Unione universitari denuncia problemi di voto per i fuori sede

L’Unione degli universitari ha denunciato in una nota “alcune violazioni ai seggi elettorali verificatesi nella giornata di ieri domenica 12 giugno”, dove ad alcuni rappresentati di lista, tra cui numerosi studenti fuori sede, non sarebbe stato consentito di esercitare il voto. Il sindacato studentesco si era fatto promotore della campagna “Io voto fuori sede”, volta a garantire il voto al referendum anche agli studenti impossibilitati a tornare nel paese di origine per votare. “Questa grande voglia di partecipazione democratica, ad un momento così importante come il referendum – denuncia l’Udu nella nota – è stata però ostacolata fin dalla giornata di ieri da presidenti di seggio quantomeno ostili”.

°°° I delinquenti del regime capeggiato dal ridicolo e pericoloso nano pedofilo e cocainomane le hanno tentate proprio tutte, amici! Non solo, ma lo stesso barattolo di merda che rovina gli abiti di Caraceni e il truce maroni hanno infranto ancora una volta la legge sparando cazzate incostituzionali  A URNE ANCORA APERTE! Non si può fare! In un paese normale sarebbero stati accompagnati graziosamente a calci nel culo alla porta e poi in galera.

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Referendum, la mafia di Berlusconi ha fatto veramente di tutto per impedirli e…

… per impedire il raggiungimento del Quorum. Il mafionano ha continuato a commettere reati gravissimi, non dissimili da quelli che ha sempre commesso in vita sua. Molti prefetti, nominati dalla cosca tra quelli più proni e corruttibili, hanno violato palesemente le leggi e i loro mandati di servitori della Costituzione. A Milano in molti seggi i cittadini erano costretti a RICHIEDERE le schede per poter votare. A Napoli una circolare imponeva ai cittadini che avevano smarrito il certificato elettorale di recarsi dai carabinieri… ma quando mai?! E però hanno costretto decine di persone a girare come trottole nel caldo asfissiante e la puzza dell’immondezza berlusconiana. Ma ho idea che anche questa volta vincerà l’Italia e perderanno il mafioso berlusconi e la sua cosca.

APTOPIX ITALY BERLUSCONI

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Referendum, il quorum è possibile. L’affluenza alle 12 supera l’11,6 per cento

Idv: “A Roma si impedisce di votare ai rappresentanti dei comitati”

°°°E’ ovvio che la mafia-P2 di silvio burlesquoni  ha cercato e cerca tutti i mezzi ILLECITI per salvare il culo. Ma noi siamo la stragrande maggioranza del paese e quel culo flaccido glielo spacchiamo!

MANDIAMO LA FECCIA A CAGARE, DE FI NI TI VA MEN TE!

b.cagare


Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Annozero, ultima puntata alla Raiset. Referendum e giustizia.

Pierluigi Bersani, Renato Brunetta, Antonio Di Pietro e Roberto Cava. Da non perdere l’anteprima, dove Santoro dirà quello che gli è stato impedito di dire alla conferenza stampa annullata dalla mafia berlusconiana.

B.ano zero

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Il regime fascista di Berlusconi nasconde i referendum su giustizia e nucleare.

Referendum: obiettivo oscuramento

La commissione di Vigilanza sulla Rai rinvia ancora il regolamento sulla par condicio che deve stabilire come e quando informare i cittadini-telespettatori sulla tornata del 12 e 13 giugno

La Vigilanza Rai è il tappeto che il governo utilizza per nascondere il triplo referendum del 12 e 13 giugno.
Nessun telespettatore deve conoscere i quesiti sull’energia nucleare, l’acqua ai privati e il legittimo impedimento. E così il governo, a pezzi in parlamento, sfrutta la maggioranza in commissione di Vigilanza per disertare i lavori. La scusa è che manca il numero legale per iniziare l’assemblea, una tattica che da settimane rinvia l’approvazione del regolamento sulla par condicio. Un testo parlamentare per decidere come e quando informare i cittadini-spettatori sul referendum. E nel frattempo, a meno di 45 giorni dal voto e con la par condicio in vigore, la Rai impone a chiunque vada in onda di firmare una liberatoria – come accaduto per il concertone del Primo maggio – per evitare di affrontare il tema. Non è semplice censura, ma

Continua a leggere

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

FIRMATE TUTTI!

Dicono che con il legittimo impedimento il governo potrà affrontare sereno le riforme.

Ma le uniche riforme che interessano a Berlusconi sono la reintroduzione dell’immunità parlamentare e l’impunità per i reati di cui è accusato.

Dicono che con il legittimo impedimento si assicura la governabilità del Paese.

Ma gli altri impegni mondani che Berlusconi prende non gli impediscono di governare, come mai i processi sì?

Dicono che non si tratta di un’altra legge ad personam.

Mentono. I processi Mills e Mediaset di Berlusconi sono sospesi ed anche gli altri che arriveranno.

Dicono che rimarrà in vigore solo 18 mesi.

Non è vero. Sarà prorogato fino a quando non cambieranno la Costituzione per assicurarsi l’impunità.

Ti dicono che la magistratura rimarrà un potere indipendente dello Stato.

Ma il magistrato non ha più la possibilità di processare i ministri anche se commettono reato.

Dicono che siamo tutti uguali di fronte alla legge, secondo l’art. 3 della Costituzione.

Ma non è così, per il presidente del consiglio e i suoi ministri non valgono più le stesse regole che per gli altri. Per loro il magistrato può solo rimandare alle calende greche l’udienza.

Dicono che il nucleare è sicuro.

Ma in Francia ci sono più di 100 incidenti l’anno. E dove metteremo le scorie? Il problema dello stoccaggio non è stato ancora risolto. L’Italia diventerà inoltre un obiettivo terroristico.

Dicono che il nuovo nucleare è sicuro. Ed economico. E veloce da costruire.

Non è vero, con i tempi e i costi del nucleare franco-berlusconiano, che sono il doppio di quelli previsti dal governo, l’Italia non rispetterà le direttive europee sulla riduzione delle emissioni.

Dicono che il nucleare non ha impatti sull’ambiente.

Ma una centrale nucleare, oltre alle scorie, utilizza enormi quantità d’acqua, compromettendo l’equilibrio idrogeologico della zona in cui viene costruita.

Dicono che con il nucleare in Italia saremo energeticamente autosufficienti.

Ma tu hai mai visto giacimenti di uranio in Italia? Lo compreremo dall’estero. E comunque le 4 centrali previste arriverebbero a malapena all’8% del fabbisogno energetico nazionale.

Dicono che il nucleare abbasserà le tariffe dell’energia.

Ma nessun privato al mondo costruisce centrali nucleari senza finanziamenti pubblici enormi a scapito delle tariffe.

Dicono che viviamo in democrazia.

Ma i siti delle centrali verranno scelti dal Governo e dai privati che costruiranno. I cittadini non avranno diritto di parola.

Dicono che la privatizzazione dell’acqua è il futuro.

Ma il resto del mondo sta tornando all’acqua pubblica.

Dicono che l’acqua privata è più economica di quella pubblica.

Chiedi in Toscana, dove l’acqua è privata da 15 anni e le tariffe sono le più alte d’Italia.

Dicono che la privatizzazione dell’acqua migliorerà i servizi.

Ma l’acqua pubblica va incontro ai bisogni dei cittadini mentre i privati inseguono solo i profitti: chi li obbligherà a investire nelle infrastrutture?

Dicono che l’acqua rimarrà un bene fondamentale e inalienabile.

Ma cosa impedisce a un privato di togliere il servizio a chi non può pagare una bolletta? Puoi restare una settimana senza acqua?

Dicono che con l’acqua privatizzata non ci saranno discriminazioni.

Ma un privato non ha interesse a raggiungere zone isolate o difficili da collegare.

Dicono che aprendo al mercato privato la concorrenza migliorerà i servizi.

Ma le grandi società francesi sono già pronte a spartirsi il bottino “Italia”. Altro che concorrenza!

martedì 04 maggio 2010

E se non li fermassimo?

E se il referendum sul legittimo impedimento non andasse a buon fine? Se questa legge rimanesse in vigore? I processi di Berlusconi resterebbero fermi, questo già lo sappiamo. Ma, al tempo stesso, nessun nuovo processo a carico dei suoi ministri potrebbe iniziare. (continua…)

venerdì 30 aprile 2010

Primo maggio, si parte!

Domani, primo maggio, si parte. La grande sfida di Italia dei Valori e di tutti gli italiani che sperano ancora nella democrazia avrà inizio. 80 giorni per raccogliere 800mila firme, una sfida non da poco, ma l’obiettivo è grande: fermare la deriva di un Governo se che non ascolta più i suoi cittadini. (continua…)

giovedì 29 aprile 2010

Fermare l’impedimento per impedire il lodo Alfano bis

Eliminati i passaggi che decretarono l’annullamento, da parte della Corte Costituzionale, del primo lodo Alfano. Assicurato il rispetto delle istituzioni dal passaggio da Camera e Senato. Preparato come legge di rango costituzionale, invece che come vera e propria modifica della Carta. Per evitare troppo rumore.

Ma l’effetto è lo stesso: (continua…)

mercoledì 28 aprile 2010

Il nucleare? Scelta sbagliata, anche del giorno

Silvio Berlusconi annuncia il ritorno italiano al nucleare in grande stile, con baci e abbracci fraterni con l’amico Putin. La grande potenza russa, colosso anche e soprattutto, in questo contesto, energetico, rimanda anche, però, a memorie che, proprio con il nucleare, sono spiacevoli.

Proprio il 26 aprile del 1986 infatti (continua…)

Referendum

Aggiornamenti

Amici dei referendum

Referendum 2.0

Appuntamenti – [regione per regione]
06
MAG

Gazebo a Frosinone

h. 08:00 – via Fabi, Frosinone
06
MAG

Gazebo Zanica (Bg)

h. 08:00 – Via Perdegnone, Zanica
06
MAG

Gazebo a Trento(TN)

h. 08:30 – Largo Carducci, Trento
06
MAG

Gazebo Collesalvetti (LI)

h. 08:30 – Collesalvetti, Collesalvetti
06
MAG

Banchetto a Favaro Veneto (VE)

h. 09:00 – via Sabbadino, Venezia
06
MAG

Gazebo a Mantova

h. 09:00 – piazza Mantegna, Mantova
06
MAG

Gazebo a Bolzano

h. 09:00 – piazza Mostra, Bolzano
06
MAG

Gazebo a Merano (BZ)

h. 09:00 – piazza del Grano, Merano
06
MAG

Gazebo a Perugia

h. 09:00 – ponte San Giovanni, Perugia
06
MAG

Gazebo a Rivoli (TO)

h. 09:00 – Piazza Repubblica, Rivoli
06
MAG

Gazebo a Piossasco (TO)

h. 09:00 – , Piossasco
06
MAG

Gazebo a Milano(MI)

h. 09:00 – Via Dante, Milano
06
MAG

Gazebo a Milano(MI)

h. 09:00 – A. Traversi / De Roberto, Milano
06
MAG

Gazebo ad Arco(TN)

h. 09:00 – Piazza III Novembre, Arco
06
MAG

Gazebo ad Perugia(PG)

h. 09:00 – Piazza Italia, Perugia
06
MAG

banchetto a Omegna (VB)

h. 09:00 – Omegna, Omegna
06
MAG

banchetto a Mantova

h. 09:00 – piazza mantegna, Mantova
06
MAG

banchetto a Milano

h. 09:00 – via dante, Milano
06
MAG

banchetto a Milano

h. 09:00 – traversi, Milano
06
MAG

Gazebo Livorno

h. 09:00 – Lungomare viale Italia, Livorno
06
MAG

Gazebo a Genova

h. 09:30 – piazza Palermo, Genova
06
MAG

Ufficio comunale di Cecina (LI)

h. 10:00 – piazza Carducci 28, Cecina
06
MAG

Gazebo a Trento(TN)

h. 10:00 – Via Belenzani, Trento
06
MAG

Gazebo a Bussolengo (VR)

h. 10:00 – via Leonardo Da Vinci, Bussolengo
06
MAG

Banchetto a Savona

h. 15:00 – corso Italia, Savona
06
MAG

Gazebo a La Spezia

h. 15:00 – piazza Beverini, La Spezia
06
MAG

Gazebo a Santo Stefano Magra (SP)

h. 15:00 – via Arzela, Santo Stefano di Magra
06
MAG

Gazebo a Sarzana (SP)

h. 15:00 – via variante Cisa, Sarzana
06
MAG

Gazebo a Genova

h. 15:00 – via 20 settembre, Genova
06
MAG

Gazebo a Genova

h. 15:00 – via Sestri, Genova
06
MAG

Gazebo a Sanremo (IM)

h. 15:00 – piazza Colombo, Sanremo
06
MAG

Gazebo a Roma

h. 15:00 – largo Argentina, Roma
06
MAG

Gazebo a Narni (TR)

h. 15:00 – piazza Cavour, Narni
06
MAG

Gazebo ad Perugia(PG)

h. 15:30 – Via Manzoni, Perugia
06
MAG

Banchetto a Cecina (LI)

h. 16:00 – via Pasubio, Cecina
06
MAG

Gazebo a Roma

h. 16:00 – via del Corso, Roma
06
MAG

Gazebo Suisio (Bg)

h. 20:30 – viale De Amicis, Suisio
07
MAG

Gazebo a Conegliano (TV)

h. 08:00 – gradinata Alpini, Conegliano
07
MAG

Banchetto a Oristano

h. 09:00 – via Arborea 1, Oristano
07
MAG

Gazebo a Bolzano

h. 09:00 – via Museo, Bolzano
07
MAG

Gazebo a Merano (BZ)

h. 09:00 – piazza Rena, Merano
07
MAG

Gazebo a Savigliano(CN)

h. 09:00 – Piazza del Popolo, Savigliano
07
MAG

Gazebo a Moncalieri(TO)

h. 09:00 – Piazza Navina, Moncalieri
07
MAG

Gazebo a Rivoli (TO)

h. 09:00 – Via Cavour, Rivoli
07
MAG

Gazebo a Paderno Dugnano (MI)

h. 09:00 – Via Togliatti, Paderno Dugnano
07
MAG

Gazebo a Milano(MI)

h. 09:00 – Via Dante, Milano
07
MAG

Gazebo a Milano(MI)

h. 09:00 – Marco Aurelio / Crespi, Milano
07
MAG

Gazebo ad Perugia(PG)

h. 09:00 – Piazza Italia, Perugia
07
MAG

banchetto a Milano

h. 09:00 – via dante, Milano
07
MAG

banchetto a Milano

h. 09:00 – via marco aurelio, Milano
07
MAG

banchetto a Savignano

h. 09:00 – piazza del Popolo, Savigliano
07
MAG

banchetto a Cuneo

h. 09:00 – piazza Galimberti, Cuneo
07
MAG

Gazebo Livorno

h. 09:00 – Stadio Armando Picchi, Livorno
07
MAG

Gazebo a Paderno Dugano (MI)

h. 09:00 – via Togliatti, Paderno Dugnano
07
MAG

banchetto a Novara

h. 09:00 – piazza vittorio veneto, Galliate
07
MAG

Gazebo a Cuneo(CN)

h. 09:30 – Piazza Galimberti, Cuneo
07
MAG

Gazebo a Moncalieri(TO)

h. 09:30 – Via Santa Croce, Moncalieri
07
MAG

Gazebo Guglionesi (CB)

h. 09:30 – Largo Garibaldi, Guglionesi
07
MAG

Gazebo Larino (CB)

h. 09:30 – Piazza del Popolo, Larino
07
MAG

Gazebo Campomarino (CB)

h. 09:30 – Piazza Vittorio Veneto , Campomarino
07
MAG

Gazebo Termoli (CB)

h. 09:30 – In Piazza Monumento, Termoli
07
MAG

Ufficio comunale di Cecina (LI)

h. 10:00 – piazza Carducci 28, Cecina
07
MAG

Gazebo a Trento(TN)

h. 10:00 – Via Belenzani, Trento
07
MAG

Gazebo a Verona

h. 10:00 – piazza San Zeno, Verona
07
MAG

Gazebo a Legnago (VR)

h. 10:00 – piazza Garibaldi, Legnago
07
MAG

Gazebo a Trento(TN)

h. 14:30 – Largo Carducci, Trento
07
MAG

Banchetto a Savona

h. 15:00 – corso Italia, Savona
07
MAG

Gazebo a La Spezia

h. 15:00 – piazza Beverini, La Spezia
07
MAG

Gazebo a Santo Stefano Magra (SP)

h. 15:00 – via Arzela, Santo Stefano di Magra
07
MAG

Gazebo a Sarzana (SP)

h. 15:00 – via variante Cisa, Sarzana
07
MAG

Gazebo a Genova

h. 15:00 – via 20 settembre, Genova
07
MAG

Gazebo a Narni (TR)

h. 15:00 – piazza Cavour, Narni
07
MAG

Gazebo Livorno

h. 15:00 – via Settembrini, Livorno
07
MAG

Gazebo ad Perugia(PG)

h. 15:30 – Via Manzoni, Perugia
07
MAG

Gazebo a Roma

h. 16:00 – via del Corso, Roma

Banchetti

Italia Dei Valori

Via Santa Maria in Via, 12
00187 Roma

Tel: 06/97848144
Fax: 06/97848355

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Niente, non mi permettono di riposare…

… questi arroganti di sedicenti muratori se ne impippano della gentilezza e delle leggi. Domattina chiamo i carabinieri e vediamo… Per ora, dunque, andiamo a vedere le minchiate e gli annunci del mafionano e della sua cosca e il NULLA da essi realizzato dopo oltre un anno di regime:

http://www.lavoce.info/dossier/pagina2941.html

a) Quasi azzerata la cooperazione internazionale e gli aiuti a paesi poveri, con conseguente figura di merda proprio ora che all’Italia spetta la presidenza del G8 anche sugli aiuti globali: simo l’unica nazione inadempiente, mentre prodi aveva destinato un miliardo e aumentato dell’86% le risorse.

b) Piano casa – edilizia abitativa. Solo chiacchiere e annunci NON un solo euro è stato stanziato e NON una sola pietra è stata posata. BUFFONI!

3) Energia e ambiente. Solo propaganda: dopo aver creato il problema rifiuti in Campania, coi suoi uomini legati alla camorra, burlesquoni spaccia per rusolto un problema che invece è solo agli inizi della sua via cricis giudiziaria. I rifiuti sono stati SPOSTATI in un’area pericolosissima: il cuore del pascolo e degli allevamenti delle bufale… quindi fine della mozzarella di bufala campana. In compenso, ha inaugurato l’inceneritore di Acerra, voluto e finanziato da Prodi, che però ancora non ha funzionato un solo minuto. E, mentre in tutto il mondo si stanno chiudento e smantellando le centrali nucleari, Mafiolo sta procedendo con l’iter per la delirante costruzione di alcune centrali nucleari già oggi obsolete, costosissime, e pericolossime (e proibite da un referendum stravinto).
4) Fisco. Col regime burlesquoni le tasse sono aumentate arrivando a quasi il 44% di prelievo: sono le più alte da almeno 20 anni, mentre i furbetti hanno ripreso a NON pagarle. Cìè un aumento dell’evasione vicina al 10% in più rispetto al governo Prodi, mentre le entrate sono giù del 7% in meno. Non solo: l’abolizione dell’Ici ai miliardari e alla chiesa ha costretto il 99% dei Comuni italiani ad aumentare i balzelli e le imposte ed a ridurre di molto i servizi e la qualità di quelli restanti.
5) Politiche per le famiglie. Che dire delle buffonate note come SOCIAL CARD o BONUS FAMIGLIE? Due autogol che pagano i pensionati più poveri e le famiglie più disagiate. Senza una SERIA politica anche in questo campo, il regimetto ha triplicato i poveri e tra un anno si prevede un uklteriore collasso della classe media.
6) Giustizia. Oltre al LODO ALFANO e ai continui attacchi ai magistrati onesti che lavorano, il regime del mafionano si è contraddistinto per alcune norme razziste ed incostituzionali del cosiddetto “Pacchetto sicurezza”, utile solo ad incasinare ancor più il lavoro dei tribunali e delle indagini.
7) Immigrazione. Anche qui, la politica ottusa, cieca e razzista del governicchio si è tirata addosso le ire di tutto il mondo civile, dell’Onu, della Comunità Europea, e persino della chiesa. In sostanza, gli sbarchi sono triplicati e il regimetto di mafiolo rischia delle denunce internazionali per procurata strage e genocidio, col loro insistere sul barbaro comportamento dei respingimenti violenti e indiscriminati.
8) Informazione. Qui siamo vicini al regime totalitario e l’Italia in questo anno è stata trascinata agli ultimi posti tra tutti i paesi del mondo come libertà di stampa. Le tv sono sempre più inguardabili e sempre più nelle mani della propaganda di regime. I media italiani oscurano pedissequemente la verità e scrivono o mandano in onda solamente minchiate indifendibili e calunnie nei confronti della rarissima stampa libera. Anche in questo campo siamo la vergogna del mondo.
9) Infrastrutture. Anche qui molti annuci e nessuna sostanza: siamo fermi ai lavori voluti e finanziati dai governi Prodi. Questo regime ha soltanto abolito i controlli antimafia negli appalti e cancellato le gare trasparenti per affidare agli amici degli amici, senza alcun controllo, tutta una serie di lavori. Per fortuna NON C’E’ UN CENT DA RUBARE. Per ora.
10) Privatizzazioni. Qui il regimetto che si è sempre professato “liberale” ha stoppato tutte le liberalizzazioni volute da Prodi e Bersani. Ha però derubato gli italiani di un pacco di miliardi di euro con la buffonata-truffa Alitalia.
11) P.A. Dopo tantissimo fumo e troppi effetti speciali, la “cura Brunetta” si è rivelata già per quel che si poteva prevedere: un fiasco.
12) Aggiungiamo la devastazione della sanità pubblica (che sotto il breve governo Prodi era stata messa sotto controllo di spesa ed efficienza, responsabilizzando le regioni), della Pubblica Istruzione e della ricerca: settori strategici per l’immediato e per il futuro sviluppo di una nazione civile, che un regimetto miope ed ignorante ha deliberatamente ucciso. Ed ecco che abbiamo un quadro completo di un anno di disastri, falimenti, insuccessi e devastazione uniche al mondo. RICORDATEVELO quando vedete il mafionano fare i suoi sproloqui in televisione o sulla stampa asservita.

bduce2

berlusconi_dimettiti

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter

Scimmiette decerebrate sardegnole

Non sono mai stato favorevole a Berlusconi, né l’ho
mai votato ed ho firmato per il referendum sul lodo Alfano.
Ma se, incapaci di dir qualcosa di valido, lo sottopongono
a persecuzione giudiziaria e sanno solo prendersela con
lui, anche sui suoi fatti di famiglia, mi sa tanto che d’ora
in poi voterò per lui.

°°° Cara scimmietta ignorante e disinformata, non ti rispondo nemmeno. Se una persona seria, mediamente intelligente, si vuole informare… beh, i mezzi ci sono. Alle brutte, leggiti tutti i giorni il mio blog. E, siccome come tutti gli imbecilli sei ANONIMO, ti dico soltanto che fai il paio con quest’altra scimmietta ammaestrata qui sotto. Baccagài!


Cara lucio, guarda caso chi ha giudicato Berlusconi è
stata la Gandus militante di sinistra… Che goduria per voi
sinistrati!
Adolfo


°°° Omen nomen.

lucio9


UNA SCIMMIETTA DECEREBRATA

idiota2

Condividi
  • Facebook
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • YahooMyWeb
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Twitter