Salute e grano! Elezioni!

“Noi andiamo avanti con il governo – ha spiegato – ma ormai dobbiamo essere pronti a tutto, pronti alle elezioni intendo”. Non è la prima volta che questa ipotesi – il voto anticipato a marzo-aprile – affiora nelle conversazioni del Cavaliere. Sono le circostanze ad essere cambiate, rendendo tutto drammaticamente più reale. Dunque la massima priorità ora è rifondare il partito, renderlo adatto allo scontro elettorale, “tutto deve essere pronto nel caso la situazione precipiti”.

°°° Ma brutta testa di cazzo criminale, da mo’  che la situazione è precipitata! Certo, non per te, che ti sei continuato ad arricchire alle spalle degli italiani. La situazione italiana èprecipitata da subito per colpatua: dal momento stesso in cui coi tuoi soci riina e bagarella avete comprato un partitodi pecore e scimmiette decerebrate!

Ed ecco  che parte la corazzata mafiosa dei ricatti e delle minacce da bulli e da killer:

 

Quanto a Fini, “farà la fine di Follini, una volta fuori dal Pdl i riflettori si spegneranno”. Il problema è che Fini, a differenza dell’ex leader centrista, è e intende restare presidente della Camera. Ma anche su questo, soprattutto dopo gli attacchi “giustizialisti” di Fini a Napoli, Berlusconi è deciso ad andare fino in fondo, se serve anche appellandosi al capo dello Stato per il venir meno del ruolo super partes del presidente della Camera. “Ogni giorno inizieremo a gridare forte che Fini non ci rappresenta, che è stato eletto da noi e ha tradito il suo mandato di garanzia – riferisce un berlusconiano – e vediamo se riesce a resistere. Sarà una continua mozione di sfiducia”.

starter

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Lascia un commento