la Carfregna fa condannare la Guzzanti per aver detto la verità su di lei. Quanto dovrebbe pagarci la zoccola per aver infangato l’Italia dirigendo col culo un ministero?

Diffamò la Carfagna, Guzzanti condannata
40mila euro di risarcimento all’ex ministro

Diffamò la Carfagna, Guzzanti condannata 40mila euro di risarcimento all'ex ministroLa decisione del tribunale civile sulla denuncia della parlamentare Pdl contro l’attrice. Al centro dell’esposto alcune affermazioni fatte dal palco della manifestazione “No Cav Day” del 2008 in piazza Navona a Roma

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Santoro, non ci siamo. Basta parlare di plagiari inutili come luttacci o…

… di guzzanti, mediocre imitatore senza personalità, come se fossero dei geni assoluti. Per esempio, non arrivano nemmeno uno sull’altro nemmeno ai coglioni di Crozza. E non scomodiamo Benigni. E basta anche spacciare ancora freccero e boncompagni come dei guru della tv. Quersti due cocainomani strapagati NON HANNO MAI CAPITO UN CAZZO DI TELEVISIONE! Diciamolo! Freccero può “vantare” esclusivamente quella cagata pazzesca di Macao, quando era direttore plenipotenziario di Rai2 e quel vecchio viscido di boncompagni è riuscito a fare quella grande boiata di “Non è la rai”. Dunque? E, dato che ci siamo, non è nemmeno vero che tu hai inventato un nuovo modo di fare tv e che, come dice il massone Mieli: “Sei già nella storia della televisione per “Servizio pubblico”. Io non lo amavo, anzi lo disprezzavo, ma questo modo di fare tv con una syndacation l’aveva inventato Funari!

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Bertolaso: “La Guzzanti squalifica l’Italia”

Minca! Meno male che ci sono lui, Berlusconi,  e tutta la cosca che invece la qualificano. Agli ultimi posti, naturalmente…

Ma si è già dimenticato dello sputtanamento mondiale sui disastri fatti in Abruzzo, quello per le  porcate e le mazzette sulla pelle dei morti e dei baraccati, e  sulla cacciata ignobile  da parte della Clinton quando si presentò ad haiti?

BERTOLADRO, MAVAFFANCULO!!!

FACCENDIERI

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Carfagna… PRRRRRRRRRRRRRR!

Il ministro chiede 900mila euro di danni. Nella citazione il legale scrive

“Dopo la lettura degli articoli il ministro ha accusato perdite di peso ed emicrania”

La Carfagna querela Repubblica

“Ha riportato frasi ingiuriose della Guzzanti”

http://www.repubblica.it/2009/09/sezioni/politica/berlusconi-divorzio-30/berlusconi-divorzio-30/berlusconi-divorzio-30.html

°°° Prmai siamo al delirio totale. Sono terrorizzati e sperano di intimidire e mortificare la poca informazione rimasta con le minacce e i ricatti MAFIOSI. Queste merde si stanno cagando sotto: tutto va a rotoli, i sondaggi li maledicono, il mondo li irride e loro NON sanno che pesci pigliare…

esclusa la Carfregna, che di “pesce” non ne ha sbagliato uno.

MARA  SI PREPARA A UN INCONTRO DI LAVORO

culetto

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Il putridume di Berlusconi

LA DENUNCIA DELL’IDV: la magistratura indaghi
Intercettazioni di Berlusconi,

Guzzanti: «Pronto a testimoniare»

L’ex esponente del Pdl: «Fatte distruggere a Roma: il premier parla della sua attività sessuale»

ROMA – L’ex esponente del Pdl Paolo Guzzanti – ora deputato iscritto al

Continue reading

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Silvio Guzzanti

Più lo vedo e più assomiglia all’imitazione di Sabina Guzzanti. Poco fa, persino il tg3 ha mostrato mafiolo, circondato da dodici comparse merdaset, che si preparava l’alibi per rubare altri soldi NOSTRI attraverso la sanità privata. Si vede. Ha fatto il botulino in questi giorni di silenzio e si vergognava di farsi vedere gonfio come un coglione con l’orchite. Cosa che in effetti è. La cosa che turba il mondo, a parte l’immagine ridicola e patetica di silvio berlusconi, è la montagna di minchiate che produce davanti alle telecamere. E che poi addossa ai “comunisti” e smentisce… Peggio del bagaglino. Che è tutto dire!


LA SERIETA’ DI UN SEDICENTE STATISTA

apicella

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Da Travaglio

Il Cavaliere di Hardcore

Chissà com’è stato il ritorno in ufficio del papà di Noemi dopo la festa per il 18° compleanno della ragazza con visita a sorpresa di Al Tappone, che lei chiama eloquentemente «papi». Figurarsi i frizzi e lazzi dei colleghi: «Ciao papi», «Tutto bene in famiglia, papi?». Il malcapitato è stato pure calunniato come «vecchio autista di Craxi» (falso, ovviamente). Insomma una catastrofe, per il pover’uomo. Per il Cavaliere di Hardcore invece lo scandalo delle selezioni per le Europee, decisamente più corrive di quelle per “Colpo Grosso”, è stato prontamente trasformato nell’ennesimo trionfo dalle tv e dalla stampa al seguito. Che hanno evitato di collegarlo alle denunce di Guzzanti senior sulla «mignottocrazia» e alla notizia del padre di un’altra fanciulla che s’è dato fuoco dinanzi a Palazzo Grazioli perché la figlia s’è vista negare una candidatura promessa in cambio di non si sa bene cosa. Da quando ha chiuso il Bagaglino e il ministero delle Pari Opportunità è in overbooking, i posti disponibili scarseggiano. Checché ne dica «la signora», come papi chiama la moglie. A strigliarla a dovere ha provveduto Maria Giovanna Maglie sull’apposito Giornale: «La First Lady in sonno… nemica della maggioranza degl’italiani», anziché «lasciarlo lavorare», «danneggia il premier e il governo». L’editoriale trasuda un trasporto sconfinato per papi. Il quale ora dovrebbe dare un cenno di gratitudine a Maria Giovanna, così bisognosa d’affetto. Niente ministeri né sottosegretariati. Basterà un cenno, un buffetto, un anellino. Conta il pensiero. Suvvia, papi, faccia qualcosa anche per lei.

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

E santoro li fa a pezzi

Partiamo col dire che a me NON è piaciuto tutto. Santoro e Travaglio avrebbero potuto stravincere agevolmente e invece si sono contenuti.
Come ho detto ieri, la Guzzanti non fa ridere ed ha perso un’occasione ghiottissima. Ma la presunzione ammazza anche un certo talento, che lei indubbiamente ha. Se si fosse fatta scrivere il pezzo da Michele Serra, da Cerami o dallo stesso Travaglio, sarebbe stata certamente molto più incisiva. Detto questo, io che governo la parola, davvero non ho idea di come spiegare ai miei amici tedeschi o ginevrini tutto questo can can armato da Mafiolo e Fini (e dalla solita pletora di pappagallini ammaestrati senza arte né parte). Come spiegare la figura di merda fatta dal neo DG della Rai, fido servitore del ducetto? Come spiegare l’immane figura di merda di ghedini: presentatosi addirittura in studio con un disegnetto di un delirio padronale che qualunque ragazzino del 1° anno dell’artistico farebbe meglio? Come spiegare a un americano, un inglese, un francese, un olandese o un tedesco che in questa italietta delle banane un famigerato malavitoso si è preso il governo e tutte le tv e che decide LUI chi e quando può andare in televisione? Come spiegare che questo omuncolo (ben conosciuto e abbondantemente schifato dal pianeta intero) decide di punire ora l’unico vero anchorman italiano, ora un impavido vignettista? Come parlare delle strida scomposte di alcuni vescovi idioti o di esponenti dell’Udc: un partito pieno zeppo di pluricondannati per reati gravissimi, che si scandalizzano per delle vignette di alta satira? Come raccontare questi avvenimenti kafkiani senza cadere noi stessi nel ridicolo? Non siamo alla frutta, amici cari, siamo già alla ricevuta fiscale! Meno male che, alla faccia dei soliti, immancabili, sondaggi personali a tambur battente di burlesquoni (dicevano che la puntata scorsa NON era piaciuta per niente al pubblico e perciò berluscane ha scatenato l’offensiva, da populista alle vongole qual è), meno male che Santoro e i suoi, ieri, hanno stracciato la concorrenza. Mi dispiace per il marito di costanzo…

b-idiota1

vauro2

scimmie1

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Stiamo sul pezzo

La puntata di Annozero dopo i provvedimenti dei vertici di viale Mazzini
Vauro sarà citato spesso. Travaglio: “Bertolaso è come Garibaldi, non si tocca”
Ora Michele prepara la resistenza
stasera in tv la risposta alla “censura”

di GOFFREDO DE MARCHIS

ROMA – Vauro e la censura nel prologo di Marco Travaglio. Vauro nell’apertura di Michele Santoro, Vauro nelle conclusioni di Sabina Guzzanti che prenderà il posto del vignettista nello spazio finale del programma e promette di essere ancora più corrosiva del censurato. Alla fine, nella puntata di Annozero in onda stasera, Vauro Senesi sarà “sospeso” solo per i regolamenti interni, per il direttore generale Mauro Masi, ma non per i telespettatori del giovedì di Raidue. E i contestati collegamenti esterni andranno regolarmente in onda dall’Aquila in una nuova trasmissione dedicata al terremoto in Abruzzo. Condotti come sempre da Sandro Ruotolo, arricchiti dai servizi degli inviati di Annozero che sono tornati già tre giorni fa sui luoghi del disastro e in queste ore stanno montando il materiale girato. La vera risposta ai provvedimenti disciplinari della Rai Santoro la affida ancora una volta al suo spazio televisivo, quello riconquistato a forza di sentenze giudiziarie dopo l’editto bulgaro.

Il fortino di Annozero è abituato alle battaglie, agli attacchi della politica, al corpo a corpo con il centrodestra e il mondo berlusconiano, alla freddezza del centrosinistra (quando non si trasforma in manifesta ostilità). Santoro ormai ha una certa consuetudine con le lettere di risposta alle disposizioni dei vertici, anche ieri ha preso carta e penna per ribattere a Masi punto per punto. “La sospensione di Vauro rappresenta una grave ferita per il nostro pubblico e per l’immagine della Rai. La invito a soprassedervi”. Il vignettista è a San Pietroburgo (che da comunista non pentito lui chiama Leningrado). Si limita a rispondere dal suo sito, dove ieri sera campeggiava la vignetta sotto accusa insieme alla scritta “No alla censura, la satira è libertà”

La resistenza della “squadra” santoriana intanto sta dando i suoi frutti, dicono i componenti. Masi, raccontano, sta già frenando e avrebbe fatto sapere che l’oscuramento di Vauro vale solo per la puntata di oggi. “È così”, conferma il consigliere di amministrazione del Pd Nino Rizzo Nervo, tra i più critici verso il direttore generale. Raccontano però che Santoro sia “deluso” per il silenzio del presidente Paolo Garimberti. Il quale a sua volta attende il prossimo cda (mercoledì, giorno delle nomine, Tg1 in testa) per prendere posizione. “Ma non condivido la scelta di Masi”, ha fatto sapere in maniera informale.

Santoro ha trascorso buona parte della giornata al telefono per studiare le contromosse. Ha risposto all’azienda per iscritto, si è permesso solo una breve incursione nel campo della polemica per replicare a Bruno Vespa che lo ha accusato di essere un privilegiato. La loro è una rivalità a tutto tondo: idee, stili, rapporti molto, troppo diversi. Ma soprattutto c’è la puntata di stasera. “Noi andiamo avanti per la nostra strada, questa è la risposta che vogliamo dare”, ha detto il conduttore ai suoi collaboratori. Con gli ospiti previsti tutti confermati, a cominciare da Antonio Di Pietro, uno dei più assidui, per alcuni transfer politico della visione santoriana. Marco Travaglio è come al solito di buonumore e in giro per l’Italia a presentare i suoi libri, a tenere i suoi incontri pubblici. “Bertolaso dev’essere diventato come Garibaldi e non ce n’eravamo accorti: non si tocca”, dice scherzando al telefono. “Sospendere un vignettista è veramente il colmo”, aggiunge. Stamattina piomba a Roma “per calibrare con Michele l’intervento”.

La “squadra” di Annozero pensa di aver già vinto la partita. “Mi sembra ci sia la possibilità che la cosa rientri”, si sbilancia persino Sabina Guzzanti. Dalla direzione generale confermano che la “squalifica” di Vauro potrebbe essere di una sola giornata. Anche l’ipotesi di una puntata riparatoria è tramontata velocemente. Già ieri mattina da Viale Mazzini precisavano: “Certo non potrà essere quella di stasera, non c’è tempo”. Ma Santoro parla chiaramente di “censura” nella sua lettera al direttore generale e non farà finta di niente. I suoi redattori parlano di una “sorpresa, basta aspettare poche ore”. I vignettisti si schierano con Vauro. Dice Vincino: “Questo è un comportamento delinquenziale. Vauro viene pagato pochissimo per il lavoro straordinario che fa. Quelle vignette le sottoscrivo, potevo farle anch’io”. Ma la vera difesa Annozero la cerca nel suo lavoro, spiegano nella redazione, e nel pubblico. Come sempre, gli amici e i nemici di Santoro attendono il giovedì mattina per conoscere l’auditel della trasmissione. Che finora ha dato sempre ragione al conduttore.

°°° Ieri avrei voluto scrivere a Santoro, ma non sono riuscito. Allora ho scritto a Ruotolo e gli ho suggerito di far mandare in onda, in apertura o in chiusura di trasmissione, i filmati del sisma che ha sconvolto il Molise nel 2002, CON LE MINCHIATE CHE DICEVA ALLORA BURLESQUONI E CHE STA RIPETENDO DI NUOVO IN ABRUZZO!!! Minchiate deliranti: ricostruzione in due mesi e cagatine del genere… ovviamente, SONO RIMASTE MINCHIATE, CAZZATE, COGLIONATE: dato che NON ha fatto assolutamente NULLA! (Strano… ogni volta che arriva Mafiolo al potere, c’è qualche Dio che ci punisce con un sisma terrificante. Troppo facile dire che l’omuncolo porta sfiga: la vera sfiga è che lui sia ancora al potere e non in galera!)
Tornando a noi, con tutto il rispetto per il lavoro della Guzzanti, che però non fa ridere, tre minuti di filmati originali di Mafiolo che spara i suoi deliri fasulli, avrebbero mille volte più impatto. Anche tra le scimmiette decerebrate che dicono A NOI di levarci il prosciutto dagli occhi…

b-blabla1

b-fregna

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter