Landolfi (Pdl) rinviato a giudizio. Un altro fascio berlusconico beccato. Non se ne salva uno!

Concorso in corruzione e truffa
Landolfi (Pdl) rinviato a giudizio

landolfi_rullo

Il deputato del Popolo della Libertà è stato rinviato a giudizio con le accuse di concorso in corruzione e truffa aggravate dall’avere agito per favorire un clan camorristico, quello dei Casalesi.

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Indagato tesoriere della Lega. Truffa sui rimborsi elettorali.°°°Solo?!

Indagato tesoriere Lega. Maroni: «Belsito via»

Legami con investimenti fatti dalla Lega in Tanzania. Francesco Belsito, tesoriere della Lega di Bossi, indagato per tuffa e finanziamento illecito ai partiti. Il pm Woodcock, carabinieri e Gdf in via Bellerio a Milano. Maroni: «Pulizia, Belsito si dimetta. Ripercussioni su elezioni». Vertice del Carroccio in giornata. Lega, fondi in Tanzania di A.Carugati
°°° Se la magistratura comincia a ravanare, altro che rimborsi! E Malpensa? E la ‘ndrangheta? E la banchetta e i media legaioli?
lega, carabinieri a milano
Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Spissu condannato per truffa, bella roba il pd sardo! Complimentucci!

Ex presidente Consiglio regionale condannato per truffa

Fondi pubblici ottenuti con fatture per acquisti inesistenti

17 febbraio

L’ex presidente del Consiglio regionale, Giacomo Spissu (Pd), e’ stato condannato a sei mesi di reclusione dal giudice del Tribunale di Sassari per truffa aggravata in concorso. E’ stato assolto, invece, per un altro capo di imputazione contestato dalla Procura. Condannato anche l’ex assessore comunale di Sassari Innocenzo Giannasi a un anno, e il costruttore Salvatore Orani a 9 mesi. La Gdf aveva indagato su fondi pubblici, ricevuti dalla societa’ di Spissu, Idea Impresa (167 mila), e di Giannasi, Bureau 2000 (427 mila), che sarebbero stati ottenuti con fatture per acquisti inesistenti.

SPISSU TORNA A CASA DOPO AVER BRINDATO ALL’INCASSO FACILE

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Terremoto, la santa truffa: i delinquenti del regime con quelli del vaticANO.

Terremoto, la santa truffa

Due arresti nel capoluogo abruzzese. La fondazione “Solidarietà e sviluppo” aveva cercato di ottenere una dozzina di milioni dai fondi gestiti dal sottosegretario Giovanardi. Il sindaco Cialente che nel luglio del 2010 aveva lanciato l’allarme: “Avevo ragione io”. L’imbarazzo del vescovato

la Repubblica
di GIUSEPPE CAPORALE
L’AQUILA

Nelle tasche della Curia
i soldi della ricostruzione

Nelle tasche della Curia i soldi della ricostruzione

La cupola della Chiesa Santa Maria del Suffragio. È crollata durante il terremoto del 6 aprile del 2009

Così il vescovo D’Ercole raccomandava i progetti della Onlus “Solidarietà e sviluppo” che avrebbe truffato 12 milioni destinati al dopo sisma dal sottosegretario Giovanardi. Il gip chiede due arresti e scrive: occorrono altre indagini sul ruolo dei vescovi in questa storia
di GIUSEPPE CAPORALE

L’AQUILA – Il vescovo ausiliare dell’Aquila Giovanni D’Ercole si raccomandava al sottosegretario Carlo Giovanardi per ottenere i fondi del terremoto. Anzi, per farli ottenere ad una onlus (“Solidarietà e Sviluppo”) fondata dalla stessa diocesi dell’Aquila, dietro la quale, secondo la Procura si nascondeva una truffa. Una truffa per

Continue reading

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Alitalia addio, bruciati 4 miliardi. La truffa e l’ennesimo fallimento del nano mafioso

Alitalia addio bruciati 4 miliardi

Ecco quanto ci è costato il salvataggio patriottico voluto da Berlusconi Ma per la compagnia il futuro è già segnato: svendita ad Air France.

°°°L’avevo scritto subito a caldo: era evidente che si trattava di un pasticciaccio e di una delle solite truffe di silvio berlusconi ai danni dell’erario e degli italiani tutti. Ecco che, puntualmente, il mafionano non mi smentisce.

alitaglia

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

La beffa del governo sul «bonus bebè». Ennesima truffa di burlesquoni.

La beffa del governo sul «bonus bebè»

di Marco Ventimiglia

bonus bebè, beffa

«Scusate sono una mamma di Prato e in questi giorni ho ricevuto una raccomandata dove mi viene intimata la restituzione non solo dei 1000 euro del bonus bebè ma anche il pagamento di una sanzione amministrativa di 3000 euro perché il reddito risulta superiore ai 50.000 richiesti. Ho controllato sia il mio CUD che quello di mio marito e nel 2005 come reddito complessivo avevamo 50.410 euro… Adesso io sono disoccupata da ben 3 anni e mio marito non sta ricevendo regolarmente lo stipendio da ben 4 mesi. Come possiamo fare?».

E’ una mail, una delle tante, che stanno ricevendo in queste settimane le associazioni dei consumatori. Una storia, una brutta storia, quella della restituzione del bonus per i figli nati del 2005, che sta avvelenando le giornate di circa 8mila famiglie italiane. Una vicenda che sintetizza alla perfezione il populismo e l’inettitudine dei governi guidati da Berlusconi, nel caso in questione l’attuale esecutivo e quello in carica quando fu emanato il discusso “regalo” per i neonati.

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter