 

Una ragazza italiana su tre arriva al primo rapporto senza alcuna protezione

FLAVIA AMABILE

Che cosa sanno i giovani italiani sul sesso? Poco o nulla. In fatto di contraccettivi sono i più ignoranti d’Europa insieme con i turchi. E poi riescono a credere a decine di sciocchezze sulle gravidanze nonostante vivano nel 2010.

Oggi la Sigo, la società italiana che riunisce ginecologi e ostetrici darà il via a un convegno su ”Adolescenti, sessualità e media”. E renderà noti i risultati di indagini condotte dalla società fra giovani e giovanissime, dati che fanno capire molto su tutto quello che in Italia non si è fatto in questi anni in materia di educazione sessuale:

• le donne italiane non sono ‘fedeli’ ai metodi contraccettivi, passano dalla pillola al profilattico al coito interrotto

• il 10% delle donne intervistate ricorre alla contraccezione di emergenza

• 8 donne su 100 dicono di non aver mai fatto uso di un metodo anticoncezionale

• la prima volta è senza precauzioni per il 37% delle ragazze

• l’età media della prima volta è 16 anni

• Il 72% vive attualmente un rapporto di coppia

• 6 su 10 considerano la loro “prima volta” soddisfacente e l’hanno vissuta nel 31% dei casi a casa del compagno, nel 26% nella propria, nel 19% in auto, nell’11% all’aperto e nel 10% a scuola

• il 43% delle under 26 ha cambiato 4 partner dopo il primo

• la mamma è la prima persona a cui si rivolgerebbero in caso di una gravidanza inattesa

• chi “attende” lo fa perché non si sente pronta (38%), perché non ha ancora incontrato il “ragazzo giusto” (29%) o perché contraria ai rapporti prematrimoniali (19%).

• il 34% crede che la pillola possa essere alleata di forma fisica e benessere, il 35% sa che esistono formulazioni in grado di contrastare la ritenzione idrica, il 63% considera l’impatto corporeo prioritario per la scelta del metodo

• l’Italia si conferma agli ultimi posti in Europa per l’utilizzo della contraccezione soprattutto per la mancata volontà di utilizzare metodi contraccettivi (53%), la mancata conoscenza (38%) o l’errato utilizzo (9%)

• è il fanalino di coda in Europa per utilizzo di pillola contraccettiva, con una media del 16,2%, a fronte del 50% in Olanda, del 40% in Francia e Portogallo o del 30% della Svezia. Dopo di noi, solo la Grecia.

• solo lo 0,3% delle under 19 italiane possiede una buona educazione sessuale, il 26,5%
sufficiente, il 72,9% insufficiente

• il 67% ritiene utile introdurre nelle scuole superiori la distribuzione diretta e controllata di anticoncezionali

• per il 46% i medici possono e devono promuovere maggiore counselling ed educazione in tema di sessualità

E a questo link sono raccolte le migliori ‘bufale’ in cui credono i giovani italiani che provano ad evitare una gravidanza

 

bebe

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Lascia un commento