Sardistan, non funziona un cazzo, ma qui siamo secondi in italietta per gli sprechi e i furti dei politicanti.

“Politica, quanto mi costi?”
L’Isola è seconda per sprechi

"Politica, quanto mi costi?" L'Isola è seconda per sprechiIL CONSIGLIO REGIONALE

Nella classifica delle Regioni che spendono più denaro per il funzionamento degli organi istituzionali, la Sardegna conquista il secondo posto. E’ preceduta dalla Sicilia ma sorpassa la Lombardia. A sopresa. Se infatti la Regione presieduta da Formigoni deve fare i conti con le esigenze di 10 milioni di abitanti, l’Isola si misura con una popolazione di dieci volte inferiore. Secondo i dati diffusi dal ministero dell’Economia, la Regione Sardegna nel 2011 ha speso 73.748.750 euro all’anno per sostenere Giunta e Consiglio Regionale. Un investimento che costa 44 euro a ciascun cittadino. Sull’Unione Sarda oggi in edicola i dati e la loro dettagliata analisi.

 

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

2011, un anno record per furti, rapine e borseggi °°° Ma non eravamo tutti ricchi?

La disperazione originata e mantenuta per 18 anni da silvio berlusconi e dalla sua cosca ha fatto moltiplicare i reati. Io non credo affatto a questi dati edulcorati: non dimentichiamoci che i capi settore – in tutti i campi – sono sempre degli squallidi servi del nano. Come tendo a raddoppiare i dati Istat sulla disoccupazione e sulla povertà, sicuro di non sbagliare, come dimezzo i dati auditel dei programmi spazzatura, gonfiati ad arte per derubare e truffare gli investitori, così raddoppi i dati dei reati. Conoscendo le tecniche del delinquente cazzaro è il minimo per avvicinarsi alla verità.

un giorno bisognerà chiedere il conto ai complici che si spacciano per giornalisti

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

A Montecitorio si ruba di tutto. Da quando sono arrivati Berlusconi e la sua feccia.

Sparite collane, cappotti e Ipad

A Montecitorio si ruba di tutto

Quasi 100 furti in tre anni: l’ultimo episodio, pochi giorni fa quando alla leghista Paola Gosis hanno rubato una collana da 3mila euro. L’assicurazione rimborsa solo se gli oggetti vengono sottratti in luoghi “paradossalmente” controllati

Ladri. Sì, certo, ladri. La Camera dei deputati è infestata dai ladri. E non è una propaganda anticasta. Qui si parla di ladri veri, lesti come professionisti e, soprattutto, imprendibili. Agiscono prevalentemente nelle zone più frequentate, il Transatlantico, l’ala “fumoir”, il cortiletto, i divani dei corridoi, le
Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Terreni di stato, occhi aperti ai furti di B: e della sua cosca mafiosa.

Terre di Stato, un tesoro da 6 miliardi
offerta degli agricoltori per il patrimonio

Il ministro Romano: “Si può fare”. Oggi con mille euro si può comprare un ettaro a Catanzaro, ma in Toscana ci vuole un milione . La disponibilità di 400 mila ettari permetterebbe di abbassare i costi d’acquisto

di JENNER MELETTI Terre di Stato, un tesoro da 6 miliardi  offerta degli agricoltori per il patrimonio Un agricoltore al lavoro in Piemonte CERNOBBIO – C’è un grande latifondista, in Italia: lo Stato. Secondo i dati del censimento dell’agricoltura svolto l’anno scorso, risulta proprietario di 338.127,51 ettari di terreno coltivabile, in termini tecnici Sau, superficie agricola utilizzata. La Coldiretti, fatta questa scoperta, ha subito presentato una proposta: vendete questa terra ai contadini, servirà anche a permettere l’accesso alle campagne a nuovi agricoltori, soprattutto giovani. E lo Stato, in cambio, incasserebbe una bella cifra: 6 miliardi e 221 milioni di euro. Proposta che, con i chiari di luna della finanza pubblica, è stata subito accettata – almeno a parole – dal discusso ministro all’Agricoltura Saverio Romano. “La accolgo immediatamente e domani la porto già confezionata a Berlusconi”.

C’è di tutto, in questa immensa distesa di terreni. Si va dai

Continue reading

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Furti e sprechi dei politicanti italioti

Il Paese incompiuto

Traforo Guinza Marche-Umbria: la galleria della Guinza, snodo determinante tra Marche Umbria e Toscana, voluta da Fanfani, non è mai stata finita

Stadi senza spettatori, dighe
senz’acqua, ospedali senza
pazienti, gallerie senza strada.
Non ecomostri, ma esempi
dello stile «non finito italiano»,
è la tesi paradossale di un
documentario e di un festival

GIUSEPPE SALVAGGIULO

TORINO
Il campo, anzi lo stadio del polo da 20mila posti (capiente quasi quanto l’Olimpico di Torino), a Giarre, nel cuore della Sicilia, dove i principi di Galles si vedono solo in sartoria. Un impianto sportivo in grado di contenere tutti gli abitanti, infanti compresi, della cittadina etnea. Prima pietra posata nel 1985, ultima mai. I 29 interminabili chilometri per congiungere Ferrandina a Matera, unico capoluogo italiano non raggiunto dalle ferrovie nazionali. Lavori cominciati nel ‘86, treni non ancora pervenuti dopo 25 anni, ovvero 22 più di quelli necessari a Ferdinando II di Borbone per inaugurare nel 1839 la Napoli-Portici, prima linea ferroviaria italiana.

L’idrovia tra Milano e Cremona (65 chilometri) progettata nel 1911 e presentata come l’idea del secolo, ferma a Pizzighettone un secolo e 13 chilometri dopo. La strada fantasma Fano-Grosseto, sognata da

Continue reading

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

La paura dei furti di berlusconi, ma anche molti furbetti della cosca, e non pagano le tasse.

Stilisti, attrici e imprenditori Ecco chi nascondeva i soldi in Svizzera Da Valentino alle Sandrelli, C’è anche Telespazio

Ecco chi aveva i soldi in Svizzera perfino la bocchinara Elisabetta Gregoraci

ROMA – Ci sono stilisti e imprenditori, attrici e gioiellieri, commercianti e dirigenti d’azienda, ma anche illustri sconosciuti che hanno evidentemente deciso di tenere all’estero i propri risparmi. Oltre settecento persone che adesso sono sotto inchiesta a Roma per omessa o incompleta dichiarazione fiscale. Tutte finite nell’ormai famosa «lista Falciani» che prende il nome da Hervé Falciani, il dipendente infedele della sede di Ginevra dalla banca inglese Hsbc scappato con l’elenco dei clienti di mezzo mondo che poi ha ceduto alle autorità francesi. Per l’Italia ci sono 6.963 «posizioni finanziarie» per un totale di depositi che supera i sei miliardi e nove milioni di dollari relativi al biennio 2005-2007. I conti in Svizzera I conti in Svizzera

I conti in Svizzera I documenti contabili ottenuti dalla procura di Torino e dalla Guardia di Finanza sono stati trasmessi per competenza alle varie Procure e nella capitale sono stati avviati gli accertamenti. Gli interessati dovranno infatti essere

Continue reading

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Ho cancellato

Inavvertitamente (stavo ascoltando mia figlia) ho cancellato il messaggio di un certo Luigi. Dagli errori di ortografia è palesemente un signore di destra al quale è morta subito la maestra delle elementari. Sono tutti così. Qualche esempio da un quotidiano di oggi:

1) Cappellacci, ti abbiamo votato e tu in cambio non hai
dato un centesimo per i danni ai mobili degli alluvionati di
Pirri. In più non hai fatto il bando per il contributo affitti
mentre lo scorso anno è stato pubblicato a maggio. Tu sei
l’unico a sorridere.
Un elettore pentito

°°° E cosa ti aspettavi, votando il nulla assoluto?

2) Cara Vale, se ti vergogni di essere italiana perchè non vai
a vivere in Iran o giù di lì?
Un lettore

°°° E che bisogno avrebbe di andare così lontana? Da quando c’è il mafionano al potere stiamo già nel quarto mondo!

3) ■ Sono stufa di vedere ovunque africani, in tutti i parcheggi,
supermercati e nel Largo non si può passare perchè il marciapiede è occupato
delle loro bancarelle abusive.Ma polizia municipale dov’è?
Beatrice 84


°°° Cara razzistella ignorante, intanto: dovresti preoccuparti per i ragazzi che NON vedi… quelli escono di notte e NON per vendere qualche carabattola o tenere un parcheggio. E sono TUTTI BIANCHI E CAGLIARITANI! Gli africani che vedi tu sono TUTTI quelli che la cittadina di Cagliari ospita: qualche decina. La polizia municipale, dici? Indovina un po’ dov’è… a rubare lo stipendio, a chiedere mazzette nei mercati, al bar a grattarsi i coglioni. Ecco dov’è. Prenditela con questi inetti invece che rompere le palle a dei ragazzi che si fanno un mazzo così lontanissimi dalle loro case e dalle loro famiglie. Stronza!

4) ■ Per Vale che si vergogna di essere italiana per colpa di
Berlusconi. La vergogna è una cosa più seria, pensi alle mamme che non sanno cosa
far da mangiare ai figli quando hanno i mariti senza lavoro.
Quelle sì che sono cose serie e dolorose. La politica, di qualsiasi colore, lasciamola
da parte e pensiamo ad aiutare le famiglie in difficoltà.
Bruno Macis


°°° Ecco un altro genio, amici!

5) Il New York Times invece che occuparsi della giustizia
italiana farebbe bene a trattare il tema della giustizia
americana dove le persone vengono condannate a morte
senza nessuna pietà…
Un lettore

°°° Vero. Ma è anche vero che in Usa, come in tutti i paesi civili
i delinquenti come berlusconi e la sua cosca (dell’utri, previti, cuffaro, etc.) li mettono in galera per trent’anni… 30 anni per ciascun reato commesso dai suddetti: mafia, camorra, corruzione, falso in bilancio, aggiotaggio, inside trading, ecc. Pensa che pacchia per l’Italia se le leggi funzionassero così anche da noi!

6) Avrei un’idea: perchè non importiamo i politici dall’estero?
Noi qualcuno valido ce l’abbiamo, ma non li lasciano
lavorare! Io farei un Governo con Fini, Bossi, Di Pietro e Casini.
Ciascuno con la sua professionalità.
Facciamo fantapolitica?
Un lettore

°°° No, ciccio, fai solo pena. Escluso Di Pietro, persona seria e capace, gli altri sono legati a doppio filo con la mafia, la camorra, la corruzione. Che vuoi far governare a questi? Lo sai che la ex moglie di Fini e il suo segretario particolare sono indagati per un giro di DIECI MILIARDI fottuti alla sanità pubblica nella regione Lazio (quando il governatore era il fido Storace)? Bossi è al governicchio e vedi che cagate immani sta combinando… anche lui è pluricondannato per tangenti (e ancora lo devono beccare per i furti di miliardi alla Malpensa!), Casini ha inglobato nell’Udc i peggiori ladri, mafiosi e faccendieri del mondo, quelli sfuggiti a burlesquuoni… Ma di che cazzo parli?!

UN ELETTORE DI DESTRA SCRIVE AI GIORNALI

bonaiuti

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

TG2… come i fascisti sparano balle

Si stanno cagando sotto. Poco fa ho assistito a un servizio ridicolo sul tg di an… da scompisciarsi dalle risate. Questi idioti non sanno nemmeno cosa sia Internet! Mandano in onda questo servizio allarmistico su Facebook… “pericolosissimo social netwrek” da cui è quasi impossibile uscire. E giù coi “brutti incontri” coi “furti d’identità e di fondi dai conti bancari” e tutta un’altra serie di scempiaggini. Ho tradotto in italiano ed è venuto fuori questo: “Ci stiamo cagando in mano. Questi figli di puttana sfuggono al nostro controllo, ai nostri tg e alle nostre televisioni di regime e rischiano di scoprire le verità. Dobbiamo fermarli!”

paura1

berfascio3

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter