Odio a catinelle

Roma – FOLLIA METROPOLITANA
Ucciso a coltellate per un parcheggio
davanti alla moglie e alle due figlie

Tragica lite ieri sulla Colombo, l’aggressore ha seguito
l’impiegato che stava allontanandosi con i familiari

http://roma.corriere.it/roma/notizie/cronaca/09_aprile_16/ucciso_parcheggio-1501190624764.shtml

°°° Ne parlavamo ieri: non passa giorno che a Roma (ma anche altrove) non capiti almeno un episodio di ordinaria follia. Siamo alla deriva completa, alla barbarie più schifosa. Ma tutto questo NON nasce per caso. Questo degrado, amici miei, viene da lontano ed è figlio della barbarie di regime. Dal 1993 il bandito silvio berlusconi non fa che infondere e spargere ODIO. Poi, lo conosciamo e conosciamo i suoi pappagallini ammaestrati, imputa agli altri di spargere quell’ODIO che soltanto lui e i suoi spargono. Se la sinistra ha un difetto grave è proprio quello di essere TROPPO SIGNORA e di cercare sempre un dialogo (col mafiosetto sordo) invece che pigliarlo a calci sui denti dalla mattina alla sera! D’altronde, questo dittatorello mafioso e fascista, di che potrebbe parlare? Di politica NO, dato che non ci capisce un cazzo e poco gliene cale di imparare; di progetti nemmeno, dacché il suo unico progetto è sempre quello: rubare a strafogo ed evitare la galera. Quindi, gli rimane da fare la cosa più semplice: inventarsi un nemico (il comunismo) e aizzare i suoi cani col tifo da stadio. Altro che populista, questo è un avanzo del fascismo squadrista.
Roma, lo ripeto, era la città più bella, più allegra, più ospitale e divertente del mondo. FINO A UN ANNO FA…

b-federale

alemagno2

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Lascia un commento