Il mio amico Emilio

Cari vagabondi, oggi vi voglio presentare un caro amico. In mezzo a tante scimmiette sardegnole, Emilio è invece uno di quei sardi antichi di cui ormai si è perso lo stampo. Ci siamo sentiti qualche giorno fa e ci ha invitati a passare qualche ora insieme a casa sua, a Gergei. Magari facciamo il pranzo di Pasqua o di Pasquetta insieme. Giusto di pranzo si tratta, dato che Emilio sta a casa il tempo di una mangiata e poi riscappa dalle sue bestiole. Con noi si intrattiene un pochetto di più. E’ addirittura venuto a pranzo da me una volta, cosa che non fa mai: allontanarsi dalle sue creature. La sua famiglia è come lui: Franca è una moglie ideale, lavora, cucina e ride. I figli hanno bisogno ancora di qualche scudisciata, ma sono dei bravi ragazzi. Peccato che qualcuno non ami troppo studiare… ehm. Andate a trovarlo qui:
http://www.sardiniafarm.com/chisiamoconcas.htm

e, se vi attizza l’idea di fare una cosa nuova, adottate una pecorella o una delle sue caprette. Mangerete formaggio fatto con latte buono e altri prodotti prelibatissimi. Qualche mese fa, sono andato a prendere l’olio superextravergine da Emilio… non vi dico il sapore: sa di olive, ma anche di carciofi, di asparagi selvatici, di erbe aromatiche antiche. Insomma, spero che lo contattiate in moltissimi.
Buona giornata a tutti! Poi vi racconterò del nuovo pranzo con la famiglia Addams… ehm, volevo dire: CONCAS. ;o)

banner-pastore-fattore-a-di

famiglia-concas1

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Lascia un commento